Acido desossiribonucleico

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Salemi
In rilievo

Salemi

Filamento di DNA

La scheda: Filamento di DNA

L'acido desossiribonucleico o deossiribonucleico (in sigla DNA, dall'inglese DeoxyriboNucleic Acid, meno comunemente, in italiano, anche ADN) è un acido nucleico che contiene le informazioni genetiche necessarie alla biosintesi di RNA e proteine, molecole indispensabili per lo sviluppo ed il corretto funzionamento della maggior parte degli organismi viventi.
Dal punto di vista chimico, il DNA è un polimero organico costituito da monomeri chiamati nucleotidi (desossiribonucleotidi o deossiribonucleotidi). Tutti i nucleotidi sono costituiti da tre componenti fondamentali: un gruppo fosfato, il desossiribosio (o deossiribosio) (zucchero pentoso) e una base azotata che si lega al desossiribosio con legame N-glicosidico. Le basi azotate che possono essere utilizzate nella formazione dei nucleotidi da incorporare nella molecola di DNA sono quattro: adenina, guanina, citosina e timina mentre nell'RNA, al posto della timina, è presente l'uracile. Il DNA può essere più correttamente definito come una doppia catena polinucleotidica (A, T, C, G), antiparallela, orientata, complementare, spiralizzata, informazionale.
L'ordine nella disposizione sequenziale dei nucleotidi costituisce l'informazione genetica, la quale è tradotta con il codice genetico negli amminoacidi corrispondenti. La sequenza amminoacidica prodotta, detta polipeptide, forma le proteine. Il processo di traduzione genetica (comunemente chiamata sintesi proteica) è possibile solo in presenza di una molecola intermedia di RNA, che è generata per complementarità con le quattro basi dei nucleotidi del DNA in un processo noto come trascrizione. Tale processo non genera solo filamenti di RNA destinati alla traduzione, ma anche frammenti già in grado di svolgere svariate funzioni biologiche (ad esempio all'interno dei ribosomi, dove l'RNA ha una funzione strutturale). L'informazione genetica è duplicata prima della divisione cellulare, attraverso un processo noto come replicazione del DNA, che evita la perdita di informazione nel passaggio tra diverse generazioni cellulari.
Negli eucarioti, il DNA si complessa all'interno del nucleo in strutture chiamate cromosomi. Negli altri organismi, privi di nucleo, esso può essere organizzato in cromosomi o meno (nei batteri è presente un'unica molecola di DNA circolare a doppia catena, mentre i virus possono avere genomi a DNA oppure ad RNA). All'interno dei cromosomi, le proteine della cromatina come gli istoni, le coesine e le condensine, organizzano il DNA e lo avvolgono in strutture ordinate. Queste strutture guidano l'interazione tra il codice genetico e le proteine responsabili della trascrizione, contribuendo al controllo della trascrizione genica.


Prof con ragazzo: per dna padre è 15enne

Prof con ragazzo: per dna padre è 15enne

(ANSA) – PRATO, 11 MAR – Le analisi del dna confermerebbero che la paternità del bambino nato nell’autunno 2018 alla 35enne di Prato, accusata di atti sessuali con minore, andrebbe attribuita al 15enne che con la donna avrebbe avuto una relazione. E’ quanto sarebbe emerso stasera. “Non possiamo dire niente: l’interrogatorio è stato secretato”, hanno detto all’uscita dalla procura di Prato, gli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri, difensori [...]

Prof di ripetizioni ha avuto un figlio dall'allievo 14enne: «Sono una mamma felice, pronta a fare il test del dna»

Prof di ripetizioni ha avuto un figlio dall'allievo 14enne: «Sono una mamma felice, pronta a fare il test del dna»

La professoressa indagata a Prato per violenza sessuale su un allievo di 14 anni si è recata in questura dichiarandosi «pronta ad effettuare il test del dna» e lo ha fatto accompagnata dal marito. La donna, che di mestiere fa l'infermiera, è rimasta incinta e ha partorito cinque mesi fa. Si dice «una mamma felice» e continua a sostenere che il neonato partorito sia propro del suo giovanissimo allievo con il quale teneva lezioni private di inglese a [...]

