ripristinare gli sconti fiscali sull'efficienza energetica

Ordine del Giorno: Sgravio fiscale del 55% per le misure sull'impiego di fonti rinnovabili ed il risparmio energetico nell'edilizia IL CONSIGLIO PROVINCIALE DI TREVISO PREMESSO CHE: nel quadro delle misure economiche volte a favorire la sostenibilità ambientale ed il rispetto del Protocollo di Kyoto, nelle precedenti Leggi Finanziarie dello Stato erano stati inseriti sgravi fiscali del 55% sull'impiego di fonti rinnovabili ed il risparmio energetico nell'edilizia; in Italia 230.000 famiglie hanno utilizzato questa opportunità mettendo in moto un volano di affari superiore ai 3 miliardi di euro, ripagando lo sgravio fiscale previsto; la Provincia di Treviso partecipa pienamente al Meta Distretto per la Bioedilizia, e più volte l'Amministrazione ed il Consiglio Provinciali hanno ribadito la valenza strategica di questa scelta; nel Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale adottato dal Consiglio Provinciale, sono previste all'Art.
12 specifiche Direttive per la bioedilizia e le energie alternative; nell'iter di votazione della Legge Finanziaria alla Camera dei Deputati è stata bocciata la stabilizzazione anche per i prossimi anni degli sgravi fiscali del 55% sull'impiego di fonti rinnovabili ed il risparmio energetico nell'edilizia.
CONSIDERATO CHE: a fronte sia della crisi economica internazionale e delle sue ricadute anche a livello locale, sia alla saturazione raggiunta dal mercato edilizio della nostra Provincia, si prospetta una crisi del settore dell'edilizia; che la ristrutturazione edilizia secondo crismi di risparmio energetico e di sostenibilità ambientale è uno strumento che può permettere la riqualificazione del sistema di imprese nel settore, dando garanzia di attività alle imprese e salvaguardia dell'occupazione.
CHIEDE AL GOVERNO E AL PARLAMENTO: di valutare l'opportunità di dare sviluppo ad un'economia legata all'edilizia di qualità e al rilancio del sistema delle piccole e medie imprese, che si qualificano in un mercato avanzato e in linea con gli altri Paesi europei; di reinserire le norme che prevedono gli sgravi fiscali del 55% sull'impiego di fonti rinnovabili ed il risparmio energetico nell'edilizia, stabilizzando anche per i prossimi anni provvedimenti che portano notevoli benefici alle famiglie, alle imprese - soprattutto le medie e piccole imprese artigiane che operano nel settore - e danno un contributo concreto al raggiungimento degli obiettivi di Kyoto.
I Consiglieri Stefano Dall'Agata Luca De Marco Stefano Mestriner Marco Scolese Lorenzo Biagi l'ordine del giorno sarà discusso [...]

Leggi tutto l'articolo