la principessa zaffiro

la principessa zaffiro ed il piccolo angelo chid(anno 1965)Chiaramente ispirata al teatro takarazuka, in cui anche i ruoli maschili sono interpretati da attrici, la storia ruota intorno alla giovane Principessa Zaffiro, nata nel reame di Goldland, che possiede, per colpa di un angioletto dispettoso di nome Tink, sia un cuore maschile, sia uno femminile; le tradizioni di Goldland non consentono però a una donna di succedere al trono e il fatto che Zaffiro sia una ragazza viene così tenuto segreto.
Zaffiro intanto, "travestita" da ragazza, incontra il principe del vicino reame di Silverland, Franz Charming, e se ne innamora.
Le losche trame del Duca Duralmin faranno venir alla luce la verità proprio mentre Tink è sulla terra per riparare al danno compiuto...
A complicare ulteriormente le cose interviene lo stesso Satana (Mefistofele) che cerca di strappare a Zaffiro il cuore femminile per donarlo alla figlia Acate.
Pubblicata a puntate sulla rivista Shojo Club tra il 1953 e il 1956 e in volume nel 1958, Ribbon no Kishi ebbe un seguito dedicato ai figli di Franz e Zaffiro serializzato nel corso del 1958 su Nakayoshi e poi raccolto in volume col titolo Futago no Kishi (conosciuto anche come Twin Knights).
Nel 1963 Tezuka diede alla luce una nuova versione di Ribbon no Kishi, serializzata sempre su Nakayoshi fino al 1966, completamente ridisegnata e in parte modificata nella trama.
Fonti giapponesi riportano inoltre un'ennesimo rifacimento in sette puntate (scritto da Tezuka ma realizzato graficamente da artisti della Mushi Pro.) pubblicato nel 1967 da Shojo Friend per il lancio della serie animata di 52 episodi, trasmessa anche in Italia.
L'edizione Hazard ristamperà, in tre volumi di circa duecento pagine cadauno, la versione del 1963, il cui stile grafico più maturo valorizza enormemente la freschezza dell'originale.
 

Leggi tutto l'articolo