EVENTI: Filamento di DNA

Nel 1919 Phoebus Levene individuò la struttura del nucleotide, composta da base azotata, zucchero e fosfato.

Nel 1919 Phoebus Levene individuò la struttura del nucleotide, composta da base azotata, zucchero e fosfato.

Nel 1919 Phoebus Levene individuò la struttura del nucleotide, composta da base azotata, zucchero e fosfato.

Nel 1919 Phoebus Levene individuò la struttura del nucleotide, composta da base azotata, zucchero e fosfato.

Nel 1919 Phoebus Levene individuò la struttura del nucleotide, composta da base azotata, zucchero e fosfato.

Nel 1919 Phoebus Levene individuò la struttura del nucleotide, composta da base azotata, zucchero e fosfato.

Nel 1944 Erwin Schrödinger asserì che, visto che secondo la fisica quantistica i sistemi di pochi atomi hanno un comportamento disordinato, il materiale genetico doveva essere costituito da una grande molecola non ripetitiva, sufficientemente stabile da mantenere l'informazione genetica, chiamata "cristallo aperiodico".

Nel 1944 Erwin Schrödinger asserì che, visto che secondo la fisica quantistica i sistemi di pochi atomi hanno un comportamento disordinato, il materiale genetico doveva essere costituito da una grande molecola non ripetitiva, sufficientemente stabile da mantenere l'informazione genetica, chiamata "cristallo aperiodico".

Nel 1944 Erwin Schrödinger asserì che, visto che secondo la fisica quantistica i sistemi di pochi atomi hanno un comportamento disordinato, il materiale genetico doveva essere costituito da una grande molecola non ripetitiva, sufficientemente stabile da mantenere l'informazione genetica, chiamata "cristallo aperiodico".

Nel 1944 Erwin Schrödinger asserì che, visto che secondo la fisica quantistica i sistemi di pochi atomi hanno un comportamento disordinato, il materiale genetico doveva essere costituito da una grande molecola non ripetitiva, sufficientemente stabile da mantenere l'informazione genetica, chiamata "cristallo aperiodico".

Nel 1944 Erwin Schrödinger asserì che, visto che secondo la fisica quantistica i sistemi di pochi atomi hanno un comportamento disordinato, il materiale genetico doveva essere costituito da una grande molecola non ripetitiva, sufficientemente stabile da mantenere l'informazione genetica, chiamata "cristallo aperiodico".

Nel 1944 Erwin Schrödinger asserì che, visto che secondo la fisica quantistica i sistemi di pochi atomi hanno un comportamento disordinato, il materiale genetico doveva essere costituito da una grande molecola non ripetitiva, sufficientemente stabile da mantenere l'informazione genetica, chiamata "cristallo aperiodico".

Nel 1943 Oswald Theodore Avery dimostrò, in un celebre esperimento insieme a Colin MacLeod e Maclyn McCarty, che il DNA è il principio trasformante alla base di questo fenomeno.

Nel 1943 Oswald Theodore Avery dimostrò, in un celebre esperimento insieme a Colin MacLeod e Maclyn McCarty, che il DNA è il principio trasformante alla base di questo fenomeno.

Nel 1943 Oswald Theodore Avery dimostrò, in un celebre esperimento insieme a Colin MacLeod e Maclyn McCarty, che il DNA è il principio trasformante alla base di questo fenomeno.

Nel 1943 Oswald Theodore Avery dimostrò, in un celebre esperimento insieme a Colin MacLeod e Maclyn McCarty, che il DNA è il principio trasformante alla base di questo fenomeno.

Nel 1943 Oswald Theodore Avery dimostrò, in un celebre esperimento insieme a Colin MacLeod e Maclyn McCarty, che il DNA è il principio trasformante alla base di questo fenomeno.

