santamariadimontevergine

il sito di storia salernitana
a cura di Vincenzo de Simone
 
 
Santa Maria di Montevergine
 
La chiesa, oltre a non essere fruibile, è nascosta all’interno dell’ex complesso monastico, attualmente sede di una comunità di recupero, che vediamo lungo i gradoni di Montevergine. Il sito del complesso appare singolare, poiché esso aderisce alla faccia esterna della murazione longobarda che cala dal castello e la sua facciata non è altro che lo stesso muro opportunamente adattato.
Esso nacque come monastero dell’ordine francescano monialuim pænitentum di santa Chiara sotto il titolo di Santa Maria Maddalena. La sua prima citazione giunta fino a noi è contenuta nella bolla Cum universis di Alessandro IV del 1255, ove il papa elenca i monasteri femminili soggetti all’arcivescovo di Salerno. Il suo sito particolare cui si accennava lo porta a considerarlo extra mœnia, come nel 1269, in loco ubi proprie alla Palearia dicitur, e nel 1292, foris hac salernitanam civitatem a super et prope locum in...

Leggi tutto l'articolo