network http://www.totustuus.net/

comunichiamo gli aggiornamenti delle rubriche e dei siti del network http://www.totustuus.net/ 1) IN PRIMO PIANO: Card.
Bagnasco: presenza e concretezza http://tinyurl.com/primopiano Non è forse di Dio che l'uomo di tutti i tempi ha fame e sete anche senza saperlo? ...
ne ha bisogno l'uomo contemporaneo sotto tutte le latitudini e in qualunque condizione sociale e culturale ...
ha bisogno di pane ma anche di verità, ha bisogno di terra ma anche di cielo, ha bisogno dell'amore umano ma ancor più dell'amore di Dio.
Ecco la missionarietà, ecco la forma più alta e urgente di quell'amore reciproco a cui il Vangelo ci richiama e ci sospinge.
2) PAGINE CATTOLICHE: Da domenica, all'indirizzo http://www.paginecattoliche.it/ le nuove Pagine Cattoliche della settimana: (Teologia) ENCRATITI "Cardinale Pietro Parente; Mons.
Antonio Piolanti; Mons.
Salvatore Garofalo: Voci selezionate dal Dizionario di Teologia Dogmatica".
ENCRATITI (dal gr.
= padronanza di sé, continenza): eretici che osservavano una rigorosa temperanza (astinenza dal vino, dalla carne, dai rapporti coniugali) per motivi a sfondo manicheo (v.
Manicheismo).
(Ap - Nemici della Chiesa) Le “quinte colonne” della secolarizzazione (III) di Jean Ousset.
(Traduzione a cura di totustuus.it del Cap.
IV (La Revolución.
Su Quinta columna) del volume “Para que El reine” (Affinché Egli regni), Speiro, Madrid 1972, pp.
191-237.) [Quietisti, Giansenisti, Gallicani] L’ordinario lavoro delle quinte colonne che si sono succedute nel corso di tutta l’era cristiana, a partire dalle fine del secolo XVII e nel corso del XVIII fu più nefasto delle blasfemie di Voltaire e del libertinaggio dei mondani.
Infatti, esse non avrebbero potuto mai trionfare se i suoi pionieri non avessero trovato la criminale complicità di una generazione cristiana male diretta da un clero in molte occasioni lontano da Roma.
   (Santi)  S.
ENECO o INIGO DE ONA (+1057) Era nato, si diceva, a Calatayud, era vissuto da eremita e poi aveva rivestito l'abito benedettino a San Giovanni di Pena (Aragona).
In seguito era ritornato alla vita eremitica praticata prima del suo ingresso in religione.
Re Sancio lo convinse a recarsi a Ona per assumere la direzione di quella abbazia.
Sotto la guida sapiente e illuminata di Inigo e con il soccorso generoso del re, il monastero prosperò.
Con il suo ascendente il santo fece fiorire la pace intorno a sé.
Dio gli concesse il dono dei miracoli.
Inigo morì il 1-6-1057.
Egli fu pianto da tutti, persino dai giudei e dagli arabi che occupavano la Spagna.  3) [...]

Leggi tutto l'articolo