'Recensione' e 'Biagio'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Music
In rilievo

Music

La scheda:

Signs, recensione di Biagio Giordano

Signs, recensione di Biagio Giordano

Signs, di Manoj Night Shyamaian, con Mel Gibson, Joaquin Phoenix, produzione Usa, anno 2002, genere fantascienza, durata 106 minuti. A seguito della scomparsa della moglie, deceduta in un incidente stradale, giovane reverendo (Mel Gibson), depresso, si ritira nella sua fattoria con i due figli e il fratello minore dopo di ché abbandona i voti religiosi. Una mattina al risveglio scopre nel suo campo di mais dei giganteschi geroglifici disegnati in varie forme [...]

Il confine dell'inganno, recensione di Biagio Giordano

Il confine dell'inganno, recensione di Biagio Giordano

Il confine dell'inganno, di John Fasano, con Cyntia Gibb, Nicole Munoz, Z. Santiago, produzione Usa, anno 2007, genere thriller, durata 88 minuti. Stati Uniti. Il piccolo aereo di linea su cui viaggiano Valerie, sua figlia di 13 anni Claire, e il passeggero Marcus, ha una avaria ai motori e finisce sulle montagne dello Yucon, il pilota muore a seguito di un disperato tentativo di atterraggio che vede a un certo punto l'aereo perdere le ali contro degli alberi e [...]

Hysteria, recensione di Biagio Giordano

Hysteria, recensione di Biagio Giordano

Hysteria, di Tanya Wexler, con Hugh Dancy, Maggie Gyllenhaal, produzione GB, anno 2011, genere commedia, durata 100 minuti. 1880. Nella pudica Londra vittoriana, il giovane dottor Mortimer Granville è estremamente critico verso i primari dei vari ospedali in cui lavora, sopratutto a causa della mancanza delle più elementari norme igieniche nei reparti in cui vengono trattati questioni cliniche inerenti a patologie dell'utero. Ripetutamente licenziato, il dottore, [...]

Saw Legacy, recensione di Biagio Giordano

Saw Legacy, recensione di Biagio Giordano

Saw legacy, di Michael e Peter Spierig, con Tobin Bell, Hannah Anderson, Laura Vandervoort, Matt Passmore, Callum Keith Rennie, Mandela Van Peebles, Usa- Canada, durata 88 minuti, genere horror, anno 2017. Una serie di omicidi portano il marchio di Jigsaw, le forze dell'ordine indagano, ma si trovano a dare la caccia ad un uomo già considerato morto da tempo, finché rimangono intrappolati in un gioco orrendo, sadico, giustizialista. John Kramer sembra essere [...]

Misterioso omicidio a Manhattan, recensione di Biagio Giordano

Misterioso omicidio a Manhattan, recensione di Biagio Giordano

Misterioso omicidio a Manhattan, di Woody Allen, con Diane Keaton, Alan Alda, A. Huston, Woody Allen, produzione Usa, anno 1993, genere commedia, durata 107 minuti. Una coppia borghese di Manhattan, sposata senza figli, colta, amante del bello e dello spettacolo, particolarmente curiosa dei comportamenti delle persone animate da modi fare strani, sospetta che il vicino di casa, con cui hanno appena fatto amicizia, abbia ucciso la moglie. Occorre risolvere il [...]

La chiave, recensione di Biagio Giordano

La chiave, recensione di Biagio Giordano

La chiave, un film di Tinto Brass con Stefania Sandrelli, Frank Finlay, Franco Branciaroli, Eolo Capritti, Tinto Brass, Armando Marra, Milly Corinaldi, Enzo Turrin, Barbara Cupisti, Gino Cavalieri. Genere Erotico durata 108 minuti. Produzione Italia 1983. Pieno successo di questo film, di genere erotico, nella stagione 1983/1984. Tinto Brass, geniale fotografo dell'erotismo cinematografico più visionario, inventore del suggestivo primo piano della macchina da [...]

Fur: Un ritratto immaginario di Diane Arbus, recensione di Biagio Giordano

Fur: Un ritratto immaginario di Diane Arbus, recensione di Biagio Giordano

Fur: Un ritratto immaginario di Diane Arbus, di Steven Shainberg, con Nicole Kidman, Robert Downej Jr., produzione Usa, anno 2005, durata 117 minuti, genere drammatico. 1958. La giovane e bella Diane Nemerov (Nicole Kidman), è la figlia di una agiata famiglia ebrea trasferitasi a New York dalla Russia. E' coniugata con Allan Arbus, un fotografo di moda di elevata professionalità, ed è madre di Grace e Sophie che la donna abitua fin da piccoli alle [...]