Nel 1943 Oswald Theodore Avery dimostrò, in un celebre esperimento insieme a Colin MacLeod e Maclyn McCarty, che il DNA è il principio trasformante alla base di questo fenomeno.

Nel 1937 William Astbury presentò i primi risultati di alcuni studi di diffrazione a raggi X, i quali dimostrarono che il DNA ha una struttura estremamente regolare.

Nel 1937 William Astbury presentò i primi risultati di alcuni studi di diffrazione a raggi X, i quali dimostrarono che il DNA ha una struttura estremamente regolare.

Nel 1937 William Astbury presentò i primi risultati di alcuni studi di diffrazione a raggi X, i quali dimostrarono che il DNA ha una struttura estremamente regolare.

Nel 1937 William Astbury presentò i primi risultati di alcuni studi di diffrazione a raggi X, i quali dimostrarono che il DNA ha una struttura estremamente regolare.

Nel 1937 William Astbury presentò i primi risultati di alcuni studi di diffrazione a raggi X, i quali dimostrarono che il DNA ha una struttura estremamente regolare.

Nel 1937 William Astbury presentò i primi risultati di alcuni studi di diffrazione a raggi X, i quali dimostrarono che il DNA ha una struttura estremamente regolare.

Nel 1928 Frederick Griffith scoprì che i caratteri della forma smooth ("liscia") di Pneumococcus potevano essere trasferiti alla forma rough ("rugosa"), miscelando i resti di batteri smooth morti con batteri rough vivi.

Nel 1928 Frederick Griffith scoprì che i caratteri della forma smooth ("liscia") di Pneumococcus potevano essere trasferiti alla forma rough ("rugosa"), miscelando i resti di batteri smooth morti con batteri rough vivi.

Nel 1928 Frederick Griffith scoprì che i caratteri della forma smooth ("liscia") di Pneumococcus potevano essere trasferiti alla forma rough ("rugosa"), miscelando i resti di batteri smooth morti con batteri rough vivi.

Nel 1928 Frederick Griffith scoprì che i caratteri della forma smooth ("liscia") di Pneumococcus potevano essere trasferiti alla forma rough ("rugosa"), miscelando i resti di batteri smooth morti con batteri rough vivi.

Nel 1928 Frederick Griffith scoprì che i caratteri della forma smooth ("liscia") di Pneumococcus potevano essere trasferiti alla forma rough ("rugosa"), miscelando i resti di batteri smooth morti con batteri rough vivi.

Nel 1928 Frederick Griffith scoprì che i caratteri della forma smooth ("liscia") di Pneumococcus potevano essere trasferiti alla forma rough ("rugosa"), miscelando i resti di batteri smooth morti con batteri rough vivi.

Nel 1962, dopo la morte di Rosalind Franklin (a causa di un tumore provocato, probabilmente, dalle alte dosi di raggi X a cui si era esposta nel corso dei suoi esperimenti), Watson, Crick e Wilkins ricevettero congiuntamente il Premio Nobel per la medicina.

Nel 1962, dopo la morte di Rosalind Franklin (a causa di un tumore provocato, probabilmente, dalle alte dosi di raggi X a cui si era esposta nel corso dei suoi esperimenti), Watson, Crick e Wilkins ricevettero congiuntamente il Premio Nobel per la medicina.

Nel 1962, dopo la morte di Rosalind Franklin (a causa di un tumore provocato, probabilmente, dalle alte dosi di raggi X a cui si era esposta nel corso dei suoi esperimenti), Watson, Crick e Wilkins ricevettero congiuntamente il Premio Nobel per la medicina.

Nel 1962, dopo la morte di Rosalind Franklin (a causa di un tumore provocato, probabilmente, dalle alte dosi di raggi X a cui si era esposta nel corso dei suoi esperimenti), Watson, Crick e Wilkins ricevettero congiuntamente il Premio Nobel per la medicina.

