la tv che vorrei, e spero ci sia,"FattoTV. Tutto pronto (o quasi) per il debutto sul piccolo schermo"

la tv che vorrei,anzi spero che ci sarà,certo che mettere assieme travagli,gabanelli,ed altri che fanno informazione,parola che non è di moda in rai e mediaset, che è solo di regime, mette in corpo ed anima speranze,di sicuro non me lo perdo, io lo vedrò su telelombardia ed invito tutti a vederli, ed ascoltare fatti e non palle che la tv e i giornali ci propinano, chi vuole può vederli in questi canali:Oltre alla trasmissione in streaming su www.ilfattoquotidiano.it, ecco dove sarà possibile guardare il nostro speciale in televisione del 12 dicembre alle 21. Piemonte: Videogruppo; Lombardia:Telelombardia; Veneto: Telenordest; Trentino: Rttr; Friuli Venezia Giulia: Telequattro; Emilia Romagna: E’tv; Toscana: Rtv 38; Liguria: Primocanale; Umbria: Umbria Tv; Marche: Tv Centro Marche; Lazio: RomaUno; Abruzzo: Rete 8; Campania: Napoli C21;  Calabria: VideoCalabria; Puglia, Basilicata e Molise:Telenorba; Sicilia: Antenna Sicilia; Sardegna: VideolinaFattoTV.
Tutto pronto (o quasi) per il debutto sul piccolo schermoFervono i preparativi per la preparazione della puntata dedicata all'informazione in diretta sul sito e sul network delle televisioni regionali.
Scalette, grafiche virtuali e filmati.
Una corsa contro il tempo fra problemi tecnici e dubbi dell'ultim'ora Tutto pronto (o quasi) per il debutto del Fatto in televisione.
Scalette, ospiti e pezzi filmati.
Un lavoro titanico (si fa per dire) che negli ultimi giorni si trasforma in una lotta contro il tempo per sistemare gli ultimi dettagli, sia dal punto di vista tecnico che contenutistico.
Dalle grafiche dello studio virtuale alla codifica dei filmati che manderemo in onda.   “Non funziona niente “, dice sconsolato il curatore dell’edizione Paolo Dimalio dopo l’ennesimo export di un pezzo dove misteriosamente immagini e parole non sono a tempo.
Nel frattempo Samuele Orini, soprannominato il mago di Tricaster (il sistema di regia virtuale del fattoquotidiano.it) salta sulla sedia: “Gli ospiti hanno la faccia rossa”.
Panico.
“Sono le luci”, dice Lorenzo Galeazzi, uno degli autori.
“Abbiamo sbagliato il bilanciamento del bianco”, ribatte Pierpaolo Balani che cura grafiche e regia.
No.
Ci sono tre telecamere che non tengono le impostazioni, ma è troppo tardi per cambiarle.
Andiamo così.
“Tanto Beatrice Borromeo è a casa con 38 di febbre”, dice Samuele facendo capire che uno dei tre studi potrebbe saltare, ma subito dopo gli arriva un sms.
E’ di Bea: “Ci sarò”.
“Stoica”, scherzano [...]

Leggi tutto l'articolo