'Ente Nazionale Idrocarburi' e 'Regione Basilicata'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Max Biaggi
In rilievo

Max Biaggi

La scheda:

I rifiuti tossici che “diventano” innocui - Ecco come Eni avrebbe smaltito illecitamente i rifiuti prodotti dall’estrazione del petrolio in Basilicata...

I rifiuti tossici che “diventano” innocui - Ecco come Eni avrebbe smaltito illecitamente i rifiuti prodotti dall’estrazione del petrolio in Basilicata...

      . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping . .   I rifiuti tossici che “diventano” innocui - Ecco come Eni avrebbe smaltito illecitamente i rifiuti prodotti dall’estrazione del petrolio in Basilicata...   Un secondo processo per Eni. In Basilicata i rifiuti pericolosi del petrolio diventano “innocui” Avrebbe smaltito illecitamente i rifiuti prodotti dall’estrazione del petrolio. Manomettendo i dati li avrebbe fatti passare per [...]

Eni Viggiano, allo studio un memoriale

Eni Viggiano, allo studio un memoriale

(ANSA) – POTENZA, 2 NOV – La Procura della Repubblica di Potenza sta valutando i contenuti di un “memoriale” scritto dall’ingegner Gianluca Griffa, di 38 anni – morto suicida nel 2013 in un bosco di Montà d’Alba (Cuneo) – che era stato responsabile del centro oli di Viggiano (Potenza) dell’Eni e che aveva descritto i problemi tecnici dell’impianto che sarebbero stati scoperti dai magistrati potentini alcuni anni dopo. L’Eni, interpellata [...]

Eni chiude l'impianto di Val d'Agri in Basilicata dopo le accuse della Regione

Eni chiude l'impianto di Val d'Agri in Basilicata dopo le accuse della Regione

(Teleborsa) - Dopo le polemiche susseguitesi nei giorni scorsi sulle presunte "inadempienze e ritardi" di Eni in relazione all'impianto di petrolio in Basilicata, la società del cane a sei zampe ha deciso la chiusura temporanea del Centro Olio Val d’Agri e di conseguenza ha dato avvio alle procedure per il fermo dell’impianto. Lo ha annunciato oggi Eni con una nota, affermando che "tale decisione è stata presa per rispetto delle posizioni espresse dal [...]

Basilicata sospende attività centro oli Eni per disastro ambientale - Ma sempre troppo tardi. Gianni Girotto (M5s, sempre loro, solo loro) aveva denunciato in Parlamento il crimine già 2 mesi fa!

Basilicata sospende attività centro oli Eni per disastro ambientale - Ma sempre troppo tardi. Gianni Girotto (M5s, sempre loro, solo loro) aveva denunciato in Parlamento il crimine già 2 mesi fa!

  . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping . Basilicata sospende attività centro oli Eni per disastro ambientale - Ma sempre troppo tardi. Gianni Girotto (M5s, sempre loro, solo loro) aveva denunciato in Parlamento il crimine già 2 mesi fa!     Ad un anno da Trivellopoli Pittella decide finalmente di fermare il COVA. L’uovo di Pasqua ha portato una bella sorpresa per gli abitanti della Val D’Agri e per tutti i Lucani: dopo una serie interminabile di [...]

Dissequestrato Centro oli Eni a Viggiano

Dissequestrato Centro oli Eni a Viggiano

(ANSA) - POTENZA, 1 GIU - La Procura della Repubblica di Potenza ha disposto il "dissequestro temporaneo" del Centro oli di Viggiano (Potenza) dell'Eni dove, fino al 31 marzo scorso, venivano trattati circa 75 mila barili di petrolio al giorno, prima del sequestro di due vasche e di un pozzo di reiniezione nell'ambito dell'inchiesta sul petrolio in Basilicata. Lo ha reso noto l'Eni, che ha ricevuto oggi la notifica del dissequestro. Ieri i consulenti della Procura [...]

LETTERA rassicurante dell'amministratore delegato di ENI agli abitanti della BASILICATA

Di seguito si riporta integralmente il testo della lettera che Claudio Descalzi, amministratore delegato di ENI, ha scritto ai più diffusi quotidiani della Basilicata, per rendere edotti i Lucani della realtà dei fatti e per rassicurarli circa l'mpegno della società per il futuro della nostra Regione: “Caro Direttore (e quindi Cari Lucani), dopo tanti anni di presenza di Eni sul territorio, con le nostre persone e le nostre attività, mi sento di dire che in [...]

Eni mette in cassa integrazione i lavoratori del centro oli di Viggiano

(Teleborsa) - Eni reagisce con impeto alla conferma da parte del Tribunale di riesame di Potenza del sequestro di impianti funzionali all'operatività del Centro Olio Val d’Agri, disposto dalla Procura di Potenza. Ieri, infatti, il colosso energetico italiano ha informato le Organizzazioni Sindacali che avvierà nell'immediato un piano di riallocazione delle risorse nell'ambito delle proprie attività e, contestualmente, attiverà le procedure per la richiesta [...]

Eni: cig 430 addetti centro oli Viggiano

Eni: cig 430 addetti centro oli Viggiano

(ANSA) - POTENZA, 19 APR - L'Eni ha annunciato ai sindacati l'avvio delle procedure per collocare in cassa integrazione ordinaria i 430 addetti al centro oli che la compagnia ha a Viggiano (Potenza), bloccato dal 31 marzo scorso nell'ambito dell'inchiesta sul petrolio in Basilicata. La compagnia ha incontrato oggi Cgil, Cisl, Uil, Filtcem, Femca e Uiltec. Le organizzazioni lucane dei lavoratori parlano di "segnali negativi anche da alcune aziende dell'indotto", [...]

Federica Guidi, il compagno indagato per Eni Viggiano. Il ministro al telefono: “Domani passa quell’emendamento”

E’ indagato anche Gianluca Gemelli, il compagno del ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, nell’inchiesta della Dda di Potenza che ha portato all’arresto di cinque funzionari e dipendenti del centro oli Eni a Viggiano, in provincia di Potenza. Gli inquirenti li considerano responsabili a vario titolo di “attività organizzate per il traffico e lo smaltimento illecito di rifiuti”. E per questo li hanno arrestati (disposti i domiciliari per [...]

Eni: a Potenza un presidio 'a favore'

(ANSA) - POTENZA, 9 SET - Un migliaio, tra imprenditori e lavoratori dell'indotto Eni in Val d'Agri, hanno organizzato stamani a Potenza un presidio per "sollecitare" il rispetto degli accordi tra la Regione e l'Eni del 1998, in particolare per quel che riguarda le opere da realizzare e la tutela dei livelli occupazionali. Al presidio hanno partecipato circa 1.200 persone, con un centinaio di automezzi (comprese una decina di gru) e circa 20 autobus provenienti da [...]

Eni, Shell e Total all’assalto della Basilicata

Roma decide. La Basilicata dovrà diventare il Texas italiano. Dai 38 pozzi petroliferi odierni agli oltre 400 futuri. Ma la paura non si compra coon le royalties, e gli studenti scendono in strada. Leggi tutto...

&id=HPN_'Ente+Nazionale+Idrocarburi'+e+'Regione+Basilicata'_" alt="" style="display:none;"/> ?>