Adolfo Hitler

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Katy Perry
In rilievo

Katy Perry

Cultura popolare

La scheda: Cultura popolare

La cultura popolare è un paradigma socio-culturale che indica l'insieme di idee, punti di vista, atteggiamenti, immagini e altri aspetti che hanno a che fare e che rientrano nel cosiddetto mainstream di una determinata antropologia culturale. In particolare si fa riferimento con questa espressione a quella legata alla cultura occidentale del XX secolo e alla globalizzazione che ha caratterizzato la fine del XX e l'inizio del XXI secolo.
Fortemente influenzato dai mass media (internet, televisione, editoria e altro), questo insieme di concetti, idee e opinioni permea la vita quotidiana della società e si inserisce in moltissime categorie legate all'intrattenimento (musica, cinema, televisione), allo sport, all'informazione, alla politica, alla tecnologia e al linguaggio.
La cultura popolare è spesso vista con un'accezione negativa, ossia come termine che indica un ridimensionamento, in negativo, del livello intellettuale e di istruzione di un soggetto o anche del tema, o in generale una banalizzazione dello stesso tema o concetto. L'espressione inglese che indica questo concetto è dumbing down (letteralmente "buttato giù"). Come conseguenza di ciò, vi è un forte senso critico nei confronti di essa da parte di fonti non-mainstream, come gruppi controculturali o religiosi, ma non solo, che la indicano come forma di accettazione sociologica da parte dei mass media sull'uomo, quindi come fenomeno che implica superficialità, consumismo e sensazionalismo.
L'espressione "cultura popolare" differisce dal termine folclore, che è invece l'insieme di conoscenze, fiabe, usi e costumi tramandatasi da una certa popolazione preindustriale o da ceti popolari in quanto poveri.
Con il termine cultura popolare si può anche intendere la trasposizione meccanica dalla lingua inglese dell'espressione popular culture, che più correttamente può essere trasposta dall'espressione in italiano cultura di massa, con la quale si intende la cultura trasmessa dai mass media.


"Grotesk!", il Kabarett amaro ai tempi di Hitler

"Grotesk!", il Kabarett amaro ai tempi di Hitler

Roma, 26 feb. (askanews) - In "Grotesk! Ridere rende liberi" Bruno Maccallini è l'interprete di uno straordinario one man show: novanta minuti, tragici ed esilaranti in cui dà vita a un personaggio dallo humour amaro, caratteristica che ha contribuito a fare del Kabarett berlinese uno spazio di libertà e critica sociale. In scena al Teatro Palladium a Roma dal 28 febbraio al 3 marzo. Siamo nella Berlino della Repubblica di Weimar, con la capitale tedesca che [...]

L'inverno più freddo fermò Hitler

L'inverno più freddo fermò Hitler

Uno degli inverni più freddi degli ultimi 100 anni fu fatale alle mire espansionistiche della Germania nazista. Quando infatti Hitler decise di...

EVENTI: Cultura popolare

Il 14 gennaio 1907 alla madre, già da alcuni mesi incapace di dormire per i prolungati dolori al petto, venne diagnosticato un carcinoma mammario ulcerato in stadio avanzato e subì una mastectomia radicale una settimana dopo, l'intervento chirurgico risultò, tuttavia, del tutto inutile, a causa della diagnosi tardiva.

Il 14 gennaio 1907 alla madre, già da alcuni mesi incapace di dormire per i prolungati dolori al petto, venne diagnosticato un carcinoma mammario ulcerato in stadio avanzato e subì una mastectomia radicale una settimana dopo, l'intervento chirurgico risultò, tuttavia, del tutto inutile, a causa della diagnosi tardiva.

Il 14 gennaio 1907 alla madre, già da alcuni mesi incapace di dormire per i prolungati dolori al petto, venne diagnosticato un carcinoma mammario ulcerato in stadio avanzato e subì una mastectomia radicale una settimana dopo, l'intervento chirurgico risultò, tuttavia, del tutto inutile, a causa della diagnosi tardiva.

Tra il 1909 e il 1910 Hitler venne sfrattato per morosità per due volte: la prima da una squallida stanza nel quartiere viennese di Alsergund, la seconda volta da una vera e propria bettola poco distante.

