'omicidio volontario' e 'Comune di Torino'

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Christina (given name)
In rilievo

Christina (given name)

La scheda:

Stefano Leo, il video dell'omicidio a Torino: «Said Mechaquat in fuga con una busta in mano»

Stefano Leo, il video dell'omicidio a Torino: «Said Mechaquat in fuga con una busta in mano»

I carabinieri di Torino hanno diffuso il video della fuga di Said Mechaquat, l’italo-marocchino che lo scorso 23 febbraio ha ucciso Stefano Leo, il giovane biellese di 34 anni ammazzato ai Murazzi con una coltellata alla gola. Nel filmato si vede Said che passeggia in piazza Vittorio, per poi camminare lungo il Po, spostarsi verso via Napione all’angolo con Corso San Maurizio, e avviarsi verso i Murazzi. In mano ha una busta di plastica: dopo l’omicidio, [...]

Stefano Leo, il video dell'omicidio a Torino: «Said Mechaquat in fuga con una busta in mano»

Stefano Leo, il video dell'omicidio a Torino: «Said Mechaquat in fuga con una busta in mano»

I carabinieri di Torino hanno diffuso il video della fuga di Said Mechaquat, l’italo-marocchino che lo scorso 23 febbraio ha ucciso Stefano Leo, il giovane biellese di 34 anni ammazzato ai Murazzi con una coltellata alla gola. Nel filmato si vede Said che passeggia in piazza Vittorio, per poi camminare lungo il Po, spostarsi verso via Napione all’angolo con Corso San Maurizio, e avviarsi verso i Murazzi. In mano ha una busta di plastica: dopo l’omicidio, [...]

Stefano Leo, il video dell'omicidio a Torino: «Said Mechaquat in fuga con una busta in mano»

Stefano Leo, il video dell'omicidio a Torino: «Said Mechaquat in fuga con una busta in mano»

I carabinieri di Torino hanno diffuso il video della fuga di Said Mechaquat, l’italo-marocchino che lo scorso 23 febbraio ha ucciso Stefano Leo, il giovane biellese di 34 anni ammazzato ai Murazzi con una coltellata alla gola. Nel filmato si vede Said che passeggia in piazza Vittorio, per poi camminare lungo il Po, spostarsi verso via Napione all’angolo con Corso San Maurizio, e avviarsi verso i Murazzi. In mano ha una busta di plastica: dopo l’omicidio, [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Uomo Italiano Confessa Triplice Omicidio a Torino

Triplice Omicidio a Torino. Confessa un Uomo Italiano! Un uomo italiano è stato accusato dopo aver confessato un triplice omicidio nel nord-ovest Italia. Giorgio Palmieri è stato arrestato durante la notte del 3 gennaio,  per l'omicidio di tre persone nella a Caselle Torinese, a nord di Torino. Ha confessato di aver ucciso Claudio Allione, 66 anni, la moglie Maria Angela Greggio, 65 anni e la sua anziana madre, Emilia Campo Dall'Orto di 94 anni, con un [...]

Dopo la storica sentenza di Torino contro la ThyssenKrupp, che ha equiparato la morte sul lavoro a omicidio volontario

Dopo la storica sentenza di Torino contro la ThyssenKrupp, che ha equiparato la morte sul lavoro a omicidio volontario

INCIDENTI LAVORO: AL VIA PROCESSI SARAS, MINEO, MOLFETTA     Il processo che inizia domani al Tribunale di Cagliari nei confronti dei vertici della Saras, rinviati a giudizio con l'accusa di omicidio colposo per l'incidente alla raffineria di Sarroch del 26 maggio 2009, rappresenta per molti versi un procedimento-apripista per altri casi che hanno fatto scalpore nel Paese. Sui quali c'è forte attesa dopo la sentenza di Torino per il processo ThyssenKrupp, che ha [...]

