le leggende dei fiori

IL SEMPREVIVO L'involucro o la corolla di questo grazioso fiore dai toni gialli,rosa azzurri,bianchi o viola, che ha la  particolarità di conservare le sue proprietà e anche il suo aspetto per tutto l'anno anche quando si dissecca-fenomeno che, in alcune delle sue specie, si verifica rapidamente, proprio poco dopo la fioritura-, è stato batezzato a partire del XVII secolo,col nome di semprevivo.Anche se è stato a lungo considerato il fiore più adatto a esprimere , l'eterno rimpianto di chi ha perduto una persona cara ,e se a esso quindi si ricollega l'idea del ricordo di un defunto,per quanto ci concerne, ci rifaremo a tradizioni più vive e gioiose secondo le quali bisognava aggiungere dei semprevivi alla corona fiorita di una giovane sposa per garantirle un'infallibile fedeltà dello sposo .E'  cosi associato ai sentimenti costanti e ai legami eterni .
In effetti ,se fu il fiore sei morti , fu anche il fiore della vita, e in particolare della longevità, della tarda età,dunque , ma anche naturalmente, dell'anima eterna e immortale .Offrirne un mazzo tra il 18 e il 24 giugno, allora,significa  assicurare  a una persona la propria fedeltà, la costanza all'eternità dei sentimenti che si provano nei suoi confronti  oppure augurarle benessere e longevità.
L'IRIS Sebbene di genere maschile, il nome di questo fiore appartiene nondimeno a una dea della mitologia greca,Iride, il cui nome è quello dell'arcobaleno.In effetti questa dea, proprio come l'arcobaleno , aveva il compito di stabilire dei contatti tra gli uomini e gli dei.E' un fiore superbo dai profumi vivaci e vari , di colore viola ,blu e giallo.Spesso,  però  tutte queste tinte si mescolano gradevolmente insieme appunto a ricodare un arcobaleno.Iride, figlia di Elettra è dunque sorella delle Arpie , secondo la mitologia greca era una messaggera degli dei ,Gli antichi greci la rappresentavano in più delle volte nuda , coperta da un velo leggero trasparente, che alla luce del cielo e del sole, rifletteva tutti i colori dell'arcobaleno.Scivolando dunque lungo questo arcobaleno del quale porta il nome-e che rappresenta un ponte tra il Cielo , e quindi tra gli dei dell'Olimpo , e la Terra , il regno degli uomini-,come Ermes dava a questi ultimi ordini e buoni consigli che provenivano da E ra ma, quache volta anche da Zeus.
Secondo un'altra leggenda , invece , questa giovane dea venne trasformata in un arcobaleno da Era la quale la volle punire per i suoi amori con Zefiro, il  Vento dellOvest .Grazie a questa metamorfosi forzata Iride scopri il potere [...]

Leggi tutto l'articolo