Money monster, recensione di Biagio Giordano

Money monster, recensione di Biagio Giordano

Money monster, L'altra faccia del denaro, di Jodie Foster, con George Clooney, Julia Roberts, Usa, anno 2016, 98 minuti, commedia. Lee Gates (George Clooney) nel suo lavoro è poco più di uno strillone mediatico carismatico, conduttore di un programma TV centrato su banali consigli per gli acquisti in borsa, dettati da forze finanziarie oscure. Un giorno, a seguito del crollo finanziario di un titolo da lui caldamente consigliato, irrompe nello studio TV un [...]

Colpevole di omicidio, recensione di Biagio Giordano

Colpevole di omicidio, recensione di Biagio Giordano

Colpevole di omicidio, di Michael Caton-Jones, con Robert de Niro, F. mcDormand, Usa, 2002, poliziesco,100 minuti. New York. Poliziotto (Robert de Niro), dalle apparenze dure, che in realtà nasconde diversi traumi e delusioni a causa di un padre rapinatore infanticida, e un divorzio avvenuto con pesanti strascichi filiali, è chiamato ad assumersi straordinarie responsabilità quando suo figlio, che non vede da 15 anni, tossicodipendente, uccide per legittima [...]

Trauma, recensione di Biagio Giordano

Trauma, recensione di Biagio Giordano

Trauma, di Dario Argento, con Christofer Rydell, Asia Argento, James Russo, Frederic Forrest, Brad Dourif, produzione Stati Uniti-Italia, casa di produzione First look studios, anno 1993, genere thriller, durata 112 minuti. New York. Il film. Prima scena, in uno studio medico una dottoressa di colore dopo aver aperto incautamente la porta viene aggredita da uno sconosciuto dalle sembianze maschili. L'uomo la decapita con uno strano aggeggio meccanico a forma di [...]

La sindrome di Stendhal, recensione di Biagio Giordano

La sindrome di Stendhal, recensione di Biagio Giordano

La sindrome di Stendhal, di Dario Argento, con Asia Argento, Thomas Kretschmann, produzione Italia, genere thriller, anno 1996, durata 120 minuti. Una giovane poliziotta, Anna Manni (Asia Argento), appartenente alla squadra antistupro, viene inviata a Firenze per fornire indizi su un serial killer che stupra e uccide le donne, l'assassino le sceglie in base al tipo di fantasma inconscio che esse suscitano in lui attraverso: il comportamento, li sguardi, i tratti [...]

Il fiume della paura, recensione di Biagio Giordano

Il fiume della paura, recensione di Biagio Giordano

Il fiume della paura, (The River Wild, Il fiume selvaggio), di Curtis Hanson, Meryl Streep, Joseph Mazzello, Kevin Bacon, produzione Usa, anno 1994, durata 111 minuti, genere thriller. Boston, bella coppia con figli, lei insegnante di rafting lui architetto, attraversano una crisi familiare con conseguenti grosse difficoltà nella comunicazione. Lei decide di evadere dai preoccupanti pensieri ossessivi che ne derivano, portando il figlio e il cane a fare rafting [...]

Chiamata da uno sconosciuto, recensione di Biagio Giordano

Chiamata da uno sconosciuto, recensione di Biagio Giordano

Chiamata da uno sconosciuto, di Simon West, con Camilla Bell, Tommy Flanagol, genere thriller, anno 2006, produzione Usa, durata 87 minuti. Remake di Quando chiama uno sconosciuto (1979). Giovane e bella babysitter, liceale, un po' in crisi col fidanzato che sembra snobbarla per un'altra, viene chiamata di sera a sorvegliare due bambini mentre dormono, i piccoli si stanno rimettendo da una influenza, i loro genitori hanno deciso di cenare presso un ristorante per [...]

