'Licenziamento' e 'Direttore'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Francesca Cipriani
In rilievo

Francesca Cipriani

La scheda:

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Ricondotta ad unitarietà la disciplina del licenziamento dei dirigenti da Cass. Su n. 7880/2007

Ricondotta a unitarietà la disciplina del licenziamento dei dirigenti    Sommario: 1. Il pensiero delle Su espresso in Cass. n. 7880/2007 – 2. Il precedente orientamento, ora ricusato,  che riservava ai soli dirigenti apicali il licenziamento ad nutum – 3. Il nostro dissenso  in ordine alla limitazione del regime di libera recedibilità solo per il dirigente apicale, espresso nel 2000, ora risultante in armonia con le statuizioni delle Su – 4. La [...]

Obbligo di motivazione licenziamento dirigenti e diritto di difesa - Cass. sez. un. n. 7880/2007

Obbligo di motivazione (e conseguente diritto di difesa ex art. 7 Stat. lav.) per la risoluzione del rapporto ontologicamente disciplinare con qualunque tipologia di dirigente (apicale, medio, minore)   Cass. Sez. un. civ., 30 marzo 2007, n. 7880 - Pres. Carbone – Rel. Vidiri- Pm Iannelli (conf.) - Ricorrente Mari – Controricorrente Acquedotto pugliese Spa   Dirigenti  (apicali, medi e minori) – Applicabilità, ai fini del recesso sia per fatto colpevole [...]

Licenziamento per il direttore delle Poste che preleva 69.000,00 euro dai risparmi dei clienti con modalità illecite

Un lavoratore di Poste Italiane, con le mansioni di direttore di filiale, effettua numerosi prelievi da un libretto di risparmio intestato a due anziani coniugi, ricoverati in una casa di riposo, pur essendo privo di delega e con modalità illecite, vale a dire attraverso la falsa sottoscrizione di documenti. Alla fine, l'importo complessivo prelevato risulta pari a ben 69.000,00 euro. L'azienda apre quindi un procedimento disciplinare a carico del lavoratore, al [...]

Il licenziamento del dirigente

Quali sono le tutele di cui gode il dirigente in caso di licenziamento? In caso di licenziamento, il dirigente ha le stesse tutele previste per gli altri lavoratori subordinati? In caso di licenziamento, il dirigente ha diritto alla reintegrazione nel posto di lavoro? I dirigenti appartenenti alle varie categorie (apicali, medi, bassi, pseudo dirigenti) hanno diritto alle stesse tutele in caso di licenziamento? Che differenza c'è tra motivi soggettivi di [...]

Licenziamento del dirigente e svolgimento della sua prestazione lavorativa

Che rapporto esiste tra il licenziamento del dirigente e: la sua preparazione professionale? l'adempimento della sua prestazione lavorativa? gli obiettivi fissati dal datore di lavoro? le direttive impartite dal datore di lavoro? le modalità con cui viene svolta la prestazione lavorativa? la vigilanza sugli uffici? le conseguenze subìte dall'azienda? lo svolgimento dell'attività produttiva? ... Puoi continuare a leggere l'articolo cliccando qui!

Motivi di licenziamento del dirigente

Da quali disposizioni è disciplinato il licenziamento del dirigente? Che caratteristiche deve avere il licenziamento del dirigente? Quali sono i casi in cui il datore di lavoro può licenziare un lavoratore dirigente? Quali sono i comportamenti del dirigente che possono giustificare il suo licenziamento? Che rapporto deve esserci tra fatto commesso dal dirigente e licenziamento dello stesso? Quali sono i principi che il datore deve rispettare nell'intimare il [...]

Il licenziamento del dirigente e la reintegrazione nel posto di lavoro

Un lavoratore dirigente viene licenziato per giusta causa. Senonché il dipendente impugna il recesso e chiede la reintegrazione nel posto di lavoro. Il tutto sulla base dell’art.18 dello Statuto dei Lavoratori. Si oppone all’impugnazione l’azienda, secondo la quale l’art.18 dello Statuto dei Lavoratori non è applicabile alla figura del dirigente, per cui lo stesso non può chiedere la reintegrazione nel posto di lavoro. Il lavoratore, però, eccepisce di [...]

Lettera di licenziamento del dirigente senza motivazione

Un lavoratore dirigente viene licenziato dalla propria azienda per motivi economici. La lettera di licenziamento, tuttavia, non contiene alcuna motivazione. Il dirigente impugna allora il licenziamento e chiede il risarcimento del danno. In giudizio l’azienda fornisce finalmente la motivazione del licenziamento; per tale ragione il datore di lavoro ritiene che il risarcimento del danno non sia dovuto. Si oppone invece il dirigente, ad avviso del quale la [...]

