libri serpente

1 C’era una volta un povero serpente Che aveva solamente un dente E per sua sorte molto sfortunata Era pure con la punta arrotondata 2 C’era una volta un cobra con gli occhiali Che non aveva nemici né rivali Perché, si sa, nessuno può far male A quelli che indossano l’occhiale 3 C’era una volta una grande anaconda Che stava in guardia oppure era di ronda, diceva sempre: “di qui non passa niente” ma era cieca e non vedeva un accidente 4 c’era una volta un serpente di mare che acciambellato sempre amava stare tutto gonfio perché era un serpente Che di lavoro faceva il salvagente 5 C’era una volta una vipera cornuta apriva bocca ma rimaneva muta tirava fuori la lingua biforcuta solo per bere una sana spremuta 6 c’era una volta dall’Africa un pitone, a “coda di ferro” lui era un campione ma l’avversario amava stritolare: vinceva prima ancor di cominciare 7 La vita è come una spirale: gira e nel frattempo sale È per questo che il serpente È ritenuto assai sapiente Secondo libro strisciante 1 c’era una volta un boa molto grasso se stava fermo assomigliava un sasso lui preferiva, piuttosto che strisciare, fare la … boa ballando in mezzo al mare 2 c’era una volta un serpente a sonagli quando lui suona ti portano i bagagli, e il cameriere accorre al campanel: lui è il portiere di un lussuoso Hotel 3 C’erano una volta tanti serpentelli Che si amavano come fossero fratelli Si davano tanti abbracci e baci forti: e tra le spire o col veleno son morti 4 C’eva una volta un sevpente covallo che aveva la bavca ovmeggiata a Vapallo e che pev esseve ancov più amato ovganizzava Pavty e finì alcolizzato 5 c’era una volta un aspide d’Egitto che si buttava sempre a capofitto ma era raro che arrivasse l’occasione di addentare belle Faraone 6 C’’era una volta un verme solitario Era costretto a scrivere un diario Avrebbe tanto voluto tre amichette Per fare un “poker” , una “briscola”, un “tresette” 7 sono il serpente che a Eva mela dà Il primo esempio di pubblicità e ancora adesso vi rubo il paradiso Con uno spot e, mi consenta, col sorriso C’era una volta un misero lombrico, che non aveva avuto mai un amico provò una volta con un vicino verme un tipo apatico, inutile ed inerme e peggio andò quando provò col bruco ma anche sta volta fece nell’acqua un buco C’era una volta una sciatrice biscia Che era lunga stretta e molto liscia Scivolava veloce e assai felice Sopra qualunque tipo di superficie

Leggi tutto l'articolo