la nocciola non ammette ignoranza...ovvero penne nocciole pomodorini e zucchine

Di tanto in tanto torno a spolverare le padelle alla scuola di cucina che mi ha dato la formazione di base...qualche settimana fa...ho abbandonato casa, pupa e marito e sono andata a godermi un corso sul brunch...
Tra le varie portate, presentate preparate e mangiate...c'era una pasta che mi ha colpito...ma che dico colpito...commosso :) A quella portata mi sono ispirata per questa ricetta.
Non so voi....ma io a mettere le nocciole nella pasta non ci avevo mai pensato...ed ora non mi capacito di come ho creduto di aver vissuto pienamente...con questa lacuna :D Le nocciole sulla pasta...ci stanno come il cacio sui maccheroni...
:) Se pure voi finora avete portato avanti una esistenza nell'ignoranza della nocciola sulla pasta...vi consiglio caldamente di mollare tutto (finite prima di leggere il post però :)) ...
e provvedere alla spesa necessaria :) Ecco cosa vi occorre: 250 gr di penne rigate 200 gr di pomodori ciliegino 50 gr di granella di nocciole 3 zucchine romanesche olio evo 2 spicchi di aglio sale Mettete a lessare la pasta in acqua salata secondo le istruzioni di cottura.
Nel frattempo lavate le zucchine, dividetele in 4 e privatele della parte bianca interna.
Saltatele in padelle con uno spicchio di aglio in camicia schiacciato che poi toglierete.
Una volta saltate e leggermente dorate (devono rimanere croccantine) salatele.
In una latra padella, mettete un filo di olio e un altro aglio in camicia e schiacciato e unitevi la granella di nocciole e fatela tostare...le nocciole rilasceranno via via la loro parte grassa.
Quando le nocciole in granella saranno tostate, aggiungete i pomodorini tagliati in 4 e fateli appassire.
Al termine aggiustate di sale.
A questo punto, se avrete ben calcolato i tempi, scolate la pasta al dente e versatela nella padella con le nocciole ancora sul fuoco, unite le zucchine, girate velocemente per amalgamare i sapori...e servite! Ancora li?? Ancora non siete andate a comprare le nocciole? ;)    

Leggi tutto l'articolo