Tra il 1909 e il 1910 Hitler venne sfrattato per morosità per due volte: la prima da una squallida stanza nel quartiere viennese di Alsergund, la seconda volta da una vera e propria bettola poco distante.

Tra il 1909 e il 1910 Hitler venne sfrattato per morosità per due volte: la prima da una squallida stanza nel quartiere viennese di Alsergund, la seconda volta da una vera e propria bettola poco distante.

Il 14 ottobre 1933 apparve un articolo sul quotidiano londinese Daily Mirror, corredato da un'esplicita fotografia che mostrava l'immagine di una lapide funeraria in un cimitero ebraico di Bucarest, in Romania, recante l'epitaffio di un certo Adolf Hitler, probabilmente un nonno del futuro dittatore.

Il 30 gennaio 1933 Hitler prestò giuramento come Cancelliere nella camera del Reichstag, sotto gli sguardi e gli applausi di migliaia di sostenitori del nazismo ("Machtübernahme", o "Presa del potere").

Il 14 ottobre 1933 apparve un articolo sul quotidiano londinese Daily Mirror, corredato da un'esplicita fotografia che mostrava l'immagine di una lapide funeraria in un cimitero ebraico di Bucarest, in Romania, recante l'epitaffio di un certo Adolf Hitler, probabilmente un nonno del futuro dittatore.

Il 30 gennaio 1933 Hitler prestò giuramento come Cancelliere nella camera del Reichstag, sotto gli sguardi e gli applausi di migliaia di sostenitori del nazismo ("Machtübernahme", o "Presa del potere").

Il 14 ottobre 1933 apparve un articolo sul quotidiano londinese Daily Mirror, corredato da un'esplicita fotografia che mostrava l'immagine di una lapide funeraria in un cimitero ebraico di Bucarest, in Romania, recante l'epitaffio di un certo Adolf Hitler, probabilmente un nonno del futuro dittatore.

Il 30 gennaio 1933 Hitler prestò giuramento come Cancelliere nella camera del Reichstag, sotto gli sguardi e gli applausi di migliaia di sostenitori del nazismo ("Machtübernahme", o "Presa del potere").

Il 16 maggio 1913 l'imperial regio tribunale distrettuale di Linz dispose il versamento di una cospicua somma derivante dall'eredità paterna che ammontava a 819 Corone e 98 Heller e il 24 maggio, assieme all'amico Rudolf Häusler si recò al distretto di polizia della capitale per comunicare la partenza dalla capitale austriaca pur non indicando la meta.

Il 25 maggio 1913 Hitler si spostò a Monaco di Baviera, nel quartiere di Schwabing.

Il 16 maggio 1913 l'imperial regio tribunale distrettuale di Linz dispose il versamento di una cospicua somma derivante dall'eredità paterna che ammontava a 819 Corone e 98 Heller e il 24 maggio, assieme all'amico Rudolf Häusler si recò al distretto di polizia della capitale per comunicare la partenza dalla capitale austriaca pur non indicando la meta.

Il 25 maggio 1913 Hitler si spostò a Monaco di Baviera, nel quartiere di Schwabing.

Il 16 maggio 1913 l'imperial regio tribunale distrettuale di Linz dispose il versamento di una cospicua somma derivante dall'eredità paterna che ammontava a 819 Corone e 98 Heller e il 24 maggio, assieme all'amico Rudolf Häusler si recò al distretto di polizia della capitale per comunicare la partenza dalla capitale austriaca pur non indicando la meta.

Il 25 maggio 1913 Hitler si spostò a Monaco di Baviera, nel quartiere di Schwabing.

Nel 1934, dopo la morte del presidente Paul von Hindenburg, si attribuì per legge il titolo di Führer e Cancelliere del Reich, accentrando nelle sue mani i poteri dello Stato e instaurando un regime dittatoriale.

Il 19 agosto 1934 i tedeschi furono chiamati alle urne per esprimere il loro parere sull'assunzione del potere totale da parte di Hitler.

Dal 1934 sino alla sua morte in Germania non ci fu alcun presidente del Reich, in quanto Hitler governava per decreto-legge.

Nel 1934, dopo la morte del presidente Paul von Hindenburg, si attribuì per legge il titolo di Führer e Cancelliere del Reich, accentrando nelle sue mani i poteri dello Stato e instaurando un regime dittatoriale.

