'Giuseppe Impastato' e 'Giustizia'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Theresa May
In rilievo

Theresa May

La scheda:

deleted

deleted

La resilienza dinanimista contro le mafie: Peppino Impastato spiegato ai ragazzi Ucciso dalla mafia per cento (e più) passi di libertà... dalle pagine del "Corriere della Sera"

La resilienza dinanimista contro le mafie: Peppino Impastato spiegato ai ragazzi Ucciso dalla mafia per cento (e più) passi di libertà... dalle pagine del "Corriere della Sera"

Peppino Impastato spiegato ai ragazzi Ucciso dalla mafia per cento (e più) passi di libertà Il 9 maggio 1978 il giornalista e conduttore radiofonico muore, dilaniato da una esplosione sui binari della ferrovia Trapani-Palermo. Decise di non abbandonare mai la sua terra, la sua Cinisi, che voleva liberare dal cancro della criminalità. La sua testimonianza è ancora oggi un esempio di coraggio per quanti hanno voglia — a testa alta — di parlare, lottare, [...]

Accadde oggi! Ode a Peppino Impastato!!!!

Peppino Impastato non lottava per la vostra legalitá classista, Peppino era un comunista e un anticapitalista e lottava per i diritti dei lavoratori e del suo territorio per una rivoluzione sempre possibile da costruire partendo sempre dal basso. Non fate passare un rivoluzionario per un difensore della vostra legalitá borghese che affama frange di societá sempre piu ampie dividendoci falsamente tra buoni e cattivi facendoci perdere di vista il vero nemico. [...]

Un fuoco chiamato Peppino - A 39 anni dall'assassinio di Peppino Impastato NOI NON LO DIMENTICHIAMO

Un fuoco chiamato Peppino - A 39 anni dall'assassinio di Peppino Impastato NOI NON LO DIMENTICHIAMO

  . . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . .   Un fuoco chiamato Peppino - A 39 anni dall'assassinio di Peppino Impastato NOI NON LO DIMENTICHIAMO Peppino Impastato, assassinato il 9 maggio 1978, come Roberto Mancini, Rita Atria, Ilaria Alpi e tantissimi altri e altre, non è rimasto mai alla finestra. La commemorazione che non è accompagnata dalla stessa determinazione del gridare contro tutte le mafie e nel costruire ogni giorno un mondo [...]

Con gli occhi di Peppino Impastato

Con gli occhi di Peppino Impastato

  Pubblicato: 09/05/2016 12:30 CEST Aggiornato: 09/05/2016 13:17 CEST   Se c'è una cosa che non sfugge a tutti noi, è lo sguardo dell'eroe, fiero ma tenero, lucido di speranza e velato appena di tristezza, talvolta proiettato oltre l'azione del presente per contemplare da lontano l'importanza del coraggio, la potenza dell'ironia, la transitabilità del pensiero, la delicatezza della bellezza. L'eroe è una persona che si assume le responsabilità degli [...]

CHI ERA PEPPINO IMPASTATO

CHI ERA PEPPINO IMPASTATO

Giuseppe Impastato nacque  a Cinisi (Palermo) il 5 gennaio 1948 in una famiglia mafiosa. Il padre Luigi durante il conflitto mondiale aveva trascorso tre anni al confino proprio per il suo coinvolgimento nella malavita organizzata. La madre, Felicia Bartolotta, mostrò sempre ostilità nei confronti delle attività del marito. Peppino fu molto colpito dalla morte dello zio, il boss Cesare Manzella, che nel 1963 fu fatto saltare in aria nella sua auto imbottita [...]

