'Commento' e 'Opera omnia'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Shakira
In rilievo

Shakira

La scheda:

Alessandro Manzoni - opera omnia - prosa - commento - parafrasi il cinque maggio - parafrasi il 5 maggio - letteratura italiana

    Napoleone è morto. Come il suo corpo rimase immobile dopo aver esalato l'ultimo respiro, così immobile rimase il mondo, colpito, stordito dall'annunzio,     ammutolito, pensando all'ultima ora dell'uomo del destino; nè sa quando il passo di un uomo altrettanto grande tornerà a percorrere le stesse orme macchiate di sangue.     Il mio ingegno poetico lo vide solitario vincitore ed in auge, e tacque e così continuò anche quando, con alterne [...]

Ugo Foscolo - opera omnia - prosa - commento - parafrasi a luigia pallavicini caduta da cavallo - letteratura italiana

      Le Grazie preparino per te i medicamenti che danno sollievo [e] le bende profumate, le stesse che porgevano a Venere, quando una "irrispettosa" spina di un cespuglio di rose punse il suo piede di dea,       quel giorno in cui, fuori di sé per dolore, riempiva di gemiti il sacro monte Ida, e asciugava con i capelli, e allo stesso tempo bagnava di lacrime, il petto sanguinante del giovane cipriota [Adone, di cui era innamorata].       Ora che [...]

Alessandro Manzoni - opera omnia - prosa - commento - parafrasi inni sacri - la pentecoste - letteratura italiana

    Chiesa, Madre dei Santi; tu che rappresenti il regno dei cieli; tu che sei da sempre la custode del sangue di Cristo; tu che dolorosamente combatti e preghi da secoli; tu che diffondi la parola di Dio in ogni parte del mondo;     riferimento di coloro che sperano; tu chiesa dove eri? Quale nascondiglio ti raccoglieva, mentre stavi per nascere, quando Gesù, condotto dai perfidi a morire sul Golgota, bagnò con il suo sangue le zolle del suo altare [...]

Ugo Foscolo - opera omnia - prosa - commento - parafrasi dei sepolcri - letteratura italiana

      Il sonno della morte è forse meno doloroso all'ombra dei cipressi e nei sepolcri su cui i parenti possono piangere i loro morti? Quando il Sole non alimenterà più per i miei occhi la vita del mondo animale e vegetale, quando non potrò più godere dei doni della natura, e quando le ore del futuro non danzeranno più dinnanzi a me ricche di lusinghe, né potrò più udire, o caro Pindemonte, la tua poesia malinconica, né più sentirò nel cuore [...]

Alessandro Manzoni - opera omnia - prosa - commento - parafrasi inni sacri - il natale - letteratura italiana

    Come un masso, che cadendo dalla cima di un pendio lungo e ripido precipita a valle lungo la via scoscesa, e lí batte sul fondo e vi resta;     e resta immobile nella sua inerte pesantezza, né nel corso dei secoli potrà mai piú rivedere il sole delle cime su cui stava un tempo, se una potenza benevola non lo trasporterà in alto:     cosí giaceva l'uomo figlio di quell'Adamo che aveva commesso il peccato originale, dal giorno in cui una potente [...]

Alessandro Manzoni - opera omnia - prosa - commento - parafrasi marzo 1821 - letteratura italiana

Cappelli scuri, fronte alta, sguardo espressivo, naso ne troppo grande ne troppo piccolo, viso rotondo con un bel colorito, labbra sottili e bocca piccola, parlata a volte veloce a volte lenta, ma mai ingiuriosa, che se ha da dir quel che pensa lo dice, altrimenti tace. Di mente e corpo giovane, ma non audace, leggermente rude, ma buono d'animo. Amo la gloria, la solitudine e la natura, e la poesia (del biondo dio Apollo), posso provar disprezzo ma mai odio, [...]

Alessandro Manzoni - opera omnia - prosa - commento - parafrasi marzo 1821 - letteratura italiana

    Soffermandosi sulla sponda arida, rivolto lo sguardo al Ticino appena attraversato, pensando intensamente a ciò a cui stavano andando incontro, rassicurati nel cuore dall'antico valore , hanno giurato: che non accada mai più che questo fiume segni il confine tra due rive straniere: non ci sian più barriere all'interno dell'Italia!     Lo hanno giurato: altri valorosi hanno risposto a quel giuramento provenienti da altre parti [...]

Alessandro Manzoni - opera omnia - prosa - commento - parafrasi inni sacri - la risurrezione - letteratura italiana

    [Cristo] è risorto: come fu ripresa alla morte la sua preda, come ha vinto le porte nere della morte, come è di nuovo salvo colui che si trovò in balìa altrui? io lo giuro in nome di Dio Padre che lo strappo via dal regno dei morti,     Egli è risorto: il suo capo non è più avvolto dal sudario; è risorto: ad un lato del sepolcro vuoto sta, rovesciata, la pietra tombale: il Signore si risvegliò, come un uomo forzuto che è stato ubriacato dal [...]

Ugo Foscolo - opera omnia - prosa - commento - parafrasi alla amica risanata - letteratura italiana

      Così come dagli abissi marini appare la stella cara a Venere, con i suoi raggi simili a chiome stillanti di rugiada tra le tenebre che fuggono, e adorna il suo percorso nel cielo con la luce solare,       così le tue divine membra sorgono dal letto dove giacesti malata, e in te ritorna a vivere la bellezza, la splendida bellezza dalla quale le menti dei mortali, inclini per natura a perdersi in vane follie, ebbero l'unico conforto ai loro [...]

&id=HPN_'Commento'+e+'Opera+omnia'_" alt="" style="display:none;"/> ?>