Achille Occhetto

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Località
In rilievo

Località

Achille Occhetto

La scheda: Achille Occhetto

Achille Leone Occhetto (Torino, 3 marzo 1936) è un politico italiano. È stato l'ultimo segretario del Partito Comunista Italiano (dal 1988) e il primo segretario del Partito Democratico della Sinistra (fino al 1994), è stato cofondatore e vicepresidente del Partito del Socialismo Europeo nel 1990, deputato e presidente della Commissione Affari esteri della Camera (dal 1996 al 2001), membro del Consiglio d'Europa dal 2002 al 2006.


deleted

deleted

A livello umano per questi giornalai che strisciano e slinguazzano (ormai la lingua si è quasi dissolta) lungo il tragico percorso del killer di Prodi, Veltroni, Occhetto.

A livello umano per questi giornalai che strisciano e slinguazzano (ormai la lingua si è quasi dissolta) lungo il tragico percorso del killer di Prodi, Veltroni, Occhetto.

Lo ius soli si imbuca alla festa del Pd: Veltroni lancia l'appello, Gentiloni ne fa un impegno di governo, Renzi non coglie Sulla cittadinanza si gioca il finale di legislatura: guerra di posizionamenti Dem. Il segretario: "Le urne, corpo a corpo con la destra ovunque" Che bello Mauro,Renzi non coglie ,che giornalista più che altro neutrale.L'huffington è sfinito,sono 2 giorni che è ossessionato da renzi e il pd riposatevi [...]

EVENTI: Achille Occhetto

Dal 1966 al 1969 fu responsabile della Sezione centrale di Stampa e propaganda, e fece parte del ristretto Ufficio di segreteria, dal quale appoggia attivamente, assieme a Luigi Longo, il movimento del Sessantotto.

Dal 1966 al 1969 fu responsabile della Sezione centrale di Stampa e propaganda, e fece parte del ristretto Ufficio di segreteria, dal quale appoggia attivamente, assieme a Luigi Longo, il movimento del Sessantotto.

Nel 1965 venne inviato da Luigi Longo, assieme a Giancarlo Pajetta, Pompeo Colaianni, Aldo Natoli ed Emilio Sarzi Amadé, per una missione attraverso tutti i paesi del blocco sovietico per valutare le varie posizioni sulla guerra del Vietnam: viaggiarono nell'Est Europa, in Unione Sovietica, in Cina, in Indonesia.

Nel 1965 venne inviato da Luigi Longo, assieme a Giancarlo Pajetta, Pompeo Colaianni, Aldo Natoli ed Emilio Sarzi Amadé, per una missione attraverso tutti i paesi del blocco sovietico per valutare le varie posizioni sulla guerra del Vietnam: viaggiarono nell'Est Europa, in Unione Sovietica, in Cina, in Indonesia.

Nel 2017 ha invitato a firmare, in vista delle elezioni politiche del 2018, per la lista +Europa capeggiata da Emma Bonino.

Nel 2017 ha invitato a firmare, in vista delle elezioni politiche del 2018, per la lista +Europa capeggiata da Emma Bonino.

Nel 1961 si trasferisce a Roma dove, prima di diventare Segretario Generale della FGCI, assume la direzione nazionale degli universitari comunisti e diventa Direttore del settimanale Nuova generazione.

Nel 1961 si trasferisce a Roma dove, prima di diventare Segretario Generale della FGCI, assume la direzione nazionale degli universitari comunisti e diventa Direttore del settimanale Nuova generazione.

Il 14 dicembre 2007 ha aderito al movimento Sinistra Democratica di Fabio Mussi e nel dicembre 2009 al progetto costituente di Sinistra Ecologia Libertà.

Il 14 dicembre 2007 ha aderito al movimento Sinistra Democratica di Fabio Mussi e nel dicembre 2009 al progetto costituente di Sinistra Ecologia Libertà.