“… la nostra pena non ha testimoni” (Peppino Impastato)

  Appartiene al tuo sorriso l'ansia dell'uomo che muore, al suo sguardo confuso chiede un po’ d'attenzione, alle sue labbra di rosso corallo un ingenuo abbandono, vuol sentire sul petto il suo respiro affannoso: è un uomo che muore. Peppino Impastato Cinisi, 5 gennaio 1948 – Cinisi, 9 maggio 1978       per non dimenticarti mai e dirti grazie sempre

"Io da oggi mi chiamo anche Peppino"

"Io da oggi mi chiamo anche Peppino"

    di Piero Murineddu Nella notte tra l'otto e il nove maggio 1978, un eroico giovane  siciliano fu barbaramente e vigliaccamente fatto fuori da mani mafiose. Giusto trent'otto anni fa.  "Buongiorno a te e grazie del pensiero. Ieri ho avuto una giornataccia ed oggi mi sento uno straccio. Purtroppo non mi sento di venire. Lode a Sennori”.  E’ quanto ieri mattina ha risposto un’amica di Sorso al mio invito di partecipare alla commemorazione in memoria [...]

Ieri erano i 35 anni dalla morte di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia: ricordarlo è un dovere

Ho cercato di riprodurre in minima parte la passione ed il coraggio di un uomo con questo mio articolo (scritto ieri per la testata giornalistica Bloglive) ed i video che esso contiene. Peppino Impastato, un eroe da non dimenticare..........MAI! Trovate il mio articolo integrale al link: http://www.bloglive.it/oggi-fanno-35-anni-dalla-morte-di-peppino-impastato-ucciso-dalla-mafia-ricordarlo-e-un-dovere-99484.html

PEPPINO IMPASTATO E LA SUA MAMMA

PEPPINO IMPASTATO E LA SUA MAMMA

                                          Il 7 dicembre 2004 a Cinisi muore Felicia Bartolotta Impastato madre di Peppino.Dalla morte del figlio, Felicia ha aperto la sua casa a tutti coloro che volev ano conoscere Peppino. Diceva: «Mi piace parlarci, perché la cosa di mio figlio si allarga, capiscono che cosa significa la mafia. E ne vengono, e con tanto piacere per quelli che vengono! Loro si immaginano: ‘Questa è siciliana e tiene la [...]

Ponteranica: il sindaco ci riprova. Il 5 giugno sarà rimossa la targa di Peppino Impastato - Firma l'appello

Ponteranica: il sindaco ci riprova. Il 5 giugno sarà rimossa la targa di Peppino Impastato - Firma l'appello

  AntimafiaDuemila.com A Ponteranica avevano già provato a rimuovere la targa dedicata a Peppino Impastato presso la biblioteca comunale. Poi, le voci di protesta hanno prodotto un giusto ripensamento. Ora ci riprovano.  Martedì prossimo 5 GIUGNO la biblioteca che era intitolata a Peppino Impastato verrà intitolata al povero padre sacramentino Baggi, al quale non era stato possibile intitolarla prima perché non erano passati i cinque anni dalla morte. [...]

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli NAPOLI  - Cancellati i nomi di Garibaldi, Vittorio Emanuele e Umberto I. Al loro posto quello di alcuni briganti o di vittime della mafia come Peppino Impastato e Pio La Torre. Un vero e proprio blitz è stato compiuto nella notte a Napoli, in occasione della giornata che celebra i 150 anni dell'ingresso di Giuseppe Garibaldi e dei Mille in città. Gli aderenti al Laboratorio Insurgencia hanno sovrapposto sulle [...]

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli

Blitz cancella nome di Garibaldi da strade di Napoli NAPOLI  - Cancellati i nomi di Garibaldi, Vittorio Emanuele e Umberto I. Al loro posto quello di alcuni briganti o di vittime della mafia come Peppino Impastato e Pio La Torre. Un vero e proprio blitz è stato compiuto nella notte a Napoli, in occasione della giornata che celebra i 150 anni dell'ingresso di Giuseppe Garibaldi e dei Mille in città. Gli aderenti al Laboratorio Insurgencia hanno sovrapposto sulle [...]

Da Danilo Dolci a Peppino Impastato le radio libere del coraggio

Da Danilo Dolci a Peppino Impastato le radio libere del coraggio

Sereno Dolci ha inviato un messaggio ai membri di AMICI DI DANILO DOLCI. Sereno DolciApril 1, 2010 at 12:46pm Oggetto: Repubblica 31 Marzo:sulle radio libere di Danilo&Peppino..puoi condividere? Da Danilo Dolci a Impastato le radio libere del coraggio Repubblica — 31 marzo 2010 pagina 1 sezione: PALERMO LA VIOLENZA contro la parola. È un classico: quando un regime, una democrazia debole o un'organizzazione criminale non ce la fanno più, le uniche armi che [...]