Nel 1962, dopo la morte di Rosalind Franklin (a causa di un tumore provocato, probabilmente, dalle alte dosi di raggi X a cui si era esposta nel corso dei suoi esperimenti), Watson, Crick e Wilkins ricevettero congiuntamente il Premio Nobel per la medicina.

Nel 1962, dopo la morte di Rosalind Franklin (a causa di un tumore provocato, probabilmente, dalle alte dosi di raggi X a cui si era esposta nel corso dei suoi esperimenti), Watson, Crick e Wilkins ricevettero congiuntamente il Premio Nobel per la medicina.

Nel 1961 Marshall Nirenberg e Severo Ochoa scoprono che ogni tripletta di nucleotidi codifica per uno specifico amminoacido.

Nel 1961 Marshall Nirenberg e Severo Ochoa scoprono che ogni tripletta di nucleotidi codifica per uno specifico amminoacido.

Nel 1961 Marshall Nirenberg e Severo Ochoa scoprono che ogni tripletta di nucleotidi codifica per uno specifico amminoacido.

Nel 1961 Marshall Nirenberg e Severo Ochoa scoprono che ogni tripletta di nucleotidi codifica per uno specifico amminoacido.

Nel 1961 Marshall Nirenberg e Severo Ochoa scoprono che ogni tripletta di nucleotidi codifica per uno specifico amminoacido.

Nel 1961 Marshall Nirenberg e Severo Ochoa scoprono che ogni tripletta di nucleotidi codifica per uno specifico amminoacido.

Il DNA decide dove farci ingrassare: lo dice la scienza

Il DNA decide dove farci ingrassare: lo dice la scienza

Il DNA stabilisce dove vengono distribuiti i chili di troppo nel nostro corpo. La sensazionale scoperta è stata pubblicata sulla rivista Nature Genetics dal consorzio internazionale Giant, composto da 275 ricercatori. Lo studio, riporta ANSA, è mirato alla lotta contro l’obesità e le malattie collegate, come quelle cardiache e il diabete. Il coordinatore del Giant, l’epidemiologo Kari North, studioso della University of North Carolina ha rilasciato queste [...]

E' il Dna a decidere dove si distribuiscono i chili di troppo

E' il Dna a decidere dove si distribuiscono i chili di troppo

E’ il Dna a decidere dove si distribuiscono i chili di troppo nell’organismo: la scoperta è pubblicata sulla rivista Nature Genetics dal consorzio internazionale Giant, che riunisce 275 ricercatori, e promette di offrire una nuova arma alla lotta contro l’obesità e alle malattie collegate, come quelle cardiache e il diabete. Coordinato dall’epidemiologo Kari North, dell’americana University of North Carolina, il gruppo di ricerca ha individuato 24 [...]

Ris in casa vittima omicidio, due Dna

Ris in casa vittima omicidio, due Dna

(ANSA) – CORIGLIANO ROSSANO (COSENZA), 16 FEB – Potrebbero portare ad una svolta nelle indagini per l’omicidio di Pietro Longobucco, l’uomo di 61 anni, con precedenti, trovato cadavere nelle acque antistanti il porto di Schiavonea, lo scorso 17 dicembre, gli esiti di un sopralluogo in corso nell’abitazione della vittima. Gli uomini del Reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Messina e personale specializzato del Nucleo Operativo della Compagnia dei [...]

Omicida confessa, ha ucciso per 3 euro

Omicida confessa, ha ucciso per 3 euro

(ANSA) – CUNEO, 8 FEB – Ha confessato Daniele Ermanno Bianco, il muratore 40enne arrestato per l’omicidio di Anna Piccato, la pensionata di 70 anni uccisa lo scorso 23 gennaio a Barge, nel Cuneese, il volto irriconoscibile per le ferite inferte. In carcere da alcuni giorni, l’uomo ha ammesso di averla colpita più volte con una chiave inglese – che non è stata trovata – per rapinarla. Il bottino, 3,20 euro, l’ha poi speso per comparsi una birra. A [...]

