risvolti di una politica democratica

Io penso che 5 anni di durata continua di un governo siano un po' lunghi, uno scapestrato potrebbe rovinare un paese, quindi penso che una verifica sull'operato di un governo a metà percorso non sarebbe male.
Cioè fare come negli USA delle votazioni di mezzo termine.
Si potrebbe anche fare, ora rappresento un’idea, ma qui andiamo nella fantascienza: un governo propone di fare una determinata legge e chiede un giudizio propositivo via e mail (ovvio con cittadini già dotati di sistema informatico controllato e affidabile) per una valutazione sulla bontà della legge rappresentata e in base alle risposte decide in merito.
Qualcuno potrebbe dire ma allora cosa servono i politici eletti? Ma non tutti i politici sono competenti e volenterosi (vedasi le assenze di alcuni deputati e/o Senatori alle rispettive Camere).
Poi sarebbe una verifica tra il volere del popolo e quello della classe politica.
Però mi ripeto questa eccessiva democrazia forse non la fanno neanche in Norvegia.
Insomma la cittadinanza non può bovinamente accettare quello che impone un governo che beneficia di un premio di maggioranza che in pratica non è condiviso dalla maggioranza della popolazione.

Leggi tutto l'articolo