"Il pensiero di un ottuagenario": Dialogo tra Achille OCCHETTO e Fiorenzo BARATELLI

"Il pensiero di un ottuagenario": Dialogo tra Achille OCCHETTO e Fiorenzo BARATELLI

Lunedì 10 Aprile 2017 – ore 17 Biblioteca Ariostea – Sala Agnelli Dialogo tra Achille OCCHETTO e Fiorenzo BARATELLI Coordina: Roberto CASSOLI Il dialogo, nell’ambito del ciclo «Libertà»,  verterà sul libro di Achille Occhetto «Pensieri di un ottuagenario. Alla ricerca della libertà dell’uomo.» (Sellerio editore).   Un lungo viaggio tra politica e filosofia. Una riflessione sul tema della libertà e del determinismo attraverso la lezione dei [...]

deleted

deleted

Iei c'èra Occhetto (ma dove è finito ??) .Oggi c'è Renzi (ma in quale sgabuzzino finirà..)

Iei c'èra Occhetto (ma dove è finito ??) .Oggi c'è Renzi (ma in quale sgabuzzino finirà..)

 Di solito gli sbruffoni rischiano  magre figure... (anche Occhetto ,l'Uomo della Provvidenza ,con i due angioletti D'Alema e Veltroni. Furono loro i primi ad affossare il partito.. ) Il leader della sinistra  con la sbruffonaggine  incorporata ,a partire da Occhetto e per finire  con l'Asfaltatore Renzi.L'ingenuo  Sindaco  non si è reso conto  che sulle sue  asfaltature,  Silvio  ci passerà sopra  con un rullo compressore..... Altro che Palazzo Chigi.

Ho rivisto l'uomo chiamato Occhetto...

Ho rivisto l'uomo chiamato Occhetto...

L'ho rivisto dopo tanto tempo. Era al mare spiaggiato,il nostro mare ha restituito il corpo vivo e panciuto del nostro Achille di Via  delle Botteghe oscure.L'ho visto affiorare  dai flutti,prima il "tallone",il mitico tallone di Achille ,poi i suoi occhi da Panda e infine il suo volto ,antichizzato  da un pizzo bianco  d'antenato del Pd.Lui è stato un martire di D'Alema e Veltroni; i due bambini "discolacci" che un tempo si divertivano a fare scivolare zio [...]

Curzio Maltese, Achille Occhetto: 20 anni  fa

Curzio Maltese, Achille Occhetto: 20 anni fa

"Vent´anni fa una svolta inutile siamo ancora aggrappati al Muro" Data di pubblicazione: 06.10.2010 Autore: Occhetto, Achille Curzio Maltese intervista il segretario del PCI che tentò, senza riuscirci, di cambiare il partito senza distruggerlo. La Repubblica, 6 ottobre 2010 Vent´anni dopo nella sinistra italiana non è come nei romanzi, non è cambiato quasi nulla. «La svolta dell´89, la fine del Pci nel ‘91, dovevano essere l´inizio di una storia nuova [...]

Antonelle Doria, Riflessioni  sulla morte dei tre segretari del Pci

Antonelle Doria, Riflessioni sulla morte dei tre segretari del Pci

Data: 16 settembre 2010 12:17: Oggetto: I: Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale è un po' lungo, ma serve a rinforzare la memoria! A. ---------- Messaggio inoltrato ---------- Da: giovanepravda Date: 16 settembre 2010 09:47 Oggetto: Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale A: Lista seminari 2009 http://iskra.myblog.it/ 15/09/2010 Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione [...]

Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale

Riflessioni sulla morte dei tre segretari del PCI e la situazione attuale

elaborazione MOWAdi Andrea MontellaIl decennio 1973-1984, caratterizzato dal golpe in Cile e dall’assassinio di Allende, dal golpe in Argentina, dall’uccisione di Aldo Moro (1978) e dalla morte di Enrico Berlinguer (1984), ha rappresentato anni fondamentali per la storia italiana e internazionale, decisivi all’interno di un processo di ristrutturazione del sistema economico e politico a livello globale, che ha visto tra gli obiettivi principali dei poteri [...]