Bari - 'Mafiopoli' - Resistere al potere della mafia, l’esempio di Peppino Impastato

Bari - 'Mafiopoli' - Resistere al potere della mafia, l’esempio di Peppino Impastato

“Mafiopoli” è una parola che ha coniato Peppino Impastato, giovane siciliano ucciso dalla malavita organizzata il 9 maggio 1978. Chissà quante volte l’avrà ripetuta dalle frequenze di radio “Aut” quando sferzava una violenta satira nei confronti della criminalità locale. Lui era così: coraggioso, assetato di giustizia e libertà, fiducioso in un mondo diverso. Il suo esempio è ben impresso in “Resistere a Mafiopoli”, libro che Giovanni Impastato [...]

Salvare l'Italia dalla Lega è ormai una priorità ineludibile

Agghiacciante notizia di oggi: il sindaco leghista del comune di Ponteranica, paesino nel bergamasco, ha deciso di rimuovere la targa della biblioteca comunale che era intitolata a Peppino Impastato, con la motivazione che è preferibile onorare la memoria di personaggi locali, piuttosto che quella di meridionali. Non ci credete? Leggetela con i vostri occhi  Se non sapete o non ricordate chi è Peppino Impastato e non avete visto quel meraviglioso film a lui [...]

MAFIA: MISIANI (PD), RIMOZIONE TARGA IMPASTATO A PONTERANICA DETTATA DA OTTUSITA' IDEOLOGICA

MAFIA: MISIANI (PD), RIMOZIONE TARGA IMPASTATO A PONTERANICA DETTATA DA OTTUSITA' IDEOLOGICA

"E' una decisione stupida, dettata dall'ottusità ideologica." E' il commento di Antonio Misiani, deputato bergamasco del Pd, di fronte alla decisione del sindaco di Ponteranica di rimuovere dalla biblioteca la targa dedicata a Peppino Impastato. "La Lega" - continua Misiani - "da anni racconta la storiella che la mafia riguarda solamente alcune regioni del mezzogiorno. Ma rimuovere il problema come se non esistesse è esattamente ciò di cui hanno bisogno i boss [...]

Lirio Abbate, Se la mafia si offende

da LA STAMPA 27/6/2009 Se la mafia si offende LIRIO ABBATE Sono trascorsi trentun anni dall’omicidio di Peppino Impastato. Alla mafia quella figura di «rivoluzionario», che con l’ironia e lo sfottò ha affrontato i clan di Cinisi, ancora oggi non va giù. A distanza di tanto tempo i figli dei mafiosi vicini al boss Tano Badalamenti tentano di demolirne la figura di antimafioso, provando a riproporre la tesi che Peppino era «un terrorista» morto mentre [...]

IO E LE MAFIE

NEL TRENTENNALE DALL’ UCCISIONE DI PEPPINO IMPASTATO E TONINO ESPOSITO FERRAIOLI Nei primi giorni di maggio di trent’anni fa venivano trucidati dalla mafia due uomini, Peppino Impastato a Cinisi in Sicilia e Tonino Esposito Ferraioli a Pagani nel salernitano o meglio nel cuore dell’agronocerino, impuniti i suoi assassini materiali e i mandanti, anche se in città tutti ne conoscono i nomi. Il nove maggio scorso si è tenuto a Cinisi la marcia nazionale contro [...]

Tempo di libri

Tempo di libri

E' tempo di libri. E' sempre tempo di libri ma in questi giorni di più. Come ormai è tradizione, anche quest'anno le "strade di polvere", che normalmente conducono lontano, questa volta mi portano vicino a casa, a una mezz'ora di bicicletta, nei luminosi e frastornanti saloni della Fiera del Libro del Lingotto di Torino. E' quasi banale ribadire che si può viaggiare in molti modi, tirare in ballo il legame inscindibile tra viaggio e cultura, ribadire che [...]

&id=HPN_'Giuseppe+Impastato'+e+'Giustizia'_" alt="" style="display:none;"/> ?>