piccolo sfogo-di un genitore-di un italiano.

Quello che vedete non è un cencio, ma è quel che rimane della Bandiera dell' Italia e dell'Europa poste all'ingresso di una scuola.
Pensate che non abbia provato a farle cambiare? Ho chiesto alla scuola e poi anche al Comune cosa fare pur di togliere quello squallore.
Ebbene dopo 8 mesi ancora non ci sono riuscito.
Direte è un piccolo problema.
Si.
E' un piccolo problema che per lungaggini burocratiche e di pertinenza, nonostante abbia dato la mia disponibilità sia a comprarle sia a sostituirle sul posto ancora niente.
Quanto scritto sembra un episodio banale, se non fosse che quella Bandiera rappresenta oggi, per me l'unico simbolo che tiene unita questa Italia, e forse lo è sempre stato aldilà di religioni, idee politiche e ceti sociali.
Questo è anche ciò che ho cercato di spiegare a mio figlio che frequenta quella scuola, ma ho letto la sua perplessità nel vedere le condizioni di cencio di quella bandiera.  Pur senza sottolineare la perdita di credibilità di un genitore, difatti  avevo promesso a mio figlio  che saremmo riusciti presto a sostituire  quello "straccio", ciò che mi manda in bestia è l'atteggiamento di tutti coloro che pur avendo un pochino di responsabilità istituzionali, per inefficenza , per pigrizia , per lassismo, per incapacità non vogliono o non riescono a risolvere neanche i piccoli problemi.  Non posso arrendermi perchè sarebbe una sconfitta di mio figlio.
Carmelo Sorbera

Leggi tutto l'articolo