'Principe' e 'Judah il Principe'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Engagement
In rilievo

Engagement

La scheda:

Machiavelli a chi ha dedicato al sua opera "Il principe"?

Machiavelli a chi ha dedicato al sua opera "Il principe"? "Lo dedicò a Lorenzo di Piero de Medici, scrisse tale opera durante il ritiro presso al sua proprietà."

Rispondi

"Il Principe" e  Senigallia

"Il Principe" e Senigallia

In occasione del non so quale centenario della pubblicazione de  "Il principe" di Machiavelli mi pare adatta la pubblicazione di questa lapide che la città di Senigallia ha affisso sull'edificio che sorge là dove il fatto storico avvenne. Machiavelli lo racconta qui e lo rende eterno. Non sono molte le città che avrebbero osato ricordare nella pietra un fatto così efferato e vergognoso. Ma è la storia e comunque della propria storia Senigallia è attenta [...]

Machiavelli: il cinquecentenario de Il Principe.

Machiavelli: il cinquecentenario de Il Principe.

Il 16 settembre 1512 i partigiani dei Medici occupavano il Palazzo e la Repubblica Fiorentina, per conto della quale il nostro aveva avuto incarichi anche importanti, cessava di esistere. Il 7 novembre è privato degli incarichi, e, sospettato di aver preso parte alla congiura del Boscoli, è arrestato, incarcerato e addirittura torturato. L'elezione, l' 11 marzo 1513 del cardinale de Medici al soglio pontificio, gli aprirà le porte del carcere, il suo ritorno [...]

Il Principe i fedelissimi e i candidati......

Il Principe i fedelissimi e i candidati......

Quest'anno nato  nel segno  dell'antipolitica celebra  un compleanno  speciale  della politica.E' infatti  l'anno  giubilare,  in cui vide la luce ,500 anni ,"IL PRINCIPE",anzi l'unico PRINCIPE ITALIANO  che abbiamo conquistato  il mondo. Dico "Il Principe" di Nicolò Machiavelli ,l'opera  politica  più grande  e più letta  nel mondo ,amata da tutti i potenti del mondo. Di quell'opera capolavoro  (che ogni tanto leggo e fate bene anche voi di [...]

IL PRINCIPE" O MEGLIO "DE PRINCIPATIBUS" (1513). UN OMAGGIO A NICCOLO’ MACHIAVELLI.

IL PRINCIPE" O MEGLIO "DE PRINCIPATIBUS" (1513). UN OMAGGIO A NICCOLO’ MACHIAVELLI.

ITALIA: STORIA E POLITICA (1513-2013). MACHIAVELLI CONTRO OGNI TIRANNIA E CONTRO OGNI POPULISMO: C’E’ CAPO E "CAPO" E STATO E "STATO"!!! LA QUESTIONE DELLO STATO: "IL PRINCIPE" O MEGLIO "DE PRINCIPATIBUS" (1513). UN OMAGGIO A NICCOLO’ MACHIAVELLI. Una nota di Sergio Romano - con un saggio (pdf) di Federico La Sala Lascio al lettore decidere se fra l’epoca di Machiavelli e la nostra corra qualche analogia. Mi limito a osservare che questo Stato [...]

N. Machiavelli, Il Principe, cap. XXV

Talvolta, soprattutto quando si attraversano periodi storici particolarmente burrascosi, si ha l’impressione che ci sia un Destino che domini la realtà e l’uomo non abbia altra possibilità che quella di accettare la sorte e sottomettersi ad essa. Ma l’uomo possiede la libertà, per cui è piú corretto attribuire alla Fortuna solo la responsabilità della metà delle cose che ci capitano. Dell’altra metà i responsabili siamo noi. 

Da "Il Principe" #3

Sendo dunque uno principe necessario sapere bene usare la bestia , debbe di quelle pigliare la  golpe e il lione, perché il lione non si defende da' lacci, la golpe non si defende da‘ lupi.  Bisogna adunque essere golpe a conoscere è lacci e lione a sbigottire e' lupi.    Coloro che stanno semplicemente in sul lione non se ne intendono.   Non può, pertanto, uno signore prudente né debbe osservare la fede, quando tale osservanzia li torni contro  e che [...]

Da "Il Principe" #2

Dovete adunque sapere come sono due generazioni di combattere. L'uno con le leggi, l'altro con la forza. Quel primo è proprio dell'uomo, quel secondo è della bestia. Ma, perché el primo molte volte non basta, conviene ricorrere al secondo.     Pertanto a uno principe è necessario sapere bene usare la bestia e l'uomo.  Questa parte è stata insegnata a' principi copertamente dagli antichi scrittori. Li quali scrivono come Achille e molti altri di quelli [...]

Da "Il Principe" #1

Quanto sia laudabile in uno principe mantenere la fede e vivere con integrità e non con astuzia, ciascuno lo intende; non dimanco, si vede per esperienza ne' nostri tempi quelli principi avere fatto gran cose che della fede hanno tenuto poco conto, e che hanno saputo con l'astuzia aggirare e' cervelli degli uomini; e alla fine hanno superato quelli che si sono fondati in sulla lealtà. N.Machiavelli

&id=HPN_'Principe'+e+'Judah+il+Principe'_" alt="" style="display:none;"/> ?>