torta di rose alla NUTELLA

Qualche tempo fa avevo provato la Torta di Rose "classica" copiata dal blog di Sara, poi gironzolando x la rete mi sono accorta che ne esistono tante varianti, così lunedì scorso ho provato a farla con la nutella.
Inutile dire che è svanita in men che non si dica, anche se a mio avviso è un po' troppo "cioccolatosa", ma io non amandando la cioccolata non faccio testo.
Qui di seguito la ricetta Ingredienti: 500 gr di farina anitoba 100 gr di zucchero 1 bustina di lievito di birra (io uso quello Mastro fornaio) 2 uova 1 bustina di vanillina 1 cucchiaino di sale 1 fialetta di aroma limone 80 gr di burro fuso tiepido 125-150 ml di latte tiepido X la farcitura: nutella o altra cioccolata spalmabile   In un recipiente innanzitutto setaccio la farina a cui mescolo il lievito di birra; dopo di che aggiungo tutti gli altri ingredienti: la vanillina, lo zucchero, il cucchiaino di sale, le uova, la fialetta al limone, il burro tiepido e poco alla volta metto il latte.
Per lavorare l'impasto uso il robot con i ganci (sarebbe meglio l'impastatrice).
Lavorarlo x bene fino al completo assorbimento del latte comunque x circa una decina di minuti.
Riporre poi l'impasto in una ciotola infarinata e coperta con un panno umido x circa 1 ora e mezza fino al raddoppio del suo volume.
Qualche min.
prima dello scadere del tempo mi preparo il necessario x la farcitura; di solito ne faccio metà con crema di burro e metà con marmellata.
Per la crema di burro: in una ciotolina lavoro il burro e lo zucchero fino ad amalgamarli bene.
Ora prendo l'impasto e sul piano di lavoro infarinato lo stendo con in mattarello fino a formare un rettangolo di circa  35X50 cm, poi spalmo la nutella.
Arrotolo la sfoglia dal lato più lungo.
Taglio i rotoli così ottenuti in circa 12 pezzi (in tutto) e li metto in una tortiera di circa 28 cm di diametro foderata con carta forno.
Farla lievitare nuovamente x circa 20 min (coperta con un panno).
Infine cuocere in forno x circa 25- 30 min.; in quello ventilato a 190° - elettrico a 200°.
  Il risultato non è omogeneo come la prima ma questa volta le "rose" le ha tagliate mio figlio di 4 anni, quindi,...

Leggi tutto l'articolo