lotta biologica contro gli afidi

Gli afidi sono insetti conosciuti come "pidocchi delle piante" che infestano quasi tutte le piante ornamentali, sia da interno che da esterno, oltre che le colture ortive (verdura).
Questi minuscoli insetti oltre a provocare danni diretti con la sottrazione della linfa e con l'emissione di saliva che provoca alterazioni fisiologiche, producono gravi danni indiretti in quanto sono capaci di trasmettere moltissimi virus nutrendosi di piante infette prima e passando poi a quelle sane, provocando diverse morie nelle piante dei nostri orti.
L'agricoltura tradizionale li compatte con l'impiego di  pesticidi facilmente acquistabili in commercio, ma il loro uso può causare conseguenze per l'ambiente e per la salute.
Una difesa naturale può essere l'introduzione di predatori naturali che vanno "ghiotti di afidi" come le coccinelle, ragni, miridi e i Sirfidi di seguito vi darò qualche consiglio su attirare i Sirfidi nel vostro orto.
I sirfidi hanno un aspetto simile a quello delle vespe, con addome colorato di giallo e di nero (è una forma di mimetismo).
Gli adulti si nutrono del nettare dei fiori, quindi sono anche insetti impollinatori, mentre le larve predano gli afidi (anche altri insetti e acari), a differenza delle vespe e delle api non hanno il pungiglione quindi sono assolutamente innocui per l'uomo.
I sirfidi possono essere attirati facilmente nei nostri orti inserendo delle aiuole, magari ai bordi del orto, di fiori o piante officinale che grazie al loro polline riescono a richiamare i nostri alleati.
Di maggior uso e commercializzazione si può piantare: crisantemi, fiordaliso, calendula, borraggine e tagete, sicuramente queste specie molto profumate e colorate doneranno al vostro orto un gradevole aspetto.
Consiglio l'uso delle calendula visto che dalla primavera inoltrata fino all'estate produce numerosissimi fiori a margherita, di colore giallo o arancione; esistono molte cultivar a fiori doppi e stradoppi.
I fiori di calendula profumano delicatamente di limone, e sono commestibili: si consumano crudi in insalata, oppure vengono utilizzati essiccati per tisane, hanno un sapore intenso e speziato.
Queste piante annuali tendono ad auto seminarsi con grande facilità, quindi una volta messe a dimora si potrà avere un'aiuola di calendule ogni anno.

Leggi tutto l'articolo