Perfect Getaway - Una perfetta via di fuga, recensione di Biagio Giordano

Perfect Getaway - Una perfetta via di fuga, recensione di Biagio Giordano

Perfect Getaway - Una perfetta via di fuga (A Perfect Getaway) è un film thriller del 2009, scritto e diretto da David Twohy. I neosposi Cliff e Cydney partono in auto per la loro luna di miele scegliendo posti naturalistici, come possono essere quelli semi incontaminati di alcuni isolotti delle Hawaii. Essi immaginano immersioni in acque limpide ed esplorazioni affascinanti in zone in parte ancora da scoprire. Durante un'escursione su uno dei tanti isolotti, i [...]

Stand by me - Ricordo di un'estate, recensione di Biagio Giordano

Stand by me - Ricordo di un'estate, recensione di Biagio Giordano

Stand by Me - Ricordo di un'estate (originale Stand by Me = Stammi vicino) è un film drammatico del 1986 diretto da Rob Reiner, tratto dal racconto Il corpo (The Body), presente nelle novelle: Stagioni diverse, di Stephen King. Estate 1959: Gordon "Gordie" Lachance, Chris Chambers, Teddy Duchamp e Vern Tessio sono quattro amici dodicenni con diversi problemi, per lo più di tipo nevrotico-familiare. Essi vivono in una piccola cittadina dell'Oregon denominata [...]

Wolfman, recensione di Biagio Giordano

Wolfman, recensione di Biagio Giordano

Wolfman, film di Joe Johnston, con Benicio del Toro, Antony Hopkins, produzione Usa e Regno Unito, 2010, genere horror, 103 minuti, remake del classico film L'uomo lupo. Oscar per il trucco e l'acconciatura. Inghilterra 1891. In seguito alla morte del fratello Ben, Lawrence Talbot (Benicio del Toro) figlio primogenito di sir John Talbot (Antony Hopkins), torna a casa nella brughiera di Blackmoor dopo una lunga assenza. Suo fratello è morto sbranato da una bestia, [...]

L'assassino, recensione di Biagio Giordano

L'assassino, recensione di Biagio Giordano

L'assassino, di Elio Petri, con Marcello Mastroianni, Micheline Presle, Italia, poliziesco, 1961, 105 minuti, bianco e nero. Disonesto e cinico antiquario (Marcello Mastroianni) è il maggior indiziato nel caso dell'assassinio della sua ex amante: una donna sposata, con qualche anno di più, che l'aveva aiutato nella affermarsi socialmente e che temeva di essere lasciata per una donna più giovane. Esordio alla regia di Elio Petri con un giallo che convince, per [...]

Il ponte delle spie, recensione di Biagio Giordano

Il ponte delle spie, recensione di Biagio Giordano

Il ponte delle spie, di Steven Spielberg, con Tom Hanks, Mark Rylance, Amy Ryan. 2015, USA, thriller, 2 ore e 22 minuti. 1957, prosegue la guerra fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica, tra gran parte del mondo capitalista e gran parte del mondo comunista. Avvocato americano di assicurazioni, James Donovan, di notevole forza caratteriale e intelligenza professionale, ha il difficile compito di difendere una spia russa di nome Rudolf Abel (è l'attore Mark [...]

Il cavaliere pallido, recensione di Biagio Giordano

Il cavaliere pallido, recensione di Biagio Giordano

Il cavaliere pallido, di Clint Eastwood, con Michael Moriarty, Clint Eastwood, USA, 1985, genere western, 113 minuti. Il film è la narrazione epica delle vicende di uno straniero solitario, bello e buono, molto bravo con la pistola, coraggioso e giusto, disposto a battersi per i suoi principi incarnando un personaggio la cui finzione costruita ad arte, crea una identificazione tenace tra lo spettatore e la star, con risvolti via via di approvazione etica per come [...]

L'attentato, recensione di Biagio Giordano

L'attentato, recensione di Biagio Giordano

L'attentato, di Yves Boisset, con Jean-Luois Trintignant, Michel Piccoli, Gian Maria Volonte, Jean Seberg, Philippe Noiret, Michel Bouquey, anno 1972, produzione Italia - Francia, durata 113 minuti. Il film. Sadiel (Gian Mari Volontè), ex capo politico dell'opposizione in Marocco, si è rifugiato in Svizzera. L'uomo è un idealista di forte temperamento politico, proveniente da famiglie povere, cosa quest'ultima che gli ha procurato spesso dolore nelle sue [...]

&id=HPN_'Recensione'+e+'Biagio'_" alt="" style="display:none;"/> ?>