la penna, il viaggio parte sedicesima

"io ti aspetterò ogni sera, ma tu vieni non aspettar ancor, vieni adesso che è primavera".
Mentre le ultime note della canzone si perdono nel silenzio ti propongo la nuova meta di questo viaggio, accetti di buon grado..sorridi e mi chiedi "guido io o guidi tu?", "guida tu", rispondo con un sorriso perché so quanto ti piace farlo, e ti chiedo di lasciare per stasera le strade di provincia. Imbocchi la prima uscita diretta a quella meta e la strada è già tua, le quattro corsie ci accompagneranno per un bel po' e la linea di mezzeria ci farà da guida.
E' già pomeriggio inoltrato , inizia ad imbrunire, "ma che importa" mi dici,"pernotteremo  in un albergo del centro..sarà bello vedere la città ed il mare di notte".
Scherzi con me, ogni tanto la tua risata risuona nell'abitacolo ed io cerco di schernirti un po', continui a ridere ed ogni tanto ti volti verso me..un cenno degli occhi e mi dici "ti voglio bene".
Intanto il cammino prosegue, mi allungo per accendere la radio e una voce ...

Leggi tutto l'articolo