'Promessa' e 'Appalto'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

La scheda:

Risoluzione del contratto d'appalto con obbligo di restituire parte delle somme incassate, Il condomino non può svignarsela, deve pagare le spese al condominio altrimenti si becca un decreto ingiuntivo

Cass., sez. II Civile, sentenza del 29/01/2013, n. 2049 Il condomino non può ritardare il pagamento delle rate di spesa in attesa dell'evolvere delle relazioni contrattuali tra condominio e soggetti creditori di quest'ultimo. Scaricherebbe altrimenti sugli altri condomini gli oneri del proprio ritardo nell'adempimento. Deve invece adempiere all'obbligazione verso il Condominio e, qualora dalla gestione condominale residuino avanzi di cassa, vuoi per mancate spese, [...]

Art. 37 C. Appalti: l'obbligo di dichiarare le quote di partecipazione sussiste anche in caso di A.T.I. costituende

Art. 37 C. Appalti: l'obbligo di dichiarare le quote di partecipazione sussiste anche in caso di A.T.I. costituende

Se partecipi in A.T.I. non puoi proprio permetterti di dimenticare di chiarire, preventivamente, chi delle associate farà che cosa e quanto è la quota di partecipazione di ciascuna impresa all'A.T.I. E ciò tanto nel caso di servizi, quanto nell'ipotesi di A.T.I. orizzontali o semplicemente costituende. La regola generale. "Poiché l'art. 37 del D. Lgs n. 163 del 2006, al comma 13, con disposizione valida anche per gli appalti di servizi, stabilisce che i [...]

Art. 37 codice appalti: l'obbligo di indicare preventivamente la divisione delle quote vale anche per le ATI costituende

Secondo il Consiglio di Stato l'obbligo di dichiarare preventivamente la divisione delle quote tra le participanti all'A.T.I. sussiste anche nell'ipotesi di A.T.I. costituende e, sembrerebbe, anche a prescidere dalla specifica prescrizione del bando. Secondo il T.A.R. Lazio, la cui sentenza è gravata di appello, "la mancata indicazione delle quote di partecipazione delle imprese partecipanti ad alcuni raggruppamenti concorrenti, tra cui quello aggiudicatario, non [...]

IL CAPITOLATO D'APPALTO DELLA NETTEZZA URBANA VIENE APPLICATO E OSSERVATO IN MANIERA CORRETTA?

Dalla Nuova Sardegna del 30/09/2009 Lo chiede, con una interrogazione al sindaco, il consigliere comunale del Pd, Francesco Federico.Il consigliere chiede di sapere se le ditte appaltatrici stiano rispettando il capitolato d’appalto, quale grado di controllo, monitoraggio e verifica l’amministrazione comunale ha finora effettuato. E ancora: «se le ditte appaltatrici abbiano in uso e dotazione gli automezzi previsti; se gli stessi siano idonei; se, sulla base [...]

Codice Appalti proroga

Codice Appalti: terzo decreto correttivo e proroga dei terminiDECRETO LEGISLATIVO: Ulteriori disposizioni correttive e integrative del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante il Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, a norma dell'articolo 25, comma 3, della legge 18 aprile 2005, n. 62. ESAME PRELIMINAREConsiglio dei Ministri n.8 del 27/06/2008Il Consiglio, su proposta del Presidente del Consiglio, Berlusconi, ha approvato [...]

LA CORTE di GIUSTIZIA EUROPEA SUGLI APPALTI dI VIGILANZA

 bandi per servizi di vigilanza in Italia violano la concorrenza" La Corte di Giustizia sugli appalti di vigilanza Il testo della sentenza La Corte di Giustizia, con una fondamentale decisione resa nota negli scorsi giorni, ha dichiarato l'intero sistema italiano dei servizi di vigilanza privata, in contrasto con i principi comunitari.   In particolare: 1. Il giuramento di fedeltà alla Repubblica italiana Non è fondamentale la previa prestazione di un [...]

&id=HPN_'Promessa'+e+'Appalto'_" alt="" style="display:none;"/> ?>