parole sparse

[...]Si alzò di scatto,e messosi il cappello, si avvicinò alla giovane.Collocatosi davanti al suo quadro lo osservò per alcuni istanti,durante i quali ella fece finta di non essersi accorta del suo interesse.
Poi,rivolgendosi a lei con la parola che costituiva il nucleo centrale di tutto il suo vocabolario francese, e atteggiando un dito in un gesto che a lui sembrava illuminare il significato,domandò bruscamente: "Combien?"[...]   tratto da "L'americano" Henry James   Buon compleanno A.
  N.B.
per protesta contro la redazione di Myblog non metterò musica al post fino a quando ci ridaranno i 50 mb x caricare i file nel blog...Voglio rispetto per le persone che stanno in questa piattaforma

Leggi tutto l'articolo