la spiegazione di oggi è particolarmente bella,buona lettura da Robi

  Giovedì (Mc7,24-30) Il Vangelo di Marco ci dà una grande consolazione: la preghiera, an     che se non viene esaudita subito, quando è umile e insistente, produce sempre il frutto.
Lo insegna Gesù nell'episodio della donna siro-fenicia, che si getta ai piedi di Gesù, per chiedere la guarigione della figlia.
Gesù, capendo che era una straniera, risponde che non si dà il pane ai cani, ma la donna risponde che è vero che non si dà il pane ai cani, ma anche i cagnolini hanno il diritto di mangiare le briciole che cadono per terra dalla tavola.
Il Maestro rimane meravigliato per questa risposta e le dice che per la sua fede, la figlia è stata guarita.
E' una lezione assai utile per tutti noi: non ci stanchiamo mai di pregare, anche se non otteniamo subito la grazia richiesta, insistiamo con la preghiera in fede.
Gesù, infatti, ci ha detto: «pregate, pregate sempre, senza stancarvi mai».
Ricordiamolo sempre...

Leggi tutto l'articolo