zelig scritturali!!!

Sircana a causa di occhiate galeotte ai transessuali romani è diventato esilarante, gli esce dalla bocca una battuta dietro l'altra, il suo compito istituzionale è diventato quello di incrementare il buon umore nazionale, ha un successo strepitoso in questo, è senz'altro il portavoce del governo più ridicolo degli ultimi decenni, si è trasformato da serioso portavoce istituzionale in giullare di corte, adeguandosi allo stile del capocomico romano prodi alias mortadella, duo prontissimo per essere scritturato da zelig, sircana in un momento di ispirazione ridicola ha detto che il premier non ha parlato del suo governo a karzai, ne lo ha pregato di darsi da fare per liberare i cinque talebani in cambio del pennivendolo mastrogiacomo, come barzelletta è carina, mette il sorriso anche alla gente meno spiritosa, karzai avrà avuto la sua bella convenienza ad accontentare prodi, avrà pensato :apro i cancelli delle celle ai criminali e l'italia, grata, mi darà una pacca di soldi per rimpinguare le esauste casse dell'afghana repubblica: insomma si era illuso che l'insaccato ambulante avrebbe avesse mantenuto la parola data, ha sfidato mezzo mondo per accontentare prodi, uscito dalla tana il pennivendolo ha scoperto che col cavolo che il nostro insaccato ha fatto i conti per bene, 1° i rapitori hanno mollato il pennivendolo ma trattenuto il suo interprete, 2° i servizi segreti di kabul hanno arrestato il mediatore della trattativa (il sodale del tereso di kabul gino strada) magari per farsi dire dove si nascondono i delinquenti, 3° il terso di kabul constatato il disinteresse della mortadella e di karzai sulle sorti del suo collaboratore e dell'interprete s'è un tantino incazzato, si perché è incazzoso il tereso, ha spifferato tutto quanto doveva rimanere segreto, compreso il piccolo dettaglio che il governo del salumificio prodi ha pagato 2 milioni di euro in novembre per far liberare il fotografo Gabriele torsello, cosa sempre negata dall'insaccato, il premier targato unione si è dichiarato addolorato per l'uccisione dell'interprete, ma non ha speso un aggettivo per lo sfigato intermediario del tereso in questione, una faccia da culo cosi non l'ha avuta mai nessuno, la verità è che ogni sforzo è stato concentrato per il pennivendolo mastrogiacomo, mobilitato il tereso strada, accantonati i servizi segreti, mandato allo sbaraglio un mediatore, e chisseneferga dell'autista trucidato, il pennivendolo è libero, insomma non è che uno scassa cazzo di 26 anni, si è vero giornalista anche lui, ma afgano, cazzo, uno [...]

Leggi tutto l'articolo