sogno sporco

        blocco nota e sogno sporco   "non fate sogni sporchi!" la mia categoria preferita di sogni, -sogni sporchi- non trae la propria radice da studi di Freud nè Jung, tantomeno da attenta analisi psico-filosofica...
fu l'irreprensibile catechista, donna proba,   moglie virtuosissima, madre amorevole, ad infondere nelle menti docili di un gruppetto di bimbetti settenni  questo "concetto", dando così un bel calcio in culo alla mia (nostra) libertà.
-sogni sporchi- quando poi li ho acchiappati, non li ho trovati sporchi.
evocativi, anticipatori, intelligenti, belli, sensuali, erotici, utili, parlanti, tutto, salvo che sporchi.
ho avuto alle spalle una famiglia accogliente che ai -sogni sporchi- oppose, dolcemente, verità e libertà.
chissà quanta colpa mi sarei portata in giro, visto che, per me, le parole contanto eccome, e pesano, alla stregua di macigni ora, come allora.
la mia unica vergogna, il rimpianto dell'incancellabilità  di una ridicola quanto terribile definizione: - sogni sporchi (da non fare)-, ogni benedetto sogno erotico si porta dietro la rimarchevole qualificazione data da una virtuosa del peccato.
peccato.
       

Leggi tutto l'articolo