Univpm, esame Dna migranti naufragati

Univpm, esame Dna migranti naufragati

(ANSA) – ANCONA, 31 GEN – Prosegue il coinvolgimento dell’Università Politecnica delle Marche nella missione umanitaria promossa nel 2016 dalla Crui (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) che ha portato alla rilevazione di oggetti personali e nell’autopsia delle persone naufragate il 18 aprile 2015 nel Mediterraneo. Ora la richiesta di collaborazione punta alle operazioni di esame del Dna su 55 salme. La partecipazione di medici della [...]

Paola Caruso dalla D'Urso farò il test del Dna a mio figlio

Paola Caruso dalla D'Urso farò il test del Dna a mio figlio

La showgirl Paola Caruso è  al nono mese di gravidanza e ancora una volta stata è stata ospite a “Domenica Live” e  alla D’Urso ha raccontato: «Francesco Caserta mi ha detto che sarebbe venuto in Calabria il 27 dicembre scorso, ho i messaggi, invece è andato a Monte Carlo con la famiglia e la ragazza con cui si frequenta da un paio di mesi. Lui con lei è andato a Dubai, che era il viaggio che avevamo organizzato per festeggiare la notizia che avremmo [...]

Domenica Live Paola Caruso farò il test del Dna a mio figlio

Domenica Live Paola Caruso farò il test del Dna a mio figlio

Paola Caruso è stata nuovamente ospite a “Domenica Live” e durante l’intervista con la D’Urso ha raccontato: «Francesco Caserta mi ha detto che sarebbe venuto in Calabria il 27 dicembre scorso, ho i messaggi, invece è andato a Monte Carlo con la famiglia e la ragazza con cui si frequenta da un paio di mesi. Lui con lei è andato a Dubai, che era il viaggio che avevamo organizzato per festeggiare la notizia che avremmo avuto un figlio. Puoi immaginare [...]

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

«Francesco Caserta mi ha detto che sarebbe venuto in Calabria il 27 dicembre scorso, ho i messaggi, invece è andato a Monte Carlo con la famiglia e la ragazza con cui si frequenta da un paio di mesi. Lui con lei è andato a Dubai, che era il viaggio che avevamo organizzato per festeggiare la notizia che avremmo avuto un figlio. Puoi immaginare l’umiliazione». Parole di Paola Caruso a Domenica Live. «Per lui è tutto un gioco - dichiara Paola Caruso - i [...]

FOTO: Filamento di DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Struttura a doppia elica del DNA

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

«Francesco Caserta mi ha detto che sarebbe venuto in Calabria il 27 dicembre scorso, ho i messaggi, invece è andato a Monte Carlo con la famiglia e la ragazza con cui si frequenta da un paio di mesi. Lui con lei è andato a Dubai, che era il viaggio che avevamo organizzato per festeggiare la notizia che avremmo avuto un figlio. Puoi immaginare l’umiliazione». Parole di Paola Caruso a Domenica Live.

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

«Francesco Caserta mi ha detto che sarebbe venuto in Calabria il 27 dicembre scorso, ho i messaggi, invece è andato a Monte Carlo con la famiglia e la ragazza con cui si frequenta da un paio di mesi. Lui con lei è andato a Dubai, che era il viaggio che avevamo organizzato per festeggiare la notizia che avremmo avuto un figlio. Puoi immaginare l’umiliazione». Parole di Paola Caruso a Domenica Live. «Per lui è tutto un gioco - dichiara Paola Caruso - i figli [...]

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

«Per lui è tutto un gioco - dichiara Paola Caruso - i figli sono dei giochi come le macchine, tutto è un gioco. Sono otto mesi che subisco ogni giorno mobbing da parte dei suoi 4/5 amici. Su ogni social, appena c’è qualcosa di mio, scrivono che sono una poco di buono. Mi danno della capra, della poco di buono». Processed with MOLDIV   Lo stesso Francesco ha detto di non essere [...]

