non ammazzino i cani, ma mettano il sindaco in galera

non ammazzino i cani, ma mettano il sindaco in galera quando trovi un cane per metterlo in un canile è un'impresa da miracoli, se ne fregano, non mettono soldi per icanili, magari sponsorizzano la miss o altro, ma per le bestie niente, penso che le bestie siano loro i sindaci, i comuni, le autorità, che non fanno altro che magnà.
Tempo fa trovai un cane, con zampa disabile, lo segui e gli portai da mangiare, era grosso, mica lo potevoportare a casa, allora telefonai alla protezione ecc,,del lugo, per una settimana io ed un'altra donna lo abbiamo assistito, poi è sparito, era malmesso, aveva fame,allora la col'pa non è dell'animale se ha fame, è dell'uomo, perchè l'abbandona e perchè non li tiene in canili decenti,l'ultimo canile che ho vistto i ha fatto vomitare, non comunale ma della protezione civile, ebbene cani tenuti in poco spazio, quelli che si vedono, poi di dietro ancora posti più stretti e bui, e questa bestie le portano in giro per scuole ecc ,per interagire con disabili, non si vergognano di trattarli così, anzi è roba da fiore ll'occhiello, io li metterei loro in due metri quadri, stronzi che non sonoaltro.
Se poi mettiamo che magari qualche poveraccio abbandona perchè non può tenerlo il cane, 30 euro costa un veterinario per una visita,l'anno scorso tra visita,esame e fine alla vita del mio gatto, ho speso 300 euro, metti che non l'abbiano questi sldi, non c'è niente che aiuti, siamo un paese da reality,d'immagine, ma il cuore non c'è più, i cani non sono aggressivi se non li metti in condizioni di esserlo, la colpa è solo dell'uomo, chi ha ammazzato il bimbo, ebbene l'uomo, spero che non abbattino gli animali il piccolo di 9 anni ferito È sotto choc e non parla «Aggressioni di cani, mancano le leggi» Denuncia del sindaco di Scicli dopo morte del bambino.
Il sottosegretario alla Salute: «Inattività colpevole» RAGUSA - Il giorno dopo la morte di Giuseppe Brafa, 10 anni, aggredito da un branco di cani randagi nel Ragusano, le polemiche e la richiesta di provvedimenti concreti parte dalla Sicilia e arriva a Roma.
Il sindaco di Scicli Giovanni Venticinque parla di «tragedia annunciata» e denuncia sia il vuoto legislativo che non consente di abbattere cani ritenuti pericolosi, sia la mancanza di fondi per rispettare la legge che impone a tutti i Comuni di avere un canile.
«INATTIVITÀ DEI SINDACI» - Il sottosegretario alla Salute Francesca Martini ha chiesto un incontro con l'assessore siciliano alla Sanità, Russo.
«Da quando mi sono insediata denuncio l'inattività colpevole dei [...]

Leggi tutto l'articolo