Il 19 agosto 1934 i tedeschi furono chiamati alle urne per esprimere il loro parere sull'assunzione del potere totale da parte di Hitler.

Dal 1934 sino alla sua morte in Germania non ci fu alcun presidente del Reich, in quanto Hitler governava per decreto-legge.

Nel 1934, dopo la morte del presidente Paul von Hindenburg, si attribuì per legge il titolo di Führer e Cancelliere del Reich, accentrando nelle sue mani i poteri dello Stato e instaurando un regime dittatoriale.

Il 19 agosto 1934 i tedeschi furono chiamati alle urne per esprimere il loro parere sull'assunzione del potere totale da parte di Hitler.

Dal 1934 sino alla sua morte in Germania non ci fu alcun presidente del Reich, in quanto Hitler governava per decreto-legge.

Il 5 novembre 1937 Hitler tenne un incontro segreto alla Cancelleria del Reich, in cui dichiarò i suoi piani per l'acquisizione di "spazio vitale" per il popolo tedesco.

Il 5 novembre 1937 Hitler tenne un incontro segreto alla Cancelleria del Reich, in cui dichiarò i suoi piani per l'acquisizione di "spazio vitale" per il popolo tedesco.

Il 5 novembre 1937 Hitler tenne un incontro segreto alla Cancelleria del Reich, in cui dichiarò i suoi piani per l'acquisizione di "spazio vitale" per il popolo tedesco.

Nel 1936 venne condannato dalla corte di Vienna per frode e morì l'anno seguente in carcere, probabilmente a causa di un attacco cardiaco.

Nel 1936 venne condannato dalla corte di Vienna per frode e morì l'anno seguente in carcere, probabilmente a causa di un attacco cardiaco.

Nel 1936 venne condannato dalla corte di Vienna per frode e morì l'anno seguente in carcere, probabilmente a causa di un attacco cardiaco.

Il 23 agosto 1939 concluse un patto di non-aggressione (il patto Molotov-Ribbentrop) con Stalin, definendo anche i criteri per la spartizione del territorio polacco.

Il 23 agosto 1939 concluse un patto di non-aggressione (il patto Molotov-Ribbentrop) con Stalin, definendo anche i criteri per la spartizione del territorio polacco.

Il 23 agosto 1939 concluse un patto di non-aggressione (il patto Molotov-Ribbentrop) con Stalin, definendo anche i criteri per la spartizione del territorio polacco.

Il 10 aprile 1938 con un plebiscito l'Austria si univa alla Germania (il cosiddetto Anschluss) e Hitler, che così poneva le basi della Grande Germania, fece un ingresso trionfale a Vienna.

Il 10 aprile 1938 con un plebiscito l'Austria si univa alla Germania (il cosiddetto Anschluss) e Hitler, che così poneva le basi della Grande Germania, fece un ingresso trionfale a Vienna.

Il 10 aprile 1938 con un plebiscito l'Austria si univa alla Germania (il cosiddetto Anschluss) e Hitler, che così poneva le basi della Grande Germania, fece un ingresso trionfale a Vienna.

Nel 1951, tre anni prima di morire, Von Liebenfels concedette un'intervista al giornalista Wilfried Daim, in cui affermava di rammentare una visita del giovane Hitler del 1909 nella sede ove si pubblicava "Ostara".

Nel 1951, tre anni prima di morire, Von Liebenfels concedette un'intervista al giornalista Wilfried Daim, in cui affermava di rammentare una visita del giovane Hitler del 1909 nella sede ove si pubblicava "Ostara".

Nel 1951, tre anni prima di morire, Von Liebenfels concedette un'intervista al giornalista Wilfried Daim, in cui affermava di rammentare una visita del giovane Hitler del 1909 nella sede ove si pubblicava "Ostara".

Nel 1930 Hitler assunse la carica di Oberste SA (capo supremo), affidando la carica di comandante militare (Stabschef) delle SA a Ernst Röhm.

Nel 1930 Hitler assunse la carica di Oberste SA (capo supremo), affidando la carica di comandante militare (Stabschef) delle SA a Ernst Röhm.