Novembre: il mese di Occhetto e di Lotta Continua

da Paolo Borrello 11 novembre 2009 Nei giornali se ne è scritto abbastanza diffusamente. Il 12 novembre del 1989 Achille Occhetto, allora segretario del PCI, pronunciò alla Bolognina, una sezione del partito di Bologna, il famoso discorso che fu l’inizio del processo di trasformazione del PCI in PDS, con il conseguente abbandono dello storico nome di quel partito. Il 1° novembre del 1969 fu pubblicato il primo numero del settimanale, che successivamente [...]

FOTO: Achille Occhetto

Achille_Occhetto

Achille_Occhetto

Achille Occhetto in un'immagine degli anni '70.

Achille Occhetto in un'immagine degli anni '70.

Achille Occhetto in un'immagine degli anni '70.

Achille Occhetto in un'immagine degli anni '70.

Di come alla fine cambiarono nome pure i Comunisti italiani

Di come alla fine cambiarono nome pure i Comunisti italiani

Domenica, 12/11/1989 Ho sempre visto Achille Occhetto come un ossimoro ambulante, certo anche a causa di quello sfortunato accostamento tra un roboante nome di battesimo e un pavido cognome, che lo accosta ai piumati più che al figlio di Peleo. Oggi ho avuto di nuovo la sensazione che probabilmente Achille Occhetto è l'uomo sbagliato nel posto sbagliato allorché in un discorso alla Bolognina ha annunciato che il PCI avrebbe cambiato nome, oltre che simbolo e [...]

IL MURO DI BERLINO E QUELLO DELLA "BOLOGNINA"

IL MURO DI BERLINO E QUELLO DELLA "BOLOGNINA"

  Per molti Comunisti ricordare il 9/11/1989 significa rievocare una pesante sconfitta, probabilmente il passo più importante verso il tramonto di una grande ideologia. Infatti, negli anni successivi al 1989 l’Europa sembrava lanciata ad alta velocità verso lo sviluppo economico trainato dal capitalismo e si pensava che tutto il mondo potesse progressivamente trovare posto e sicurezza sotto l’ombrello della NATO. Il modello socio-economico dell’occidente [...]

SANDRO BONDI:basta la parola

SANDRO BONDI:basta la parola

Devo dire che è molto bello questo libro di Mario Portanova,divertente ma anche utili perchè mette insieme tutte le stupidate dei politici.E' una specie di "LE MILLE BALLE BLU" allargato a tutti i politici.Oggi riporto Bondi e alcune sue dichiarazione nel corso degli anni. Per prima cosa voglio specificare che Sandro Bondi penalmente ,è pulito,però parlando da europeo, questo vuol dire poco.Per essere considerato affidabile,conta molto anche quello che dice [...]

Libri: Qualcuno era comunista di Luca Telese - Sperling & Kupfer

Libri: Qualcuno era comunista di Luca Telese - Sperling & Kupfer

Punteggiato dalle testimonianze dei protagonisti di allora e dal controcanto del più geniale prodotto della satira nostrana, il Cuore di Michele Serra, 'Qualcuno era comunista. Dalla caduta del Muro alla fine del PCI: come i comunisti italiani sono diventati ex e post' di Luca Telese, pubblicato da Sperling & Kupfer, svela in cosa consisteva la «diversità» del comunismo italiano, raccontando proprio il momento in cui i suoi valori si avviavano verso un [...]