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

Paola Caruso attacca Francesco Caserta: «Farò il test del Dna per mio figlio»

«Francesco Caserta mi ha detto che sarebbe venuto in Calabria il 27 dicembre scorso, ho i messaggi, invece è andato a Monte Carlo con la famiglia e la ragazza con cui si frequenta da un paio di mesi. Lui con lei è andato a Dubai, che era il viaggio che avevamo organizzato per festeggiare la notizia che avremmo avuto un figlio. Puoi immaginare l’umiliazione». Parole di Paola Caruso a Domenica Live. «Per lui è tutto un gioco - dichiara Paola Caruso - i [...]

Il premio Nobel Watson: «I neri sono meno intelligenti dei bianchi, lo dice il dna»

Il premio Nobel Watson: «I neri sono meno intelligenti dei bianchi, lo dice il dna»

«I neri sono meno intelligenti dei bianchi, la verità è nel dna». Sono dichiarazioni destinate a generare molte polemiche, quelle del 92enne biologo statunitense James Watson, premio Nobel per la Medicina nel 1962 per aver scoperto la struttura a doppia elica del dna. L'anziano biologo, attualmente ospitato in una casa di riposo per la riabilitazione in seguito a un incidente d'auto, è stato intervistato dall'emittente televisiva PBS. Non è la prima volta [...]

Il premio Nobel Watson: «I neri sono meno intelligenti dei bianchi, lo dice il dna»

Il premio Nobel Watson: «I neri sono meno intelligenti dei bianchi, lo dice il dna»

«I neri sono meno intelligenti dei bianchi, la verità è nel dna». Sono dichiarazioni destinate a generare molte polemiche, quelle del 92enne biologo statunitense James Watson, premio Nobel per la Medicina nel 1962 per aver scoperto la struttura a doppia elica del dna. L'anziano biologo, attualmente ospitato in una casa di riposo per la riabilitazione in seguito a un incidente d'auto, è stato intervistato dall'emittente televisiva PBS. Non è la prima volta [...]

Cristiano Ronaldo, polizia Las Vegas chiede esame Dna

Cristiano Ronaldo, polizia Las Vegas chiede esame Dna

Legale del giocatore: richiesta normale, rapporto fu consensuale

Cristiano Ronaldo, la polizia di Las Vegas chiede l'esame del dna

Cristiano Ronaldo, la polizia di Las Vegas chiede l'esame del dna

La polizia di Las Vegas ha ordinato che Cristiano Ronaldo si sottoponga all'esame del Dna. Lo scopo è quello confrontare i risultati del test con le tracce di Dna rinvenute sugli abiti della donna che lo accusa di violenza sessuale. Lo riporta il Wall Street Journal citando fonti delle forze dell'ordine. La richiesta - spiega il Wsj - è stata inviata di recente alle autorità giudiziarie italiane competenti. Il caso dei presunti abusi di Ronaldo è stato [...]

Donna uccisa a Brunico, trovato dna

Donna uccisa a Brunico, trovato dna

(ANSA) – BOLZANO, 02 GEN – Potrebbe arrivare ad una svolta l’indagine sull’omicidio di Maria Magdalena Oberhollenzer, la donna di 54 anni trovata morta il 27 dicembre nella sua casa di San Giorgio di Brunico. Nell’appartamento sono state infatti rinvenute dai carabinieri del reparto investigazioni scientifiche delle tracce biologiche di un’altra persona, che saranno ora analizzate. I campioni di questo materiale biologico sono stati inviati ai Ris di [...]

Test del Dna - puo essere obbligatorio?

Test del Dna - puo essere obbligatorio?

Si può costringere il padre a sottoporsi all'esame per riconoscere il figlio?

&id=HPN_Acido+desossiribonucleico_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Acido{{}}desossiribonucleico" alt="" style="display:none;"/> ?>