Nel 1930 Hitler assunse la carica di Oberste SA (capo supremo), affidando la carica di comandante militare (Stabschef) delle SA a Ernst Röhm.

Nel 1900 Hitler era iscritto all'istituto tecnico "Linz Realschule" con pessimo profitto, il suo rendimento scolastico peggiorava e subì una bocciatura al primo anno (1901) e una seconda al terzo (1904), in francese, dovendo affrontare gli esami di riparazione a settembre sia nel 1904 che nel 1905 e venendo respinto definitivamente nel febbraio 1905 in tedesco, francese, matematica e stenografia.

Nel 1900 Hitler era iscritto all'istituto tecnico "Linz Realschule" con pessimo profitto, il suo rendimento scolastico peggiorava e subì una bocciatura al primo anno (1901) e una seconda al terzo (1904), in francese, dovendo affrontare gli esami di riparazione a settembre sia nel 1904 che nel 1905 e venendo respinto definitivamente nel febbraio 1905 in tedesco, francese, matematica e stenografia.

Nel 1900 Hitler era iscritto all'istituto tecnico "Linz Realschule" con pessimo profitto, il suo rendimento scolastico peggiorava e subì una bocciatura al primo anno (1901) e una seconda al terzo (1904), in francese, dovendo affrontare gli esami di riparazione a settembre sia nel 1904 che nel 1905 e venendo respinto definitivamente nel febbraio 1905 in tedesco, francese, matematica e stenografia.

Nel 1944, dopo il successo dello sbarco in Normandia, enfatizzò l'effetto decisivo sull'esito della guerra delle famose "armi segrete" (wunderwaffen) che avrebbero dovuto capovolgere l'andamento del conflitto, infine, negli ultimi mesi, dopo il fallimento delle sue ultime controffensive, si aggrappò alla speranza di una rottura politica dell'alleanza tra Stati Uniti, Unione Sovietica e Gran Bretagna.

Il 6 giugno 1944 (D-Day), le armate Alleate sbarcarono nel nord della Francia e per dicembre erano arrivate al Reno.

Nel 1944, dopo il successo dello sbarco in Normandia, enfatizzò l'effetto decisivo sull'esito della guerra delle famose "armi segrete" (wunderwaffen) che avrebbero dovuto capovolgere l'andamento del conflitto, infine, negli ultimi mesi, dopo il fallimento delle sue ultime controffensive, si aggrappò alla speranza di una rottura politica dell'alleanza tra Stati Uniti, Unione Sovietica e Gran Bretagna.

Il 6 giugno 1944 (D-Day), le armate Alleate sbarcarono nel nord della Francia e per dicembre erano arrivate al Reno.

Nel 1944, dopo il successo dello sbarco in Normandia, enfatizzò l'effetto decisivo sull'esito della guerra delle famose "armi segrete" (wunderwaffen) che avrebbero dovuto capovolgere l'andamento del conflitto, infine, negli ultimi mesi, dopo il fallimento delle sue ultime controffensive, si aggrappò alla speranza di una rottura politica dell'alleanza tra Stati Uniti, Unione Sovietica e Gran Bretagna.

Il 6 giugno 1944 (D-Day), le armate Alleate sbarcarono nel nord della Francia e per dicembre erano arrivate al Reno.

Nel 1921 fu condannato a tre mesi di prigione (di cui solo uno scontato) per aver personalmente guidato un attacco delle SA contro un comizio, culminato con l'aggressione dell'oratore, un federalista bavarese di nome Ballerstedt.

Nel 1921 fu condannato a tre mesi di prigione (di cui solo uno scontato) per aver personalmente guidato un attacco delle SA contro un comizio, culminato con l'aggressione dell'oratore, un federalista bavarese di nome Ballerstedt.

Nel 1921 fu condannato a tre mesi di prigione (di cui solo uno scontato) per aver personalmente guidato un attacco delle SA contro un comizio, culminato con l'aggressione dell'oratore, un federalista bavarese di nome Ballerstedt.

Tra il 1943 e il 1945 i tedeschi uccisero migliaia di civili italiani (i peggiori massacri furono quelli di Marzabotto, con 770 vittime, delle Fosse Ardeatine, con 335 morti e di Sant'Anna di Stazzema con 560 vittime civili, per lo più donne e bambini).

