nonostante la tosse...

La barba lunga sul viso scavato dalla sofferenza.   Lo sguardo acceso di chi non vuole arrendersi.
La fatica lo aveva ridotto allo stremo delle forze e quel maledetto folletto continuava ad irriderlo con le sue diaboliche finte… Fu scosso dall’ennesimo colpo di tosse.
In quelle condizioni nessuno avrebbe giocato, ma la sua forza di   volontà era più forte della sofferenza.
Trangugiò l’ennesima pasticca  e si augurò che la tosse gli desse un po’ di tregua…   Proprio in quel momento gli arrivò una palla sulla destra e davanti lo spazio gli si aprì…  Raccolse le ultime forze e si lanciò in uno scatto disperato.
Sul tre pari, a pochi minuti dalla fine, quella poteva essere la grande occasione… ma con la coda dell’occhio si accorse che  quel maledetto lo aveva raggiunto…il suo istinto, temprato da mille battaglie,ebbe il sopravvento, e fu naturale  affondare il gomito nel petto dell’avversario.
Tony finì a terra con lo sterno spappolato.
Compagni e avversari, si precipitarono a  soccorrere il malcapitato.
Si chinò sull’avversario con un espressione contrita e sorpresa per l’incidente.
Si scusò e giurò sull’involontarietà.
Poi tornò verso la sua area, mentre un ghigno beffardo affiorava con prepotenza sulle  labbra screpolate.
E nella mente, forte e nitido il pensiero   : “Vedrai che ci pensi bene prima di ritornare a rompermi le palle”…   Bella ed equilibrata partita oggi al club.
  Gianni, Ciccio, Tony, Gigi e Antonello sfidavano a singolar tenzone i condannati Franco, Clemente, Pachino, Alfredo ed Ernesto.
Partenza bruciante di Clemente & co.
che con ficcanti e rapidi contropiede si portano quasi subito sul 3 a 0.
Ci ritroviamo sotto di tre goals senza neanche sapere come.
Per nostra fortuna, Antonello e Gigi prendono in mano la situazione.
La squadra si riorganizza e comincia a macinare gioco.
I nostri attacchi si fanno sempre più pressanti, ma di là un ottima difesa, ben registrata da Clemente e Alfredo, tiene botta e quando non ci riesce, ci pensano Franco e i pali.
Ma quando tutto sembra andare storto, Tony mette in mostra  gli effetti speciali e comincia a maramaldeggiare dalle parti di Alfredo.
Il vate si affida al mestiere per cercare di fermarlo,  ma quando non ce la fa, un puntuale Clemente arriva in suo aiuto.
Antonello chiama la squadra a tentare la soluzione da lontano, ma una barriera di corpi frustra le nostre iniziative.
Quando non colpiamo gli avversari sparacchiamo fuori e Ciccio si segnala più degli altri sotto questo aspetto.
Di là Pachino ed [...]

Leggi tutto l'articolo