una fata....

 breve vancaza in Toscana, una finestra aperta sulla chiesetta e intorno le case del borgo, strette e intime, come la mia stanza tappezzata di gatti...la luce della sera accarezza la mia pelle, appena uscita dalla doccia, appena velata di crema...la stanchezza, dopo una giornata in giro per Lucca, si sente, anche se sotto pelle c'è sempretanta voglia di te.....Ti rivedrò, è solo questione di qualche giorno, ti rivedrò è sentirò le tue mani su di me, sentirò il tuo respiro, il tuo corpo....Ti rivedrò, ti respirerò, ti amerò....però adesso, in questo momento amo questa solitudine, questo letto vuoto e questa atmosfera magica che in questa casa si amplifica.Tra nani e folletti, tra creature del bosco e fantasia......sono la fata del silenzio e nel silenzio mi abbandono......ssssssssssssssss

Leggi tutto l'articolo