olbia gallura taglio di cronaca

  da La Nuova Sardegna MERCOLEDÌ, 19 NOVEMBRE 2008 TRASPORTO AEREO Meridiana taglia anche la continuità Cancellati due voli, l’assessore regionale chiede l’intervento dell’Enac di STEFANIA PUORRO  OLBIA.
Meridiana «taglia» anche la continuità territoriale: due voli cancellati.
Ma la Regione non sta a guardare e chiederà l’intervento dell’Enac.
La convenzione stabiliva che la compagnia dovesse garantire da Olbia tre voli diretti per Milano e 4 per Roma.
L’operativo, invece, è diverso.
 Nel sito di Meridiana c’è la conferma: sino al 30 novembre sono stati programmati un collegamento in meno per Linate (si può partire solo alle 8.05 e alle 18.10) e uno in meno anche per l’aeroporto di Fiumicino (i voli prenotabili sono quelli delle 7, delle 13.50 e delle 19.40).
 «Così non va - attacca l’assessore regionale dei Trasporti Sandro Broccia -.
La data del 4 novembre, giorno in cui sarebbe dovuta partire la continuità territoriale, era stata considerata indicativa.
E questo per consentire alle compagnie di riorganizzare tutto lasciandosi alle spalle la vecchia convenzione e i problemi irrisolti.
Avevamo così dato una settimana in più ai vettori, ma adesso è troppo: Meridiana non ha rispettato gli accordi per quanto riguarda i voli concordati da Olbia per Linate e per Fiumicino.
Il ruolo della Regione è quello di vigilare e segnalare all’Enac un eventuale mancato rispetto di ciò che è stato scritto nelle convenzioni.
E intendiamo rispettare questo compito».
Ed ecco che cosa dicono dalla direzione Enac: «Non appena ci arriverà la segnalazione ufficiale dall’assessore Broccia, ci muoveremo.
Alle compagnie avevamo concesso delle deroghe, sino al 30 novembre, solo per quanto riguarda l’orario dei voli, che possono quindi variare.
Per diventare poi definitivi dal 1º dicembre, quando la continuità territoriale entrerà a pieno regime.
Ma non abbiamo concesso deroghe per il numero dei voli.
Questo vuol dire che non potevano essere ridotti».
 «Ma ci sono difficoltà oggettive - replicano da Meridiana -, a partire dagli slot che non vengono concessi.
Programmare operativi in questo momento è un’impresa complicatissima per qualunque vettore e non solo per noi.
Ci vuole tempo.
E siamo già al lavoro per rimettere a posto le cose nel mese di dicembre».
 «In effetti so che per Linate c’era un problema di fasce orarie, ma la continuità territoriale non fa sconti a nessuno - spiega Broccia -.
E visto che sono trascorsi i giorni di proroga, ora si deve capire che cosa sta succedendo.
E [...]

Leggi tutto l'articolo