treni e sicurezza

Febbraio 1983, ricordate il cinema Statuto a Torino.
Una domanda sorge spontanea - a che punto siamo con le norme di sicurezza nei locali pubblici.
Percorsi ed uscite di sicurezza; arredamento, impianti normali e di emergenza, strutture portanti, ecc/ecc.
- Passiamo ora al settore treni.
Le frecce multicolori, meglio note come "tav", presentano le porte di ingresso/uscite assai disagevoli.
Provate a pensare ad una uscita in emergenza in piena linea, magari sopra un ponte.
Sedili ed arredo interno, ma anche gli impianti (forse manca la illuminazione notturna di emergenza) come sono ...
- Quasi quasi ci scommetto un caffè al bar sport.-
"Quando andate a teatro cosa fate … arrivate di corsa, posteggiate, e subito entrate cercando il vostro posto numerato.
Poi vi godete lo spettacolo, gli attori, i loro vestiti multicolori, la loro recitazione, le luci lampeggianti del palcoscenico, la musica dell’ orchestra … perfetto … (molto quasi).
Avete notato che il teatro si trova su di un isolotto precario in mezzo al fiume e per arrivarvi si passa un ponte levatoio.
Che romantico, dicono alcuni … di cattivo presagio dico io.
Ma sono venti anni che non piove, dicono alcuni … ma potrebbe piovere proprio oggi e la piena del fiume portarsi via teatro e spettatori.
Le poltroncine sono quelle di sicurezza anti fiamma, oppure quelle da “fuoco e fuggi”.
I percorsi e le uscite di sicurezza dove si trovano e come sono dimensionati.
Sempre sul dimensionamento … il progettista potrebbe aver sotto dimensionato la struttura per poter fare il regalo di natale al politico che gli approva il progetto.
L’ impresa esecutrice potrebbe aver sotto dimensionato la esecuzione per poter fare il regalo di pasqua al politico che gli approva la esecuzione … (se ho dimenticato di citare qualcuno chiedo scusa, si faccia avanti e vada al’ ufficio cassa a ritirare il proprio obolo caritatevole).
- come dite, qualche volta negli appalti pubblici del dopo terremoto, dopo alluvione, o “pre” mostre e rassegne potrebbe accadere qualcosa di simile.
NO, non dite che faccio “il cassandro” (sarebbe il fratello minore della Cassandra greca).
NON ho mai lavorato alle previsioni del tempo, anzi, si una volta soltanto … ero andato a sostituire la fotocellula guasta della apertura e chiusura del cancello.- martedi sei novembre -"

Leggi tutto l'articolo