Tra il 1943 e il 1945 i tedeschi uccisero migliaia di civili italiani (i peggiori massacri furono quelli di Marzabotto, con 770 vittime, delle Fosse Ardeatine, con 335 morti e di Sant'Anna di Stazzema con 560 vittime civili, per lo più donne e bambini).

Tra il 1943 e il 1945 i tedeschi uccisero migliaia di civili italiani (i peggiori massacri furono quelli di Marzabotto, con 770 vittime, delle Fosse Ardeatine, con 335 morti e di Sant'Anna di Stazzema con 560 vittime civili, per lo più donne e bambini).

Nel 1923 la salute di Eckart iniziò a declinare sempre di più, essendo il fisico minato dall'abuso di morfina (al tempo non soggetta a vincolo prescrittivo medico) e di alcol, tanto che il contributo del "maestro" al tentato colpo di Stato risultò quasi del tutto ininfluente.

Nel 1923 la salute di Eckart iniziò a declinare sempre di più, essendo il fisico minato dall'abuso di morfina (al tempo non soggetta a vincolo prescrittivo medico) e di alcol, tanto che il contributo del "maestro" al tentato colpo di Stato risultò quasi del tutto ininfluente.

Nel 1923 la salute di Eckart iniziò a declinare sempre di più, essendo il fisico minato dall'abuso di morfina (al tempo non soggetta a vincolo prescrittivo medico) e di alcol, tanto che il contributo del "maestro" al tentato colpo di Stato risultò quasi del tutto ininfluente.

Nel 1904 durante la catechesi per la cresima Hitler per un paio di mesi meditò di farsi prete, essendo molto affascinato dalle celebrazioni religiose e dall'organizzazione gerarchica della Chiesa cattolica.

Nel 1904 durante la catechesi per la cresima Hitler per un paio di mesi meditò di farsi prete, essendo molto affascinato dalle celebrazioni religiose e dall'organizzazione gerarchica della Chiesa cattolica.

Nel 1904 durante la catechesi per la cresima Hitler per un paio di mesi meditò di farsi prete, essendo molto affascinato dalle celebrazioni religiose e dall'organizzazione gerarchica della Chiesa cattolica.

Nel 1906 Klara subì una mastectomia a causa dell'insorgenza di un carcinoma mammario, tuttavia morì l'anno dopo.

Nel 1906 Klara subì una mastectomia a causa dell'insorgenza di un carcinoma mammario, tuttavia morì l'anno dopo.

Nel 1906 Klara subì una mastectomia a causa dell'insorgenza di un carcinoma mammario, tuttavia morì l'anno dopo.

Tra il 1942 e il 1944 le SS, assistite dai governi collaborazionisti e da personale reclutato nelle nazioni occupate, uccisero in maniera sistematica circa 3,5 milioni di ebrei in sei campi di sterminio localizzati in Polonia: Birkenau, Bełżec, Chełmno, Majdanek, Sobibór e Treblinka.

Tra il 1942 e il 1944 le SS, assistite dai governi collaborazionisti e da personale reclutato nelle nazioni occupate, uccisero in maniera sistematica circa 3,5 milioni di ebrei in sei campi di sterminio localizzati in Polonia: Birkenau, Bełżec, Chełmno, Majdanek, Sobibór e Treblinka.

Tra il 1942 e il 1944 le SS, assistite dai governi collaborazionisti e da personale reclutato nelle nazioni occupate, uccisero in maniera sistematica circa 3,5 milioni di ebrei in sei campi di sterminio localizzati in Polonia: Birkenau, Bełżec, Chełmno, Majdanek, Sobibór e Treblinka.

Dal 1941 gli ebrei furono obbligati ad indossare una stella di David gialla in pubblico.

Il 22 giugno 1941 ebbe inizio l'operazione Barbarossa.

Dal 1941 gli ebrei furono obbligati ad indossare una stella di David gialla in pubblico.

Il 22 giugno 1941 ebbe inizio l'operazione Barbarossa.

Dal 1941 gli ebrei furono obbligati ad indossare una stella di David gialla in pubblico.

Il 22 giugno 1941 ebbe inizio l'operazione Barbarossa.

