vecchie botteghe e...

Sapete quanto mi piaccia andare con la mente ai ricordi di bambina, ed oggi è accaduto ancora...
Stamattina come consuetudine mi trovavo in uno dei centri commerciali della città e facevo la spesa, quando all’improvviso mi è tornato in mente quanto fosse diverso farlo da bambina… Ricordo che non si faceva la spesa in un solo negozio, ma tante piccole botteghe erano a disposizione con cordialità per le tue esigenze… La zona dove abitavo da piccola era vicina al centro storico, ed allora Nuoro era un paesone  che si fregiava del nome di città pur vivendo la realtà prettamente paesana...
La casa dove vivevo, aveva vicino tutto quello che poteva servire senza dover necessariamente usare i mezzi… Per il latte avevamo il lattaio, dal quale ogni mattina presto con il contenitore in alluminio andavo a prendere il latte fresco e che prima d’essere bevuto dovevamo assolutamente far bollire...  Non vi dico la rabbia quando nel latte si formava quella che io ed i miei fratelli chiamavamo panna (un velo consistente che non ci piaceva affatto) per cui rivedo mio padre che col cucchiaino lo eliminava con santa pazienza, altrimenti non c’era verso di farcelo bere… Oggi al contrario il latte lo prendi nella scatola e lo scaldi al microonde… Per la carne avevamo il macellaio, che ti tagliava la carne dopo che ne avevi scelto la parte e la quantità… Mi viene in mente quando mia nonna mi mandava col fogliettino scritto di suo pugno e che gli  consegnavo… E mentre aspettavo, ho bene vivido nella mente l’immagine di me che cercavo di seguirne i movimenti, come quando affilava i suoi grandi coltelli attorniato dalla carne appesa ai ganci e tutt’attorno le mattonelle bianche che ricoprivano le pareti fin quasi al soffitto… Stamattina invece, ho preso la carne tagliata e confezionata dal bancone frigo… Per la piccole cose di casa avevamo il falegname, che lavorava con la porta della bottega aperta e noi andavamo a prenderne i trucioli ed i pezzetti di scarto per costruirci piccoli oggetti...
 Il profumo del legno arrivava fino casa, ed il rumore delle macchine cadenzava quello delle giornate… Oggi si entra dentro i brico center e trovi tutto bello che pronto… E ricordate i tabacchini?  Da piccola andavo a comperare le sigarette a mia nonna e giocavo per lei la schedina del totip… Non esisteva il problema di farmele vendere, perché all’epoca non ricordo bambini che facessero qualcosa di proibito come fumare, ed i tabaccai mi conoscevano per cui, se avessi fatto qualcosa di sbagliato glielo avrebbero [...]

Leggi tutto l'articolo