riflessioni (in mancanza d'altro)

Ieri in macchina, alla radio, ascoltavo un sondaggio di quelli telefonici nel quale veniva chiesta l'esperienza diretta di storie nate nel web e conclusesi nel reale.
Mi venne in mente che giorni fa ne aveva parlato anche Surfinia nel suo "blog" ponendo l'accento sull'ambiguità del web inteso come il dottor Jakyll e Mr.
Hyde.
Ieri sera non c'era la Luna o, se c'era, si nascondeva.
Tornando al sondaggio pensai al culo che hanno quegli extraterrestri che non riusciamo a trovare e, sempre, lasciando fare ai miei circuiti neuronali pensai al cinema americano.
Quel cinema che più che di attori ha sempre avuto bisogno di nemici e di pentimenti.
Iniziò con gli indiani, poi con i russi, poi con i Viet Cong, con i giapponesi, poi con gli arabi.
Fra non molto toccherà ai cinesi ed ogni tanto c'infila dentro gli extraterrestri sempre maligni e vogliosi del nostro pianeta.
Fortunati i Lunari a non essere presenti allo sbarco, soprattutto se sulla Luna ci fossero state un paio di belle minierone ...

Leggi tutto l'articolo