prodi: casco o non casco???

"Siamo giunti alla resa dei conti, un governo ballerino giunge per l’ennesima volta al suo epilogo.
Un nuovo progetto si delinea all’orizzonte, probabilmente un governo di tipo istituzionale che possa fare convergere i maggiori partiti alla realizzazione di una legge elettorale utile al paese.Questo sempre che non prevalgano i personalismi e le ripicche personali.Nella maggioranza si mette alla gogna l’UDEUR lo si vuole obbligare ad assumersi le responsabilità con il voto al senato che sfiducierà il Premier.
Più che mai giusto che chi decide di andare verso la crisi lo faccia davanti a tutti gli italiani, sicuramente Mastella e il suo partito ne escono con le ossa rotte.Le sinistre estreme non vogliono che Prodi cada perchè ora si può beneficiare di tutto quel lavoro fatto in questi 2 anni.
Ora forse si poteva riuscire a rinnovare i contratti scaduti (vedi in questi giorni il CNL dei metalmeccanici) e si poteva redistribuire ai ceti più deboli un pò delle risorse accantonate grazie ai maggiori introiti dovuti alle tasse.
Quindi nonostante la sinistra spesso sembri pronta ad uscire non è conpiaciuta dell’instabilità dell’esecutivo.Il PD da parte sua ha gia fatto la sua scelta, comunque andrà, sarà solo nelle prossime elezioni.
Veltroni è consapevole che la scelta coraggiosa di formare il suo partito nasce dall’esigenza di creare qualcosa di nuovo che rompa con le clientele e con i retaggi della politica sterile degli ultimi anni.
Quindi il PD, se pur sempre dalla parte del buon Romano, non si strapperà i capelli e vorrà portare avanti con un possibile governo Marini il suo progetto di riforma elettorale se così non fosse passerà probabilmente all’opposizione (che se fatta bene vale più di una insipida maggioranza) e nel frattempo costruirà quel partito che serve al paese, di giovani e di seri personaggi al di fuori della classe politica attuale.L’attuale opposizione resta per ora alla finestra a strepitare ed ad invocare l’ennesima spallata che speriamo, per le loro coronarie, questa volta arrivi, se Prodi si salvasse ancora (cosa molto difficile) sarà meglio pensare a come dirigersi verso un nuovo paese con nuove regole più chiare per tutti."

Leggi tutto l'articolo