se vince il no per noi popolo conseguenze negative non ci saranno

 se vince il no per noi popolo conseguenze negative non ci saranno,anzi ci togliamo dalle palle Renzi e Napolitano almeno  si spera Io credo che ci sarà un governo tecnico e poi elezioni perchè la gente è stufa,perchè non ne possiamo più di obbedire a ordini che tutti sappiamo vengono dagli USA , speriamo che con il nuovo presidente in America ci sia un cambiamento,ossia si facciano i cazzi loro,sarà difficile una cosa così,però in Europa il vento sta cambiando e la gente degli usa e delle loro guerre del caxxo nessuno ne vuole più sapere.Il volere portare la democrazia in Africa e medio oriente ha scassato tutto, e portato in Europa il problema immigrazione, non si capisce il perchè il calo demografico da noi è visto come disgrazia invece di risorsa e opportunità, io ci credo alla decrescita felice, meno gente, meno territorio da consumare, più vita naturale, certo che il commercio con l'estero calerà, ma anche il consumismo, consumi e nuoci all'ambiente e alla tua salute, per gli anziani che hanno bisogno di assistenza se veramente siamo umani non li metti con un badante,ma in condizioni di socialità, cioè messi in posti dove c'è vita e dunque salute, certo che messi se fortunati con la badante a un rapporto uno a uno, che pure in gioventù sarebbe nocivo,ossia logorante, ma perchè io scrivo questo?L'anziano, il migrante, il bambino sono diventati merce, lavoro per cooperative di assistenza, come se con l'assistenza mangi,produci e dai ricchezza, mentre l'assistenza deve essere l'ultimo stadio e poi fatta in umanità, cosa che le cooperative non fannoReferendum, Credit Suisse: "Se vince il No non ci saranno conseguenze di sistema.
Ipotesi più probabile: governo tecnico" Referendum Costituzionale       Il report dedicato all'Europa del dopo-Trump smentisce chi sostiene che un possibile esito negativo della consultazione porterebbe il nostro Paese a una crisi politico-finanziaria, con elezioni anticipate e possibile uscita dall'Ue     di F.
Q. | 11 novembre 2016    

Leggi tutto l'articolo