'Hiroshima' e 'Prefettura di Hiroshima'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Sistema elettorale
In rilievo

Sistema elettorale

La scheda:

LA VERITA' SU HIROSHIMA E NAGASAKI

E' da un pezzo che mi affanno a spiegare di come la atomiche sul Giappone siano state un crimine gratuito. Questo documentario spiega, finalmente, di come siano state gettate in funzione antisovietica e non per la "pace", come da sempre e tutt'ora asserito. "...ma aspettare significava aprire alla Unione Sovietica le porte dell'Asia…"...al minuto 20'07 la VERA SPIEGAZIONE delle insensate e criminali atomiche sul Giappone "...e Truman diffida delle ambizioni [...]

73 anni fa - Hiroshima e Nagasaki in una foto: il bimbo con il fratellino morto sulla schiena

73 anni fa - Hiroshima e Nagasaki in una foto: il bimbo con il fratellino morto sulla schiena

      . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping .   73 anni fa - Hiroshima e Nagasaki in una foto: il bimbo con il fratellino morto sulla schiena   Hiroshima e Nagasaki in una foto: il bimbo con il fratellino morto sulla schiena L'immagine di Joe O'Donnell è passata alla storia. Documenta tutta la tragedia del sei agosto 1945 quando "Enola Gay" sganciò su Hiroshima "Little Boy", la prima bomba atomica a uso bellico Sono passati 73 anni. Il 6 agosto [...]

deleted

deleted

6 agosto 1945, Hiroshima - 73 anni fa uno dei più gravi e schifosi crimini contro l'umanità: gli Americani, quelli che oggi si ergono a giudici del mondo, lanciarono l'attacco atomico contro i civili di un paese che si era gia arreso!

6 agosto 1945, Hiroshima - 73 anni fa uno dei più gravi e schifosi crimini contro l'umanità: gli Americani, quelli che oggi si ergono a giudici del mondo, lanciarono l'attacco atomico contro i civili di un paese che si era gia arreso!

    . . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   6 agosto 1945, Hiroshima - 73 anni fa uno dei più gravi e schifosi crimini contro l'umanità: gli Americani, quelli che oggi si ergono a giudici del mondo, lanciarono l'attacco atomico contro i civili di un paese che si era gia arreso!   Il 6 agosto 1945 alle ore 8:15, un aereo statunitense sganciò la bomba all’uranio Little Boy sulla città giapponese di Hiroshima. Quella mattina, [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Hiroshima e Nagasaki hanno salvato l’umanità

Era una guerra già vinta nel ’45, un popolo ridotto alla fame ma che ancora fiero combatteva senza un fine preciso. Per spezzargli le ultime velleità si decise di sganciare due bombe atomiche su due città di poca importanza strategica, ma sufficientemente popolate. Ma qual’era il fine ? Di teorie se ne sono sentite tante che vanno dall’evitare agli americani una guerra in giappone che avrebbe causato un numero altissimo di perdite tra gli alleati, il [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Ripensando Hiroshima e Nagasaki -4-

  Un albero non può crescere nel mondo se non affonda le radici nella terra.   La contemplazione cristiana, lo zazen la calata verticale di una sincera ricerca personale inquadrata o no in una religione storica sono il fuoco in un terribile inverno.   La giustizia sociale l'eguaglianza economica e politica l'equilibrio con la natura la gioia e la nonviolenza sono il suo calore che avanza.    

Ripensando Hiroshima e Nagasaki -3-

  Il progresso materiale è inessenziale riguardo la felicità dell'essere umano. Su di un piatto della bilancia sempre maggiori ritrovati tecnici sull'altro pari conseguenze negative. L'indice graduato della felicità segna complessivamente lo stesso valore.   Dove sta l'errore?   Semplicemente in questo: ab initio l'uomo è in fuga.   Non è ancora in grado, su larga scala di ottenere l'unica vittoria essenziale:   realizzare la sua natura originaria. E [...]

Hiroshima e Nagasaki

Sono trascorsi settant'anni dalla bomba atomica; il dolore di allora e la tragedia devono farci riflettere sulla follia umana. I sopravvissuti raccontano di un'esistenza di interventi chirurgici, di isolamento e di dolore e questo, insieme, al ricordo di chi non c'è più è il tormento maggiore per il Giappone e, spero ma dubito, per tutta l'umanità.

Ripensando Hiroshima e Nagasaki -2-

  "La lotta di classe esiste e i ricchi l'hanno vinta"   è stato detto.    Ma ciò che pochi dicono è che questa vittoria è stat ottenuta in una                                  prigione,   le cui alte mure avvolgono  ugualmente vincitori e vinti.   C'è infatti una prigione che ingabbia  la mente di tutti gli esseri umani alla stessa maniera.   È la percezione della "realtà" divisa tra "sé" e "non sé"   Dove poi la [...]

&id=HPN_'Hiroshima'+e+'Prefettura+di+Hiroshima'_" alt="" style="display:none;"/> ?>