Il licenziamento del dirigente per mancato raggiungimento degli obiettivi

Il caso del quale ci occupiamo riguarda un lavoratore dirigente. L’azienda contesta al dipendente il mancato raggiungimento degli obiettivi fissati e quindi apre un procedimento disciplinare a suo carico. Nell’ambito del procedimento disciplinare il dirigente ammette il mancato raggiungimento degli obiettivi, ma si difende sostenendo di non averli potuti realizzare per colpa dell’azienda. In particolare il dirigente sostiene di non essere stato supportato [...]

TV2000 - l'ex Direttore Dino Boffo agisce legalmente verso il suo "ingiurioso" licenziamento

TV2000 - l'ex Direttore Dino Boffo agisce legalmente verso il suo "ingiurioso" licenziamento

Sulla Testata online “PrimaOnline.it” (del gruppo “Prima Comunicazione”) è apparso oggi, giovedì 27 febbraio, un breve articolo riguardante Dino Boffo ed il suo licenziamento da Direttore della Emittente televisiva Tv 2000. Dal citato articolo (rintracciabile qui: http://www.primaonline.it/2014/02/26/179541/boffo-licenziamento-ingiurioso/) si apprende che Boffo avrebbe adito le vie legali per il detto licenziamento nei confronti dell’Editore. Riportiamo [...]

Il licenziamento del dirigente e la rilevanza dei suoi poteri

All’interno dell’azienda il lavoratore dirigente svolge una serie variegata di compiti. Si va infatti dal dirigente apicale, con funzioni più ampie, al medio o basso dirigente, con compiti più limitati. Maggiori poteri attribuiti, se da una parte presuppongono una maggiore fiducia concessa al lavoratore, dall’altra aprono le porte a numerose condotte idonee a farla venir meno. In altre parole, più il dirigente ha potere d’agire (e fa uso di tale potere), [...]

L’ufficio competente ad intimare il licenziamento disciplinare del dirigente pubblico

Il dirigente pubblico che si rende protagonista di condotte tali da ledere il rapporto di fiducia con l’ente di appartenenza può vedersi irrogare il licenziamento disciplinare. Tale provvedimento rappresenta la più grave delle sanzioni disciplinari applicabili. In passato alcune amministrazioni pubbliche ritenevano che il licenziamento disciplinare potesse essere irrogato facendo ricorso al procedimento previsto per far valere la responsabilità dirigenziale [...]

Le garanzie procedurali nel licenziamento disciplinare del dirigente

Tra le cause di licenziamento che possono interessare il lavoratore dirigente vi sono quelle legate a motivi disciplinari. In proposito si parla di licenziamento disciplinare tutte le volte in cui il lavoratore si renda protagonista di una condotta colposa o comunque manchevole nei confronti del datore di lavoro. Per anni si è discusso se al dirigente dovessero o meno applicarsi le garanzie previste per il procedimento disciplinare (diritto alla contestazione [...]

Illegittimo il licenziamento del dirigente punito per aver fatto valere un proprio diritto

La vicenda. Un lavoratore dirigente ricorre al Giudice del Lavoro, lamentando di essere stato dequalificato nel corso degli ultimi anni, passando via via dal ruolo di direttore del personale e dell’organizzazione dell’intero gruppo aziendale, a mansioni sempre meno rilevanti, fino ad arrivare a presiedere una società del gruppo con impegno assai ridotto, esauribile recandosi appena due volte alla settimana presso la sede della società, per firmare atti già [...]

Legittimo il licenziamento del dirigente in caso di trasferimento dei suoi incarichi ad altro soggetto

Un lavoratore dirigente viene assunto da una società. Nel contratto è previsto un patto di non licenziabilità che garantisce al dirigente la stabilità reale del posto di lavoro. Successivamente, a seguito di vari passaggi societari (incorporazioni, costituzioni di nuove società, conferimenti di rami aziendali, ecc.), il dirigente vede cambiare diversi datori di lavoro: prima viene assunto da una seconda società (che incorpora la prima), infine (a seguito di [...]

Il licenziamento del dirigente con affidamento delle sue mansioni ad altro collega

La vicenda.   Un lavoratore dirigente addetto alle vendite viene licenziato per ragioni di ristrutturazione aziendale. Le sue mansioni, tuttavia, anziché essere soppresse, vengono affidate dal datore di lavoro ad altri lavoratori. Il lavoratore, a questo punto, ritenendo il proprio licenziamento ingiustificato, decide di impugnare lo stesso e di portare la questione in giudizio. In primo grado, però, il Tribunale dà ragione all’azienda. Il lavoratore propone [...]

&id=HPN_'Licenziamento'+e+'Direttore'_" alt="" style="display:none;"/> ?>