Attilio Mangano, Le radici del presente

schema di relazione per il convegno TRE GENERAZIONI A CONFRONTO”Brescia, 27 febbraio 2009LE RADICI DEL PRESENTE. Il ’68 IN ITALIA. Il ’68 tra uso politico della storia e nuove ricerche“ E'molto probabile che il quarantennale del 68 abbia pagato il suo prezzo inevitabile al cosiddetto uso politico della storia, né è possibile deprecare più di tanto la cosa, c'è sempre per così dire nel dibattito sull'interpretazione una posta in gioco. E se nei mesi [...]

Euronorevoli fannulloni

Euronorevoli fannulloni

L’ESPRESSO di giovedì 12 febbraio 2009 Pag 24 di Emiliano Fittipaldi Sono i meno presenti e i più pagati. La metà degli eletti si è dimessa per tornare in patria. Non partecipano ai lavori. Ecco il primato negativo degli italiani a Strasburgo. Dove si decide il nostro futuro   C'è seduta plenaria all'Europarlamento, ma Gianni De Michelis è a Roma. Non tenta nemmeno di giustificarsi. "La seduta a Strasburgo di oggi? Ma lo sanno tutti che quelle del lunedì [...]

questione morale: parla Occhetto

questione morale: parla Occhetto

"Per avere più potere hanno preferito Craxi a Berlinguer" L’ansia di entrare nei salotti ha cambiato la natura della sinistra - INTERVISTA a Achille Occhetto di Riccardo Barenghi (08 dicembre 2008) - La Stampa - Achille Occhetto, l’ultimo segretario del Pci, guarda da lontano, e con un certo dispiacere, le vicende che attanagliano il Partito Democratico. Partito in cui non è mai entrato: «Io pensavo a un superamento del comunismo da sinistra, con una visione [...]

L'ex Fgci e il plurinquisito torna la maledizione fiorentina

L'ex Fgci e il plurinquisito torna la maledizione fiorentina

Al centro dell'inchiesta il progetto da più di un miliardo per la piana di Castello L'uomo di Ligresti, Rapisarda, è un ex latitante: racconta di una cena anche con D'Alema di ALBERTO STATERA FIRENZE - Qui, tra queste sterpaglie, i ragazzi della Federazione giovanile comunista, quei "khomeinisti" tra i quali militava l'attuale sindaco uscente Leonardo Domenici, piantarono nel 1989 la tenda rossa che indusse il segretario del Pds Achille Occhetto a bloccare la [...]

Antonio Carioti , L'esecuzione di Nagy

Antonio Carioti , L'esecuzione di Nagy

dal CORRIERE DELLA SERA, giugno 2008ANTONIO CARIOTI,Budapest 1956, ferita aperta a sinistra Bianci Il 16 giugno 1958 l' esecuzione di Nagy. Lo storico Federigo Argentieri rievoca la sua battaglia per far cambiare posizione al Pci sull' UngheriaLe complicità di Togliatti, il continuismo di Reichlin, gli errori di Craxi, le rimozioni di Veltroni«Tutto cominciò nel 1979, quando venni inviato a Budapest da Massimo D' Alema per rappresentare i giovani comunisti ai [...]

OCCHETTO: IL PD GUARDA AI SALOTTI BUONI - E LA DESTRA COLTIVA I QUARTIERI POPOLARI

OCCHETTO: IL PD GUARDA AI SALOTTI BUONI - E LA DESTRA COLTIVA I QUARTIERI POPOLARI

OCCHETTO: IL PD GUARDA AI SALOTTI BUONI - E LA DESTRA COLTIVA I QUARTIERI POPOLARI   01/05/2008 1 mag. - "La sconfitta di Rutelli alle elezioni comunali di Roma suggella la crisi profonda del progetto del Partito Democratico. Un progetto legato a una visione aristocratica della politica, incapace di cogliere i fermenti popolari della societa' italiana". Lo ha detto ai microfoni di Radio R101 Achille Occhetto, protagonista nella prima meta' degli anni '90 della [...]

&id=HPN_Achille+Occhetto_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Achille{{}}Occhetto" alt="" style="display:none;"/> ?>