la situazione delle nostre vite non è buona

  Le nostre vite sono uno sbaglio.
Forse siamo anche nati per sbaglio e i nostri genitori non ce l'hanno detto perchè non sta bene, non dà una gran fiducia in se stessi e autostima e se non ci sentiamo amati potremmo perfino perdere la voglia di vivere e amare a nostra volta.
Scherzi a parte, sto riordinando la casa e gettando pile di giornali che ho letto in parte, ma nascondono articoli che sarebbe un delitto non leggere e, seleziona che ti seleziona, mi è capitato sott'occhio la recensione del libro di un tale che sottolinea come molta parte delle nostre scelte e dei risultati che otteniamo è soggetto ad errori.
Alcuni madornali.
7000 americani, ad esempio, stando a una ricerca sul campo, muoiono ogni anno perchè leggono male la prescrizione medica e sbagliano le dosi dei farmaci!!! Ma vi rendete conto! Di mettere troppo sale sulle ricette lo capisco, ma se ho un dubbio sul dosaggio di un farmaco importante vado in farmacia e chiedo spiegazioni.
  E se è vero che Galileo non l'imbroccò sul fenomeno delle maree, qualche sconto di pena glielo faremo, dati i tempi e l'empirismo delle osservazioni scientifiche all'epoca di cui si narra.
Meno bene andò a quel tale, osservatore scientifico anche lui, che gli spermatozoi li considerò poco meno che scarti del corpo e della fecondazione, poverino, non ne capiva un granchè e i figli li si trovava sotto le foglie dei cavoli, ma erano i tempi dei salassi a gogò e dei purganti - che se sopravvivevi era destino che tu vivessi a lungo.
  Però mi coglie il dubbio che anche la nostra situazione politica (che a sentire l'Adriano nazionale 'non è buona') sia frutto di uno sbaglio.
Non sarà che l'attuale governo e il suo leader siano anch'essi frutto di uno sbaglio colossale, tipo: 'Pensavamo che fosse un'onest'uomo tutto casa e chiesa...'   Tu vatti a fidare dei sistemi democratici con questa tendenza storica dell'umanità a sbagliarsi di grosso e ad ogni piè sospinto.
E' già tanto che si sopravviva.

Leggi tutto l'articolo