Maurizio Minghella, il "Mostro di Torino

Maurizio Minghella, il "Mostro di Torino

 Killer » Serial killer italiani » Maurizio Minghella, il "Mostro di Torino" Maurizio Minghella, il "Mostro di Torino" La carriera del killer seriale Maurizio Minghella, uno dei più feroci e crudeli assassini italiani, comincia con una condanna a vita nel 1982. Libero dopo 17 anni riprende a uccidere e, dal 2005, è tornato a essere definitivamente un ergastolano. Fa ginnastica tutte le mattine e sogna di essere trasferito in un istituto del Nord Italia, [...]

Donna uccisa con tre spari al volto Si segue la pista dell'omicidio passionale

NEL TORINESE. La vittima aggredita nella sua abitazione a Riva di Chieri, forse da un conoscente. Inutili i soccorsi   TORINO - Una 36enne italiana, di cui non sono state rese note le generalità, è stata uccisa mercoledì mattina a Riva di Chieri, nel Torinese. Raggiunta da tre colpi di arma da fuoco al volto nella sua abitazione, forse da un conoscente, la donna è stata subito soccorsa dal personale del 118. È deceduta durante il trasferimento all'ospedale [...]

21 febbraio 2001 - Compiuto il Delitto di Novi Ligure da parte di Erika e Omar

Delitto di Novi Ligure Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Con il termine delitto di Novi Ligure si è soliti indicare un noto caso di cronaca nera svoltosi a Novi Ligure il 21 febbraio 2001. Intorno alle ore 19:50 di quel giorno, Erika De Nardo (Novi Ligure, 28 aprile 1984), che all'epoca aveva soltanto 16 anni, uccise a colpi di coltello la madre Susy Cassini (Novi Ligure, 15 Settembre 1959), contabile di 41 anni, ed il fratello Gianluca De Nardo (Novi [...]

Alberto Stasi è un pedofilo?

  Dieci nuove immagini pedopornografiche sul computer di Alberto Stasi. Fotografie e filmati che ritraevano bambini in atteggiamenti inequivocabili con adulti. I nuovi file, che si aggiungono alle 13 foto e ai quattro filmati che il 20 dicembre 2007 costarono la doppia accusa di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico all'ex studente bocconiano (all'epoca ancora indagato per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, uccisa il 13 agosto precedente a [...]

Rosaria Amato, Rostagno operaio sociologo  e sessantottino

Rosaria Amato, Rostagno operaio sociologo e sessantottino

da LA REPUBBLICA, 23 MAGGIO I primi anni a Torino, con i genitori, dipendenti della Fiat che leggevano l'Unità La laurea a Trento, gli anni all'estero, Macondo a Milano. Le compagne, le figlie Rostagno, operaio, sociologo e sessantottino Da Lotta Continua a Saman, fino ai killer Trovò la morte in Sicilia, dove aveva fondato una comunità di recupero per tossicodipendenti Le ipotesi più diverse per il delitto, e infine l'affermarsi della pista mafiosa di ROSARIA [...]

Thyssen, per l'ad l'accusa è omicidio volontario

Thyssen, per l'ad l'accusa è omicidio volontario

  Lo ha deciso il gup di Torino, Francesco Gianfrotta. Rinvio a giudizio anche per gli altri cinque imputati. Devono rispondere del rogo che lo scorso dicembre costò la vita a sette operai. I familiari: "E' la nostra prima, grande vittoria" L’amministratore delegato della ThyssenKrupp, Harald Espenhahn, dovrà rispondere di omicidio volontario per il rogo che lo scorso 6 dicembre costò la vita a sette operai nello stabilimento di Torino. È la prima volta che [...]

Giustizia a Torino,un paese ormai alla deriva.

Giustizia a Torino,un paese ormai alla deriva.

"Non li arresto perché è inutile" Il gip nega il carcere per 34 trafficanti: "Con queste leggi uscirebbero subito" RAPHAËL ZANOTTI e GIUSEPPE LEGATO TORINO Nessuno lo penserebbe mai, ma dietro a cinque piccoli arresti per spaccio di sostanze stupefacenti si nasconde uno dei casi più interessanti d’Italia: un omicidio, tre sicari, un pentito, i rapporti della criminalità calabrese con quella di una grande città del Nord come Torino. E soprattutto un nuovo [...]

&id=HPN_'omicidio+volontario'+e+'Comune+di+Torino'_" alt="" style="display:none;"/> ?>