viaggio

  Eccomi qui di ritorno in questa dimensione.
Son tornata da un viaggio lontano, Dove il tempo non era tempo E non c'era presente né futuro o stagione.
Rapita da un vento minaccioso e potente Trasportata in un luogo solitario Dove si arriva soltanto con la mente.
Cercai qualcosa di conosciuto, Ma intorno a me c'era solo il niente.
Calmatosi il vento, caddi stramazzando al suolo.
Rimasi imprigionata in un solco, Incapace di riprendere il volo.
Fu lì che mi accorsi che le mie certezze E quello che mi dava forza mi aveva abbandonato.
Strinsi i pugni e li sbattei al suolo emettendo un flebile fiato.
Ad un tratto una luce mi avvolse e mi sentii sospesa nel vuoto.
Fui spinta da una forza potente attraverso uno stretto passaggio.
Aprii gli occhi e quel posto era lontano, Come fosse soltanto un miraggio.
Ecco, da li capii che non era ancora il mio tempo.
Gaia

Leggi tutto l'articolo