Addio a Bruno Ganz, magistrale Hitler del film 'La Caduta'

Addio a Bruno Ganz, magistrale Hitler del film 'La Caduta'

L’attore svizzero Bruno Ganz è morto a Zurigo a 77 anni. Con lui se ne va un grandissimo attore di cinema e teatro, molto amato dal pubblico internazionale e riconosciuto dalla critica di settore. Indimenticabile la sua interpretazione del dittatore Adolf Hitler ne “La caduta”, 2004. Sotto la regia di Wim Wenders si ricordano “L’amico americano” 1977 e “Il cielo sopra Berlino” 1987. Ha lavorato inoltre sui set di registi come Eric Rohmer, Volker [...]

Addio Bruno Ganz, l'Hitler di La caduta

Addio Bruno Ganz, l'Hitler di La caduta

(ANSA) – BERLINO, 16 FEB – L’attore svizzero Bruno Ganz è morto a Zurigo a 77 anni. Con Ganz se ne va un grandissimo attore di cinema e teatro, molto amato dal pubblico internazionale e riconosciuto dalla critica di settore. Indimenticabile la sua interpretazione del dittatore Adolf Hitler ne “La caduta”, 2004. Sotto la regia di Wim Wenders si ricordano “L’amico americano” 1977 e “Il cielo sopra Berlino” 1987. Ha lavorato inoltre sui set di [...]

Davvero la casa di Hitler vale così tanto?

Davvero la casa di Hitler vale così tanto?

I neonazi ci vanno in pellegrinaggio e lo stato vuole demolirla, ma la proprietaria...

Non solo i Nazisti di Hitler - La selezione della razza nell'America del XX secolo e la soluzione finale contro i Nativi Americani iniziata il 31 gennaio del 1876

Non solo i Nazisti di Hitler - La selezione della razza nell'America del XX secolo e la soluzione finale contro i Nativi Americani iniziata il 31 gennaio del 1876

      . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . . Non solo i Nazisti di Hitler - La selezione della razza nell'America del XX secolo e la soluzione finale contro i Nativi Americani iniziata il 31 gennaio del 1876 Il 31 gennaio 1876 gli Stati Uniti ordinano ai Nativi Americani di trasferirsi nelle riserve, quasi tutte le tribù erano state decimate, sconfitte e massacrate e la distruzione dei bisonti le avevano private delle fonti di sostentamento [...]

Aiuta donne ebree, premiata figlia architetto di Hitler

Aiuta donne ebree, premiata figlia architetto di Hitler

Ha venduto quadri trafugati per finanziare artiste e scienziate

Premiata figlia architetto di Hitler

Premiata figlia architetto di Hitler

(ANSA) – BERLINO, 21 GEN – Hilde Schramm, la figlia dell’architetto di Hitler Albert Speer, sarà premiata stasera a Berlino, nell’ambito della consegna del German Jewish History Award, per l’impegno profuso con la sua fondazione “Zurueckgeben” (“Restituire”) nel promuovere le giovani donne ebree, nell’arte e nella scienza, in Germania. Il capitale iniziale della sua fondazione arrivò dalla vendita di tre opere, che la donna aveva ereditato e [...]

"Hitler sono io!" Ecco il 128enne che dice di essere il Fuhrer

"Hitler sono io!" Ecco il 128enne che dice di essere il Fuhrer

Di tanto in tanto spunta fuori la storia che Hitler sarebbe scappato in Sud America, probabilmente Argentina. Dove per alcuni sarebbe addirittura ancora vivo. Un vecchietto ultracentenario. La storia ci dice che Hitler si suiciò nel suo Bunker insieme ad Eva Brown nell'aprile del 1945. Con alcuni resti che sarebbero finiti in mano ai sovietici. Cosa poi rivelata solo nel 1992. Ma il mistero intorno alla sua morte resta. E di tanto in tanto vengono diffuse [...]

Bebè 'Adolf Hitler', 11 anni a genitori

Bebè 'Adolf Hitler', 11 anni a genitori

(ANSA) – ROMA, 18 DIC – Sono stati condannati rispettivamente a sei anni e mezzo e cinque di carcere Adam Thomas e Claudia Patatas, la coppia neonazi finita sotto processo dinanzi alla Birmingham Crown Court per aver chiamato il figlio ‘Adolf Hitler’. Ai due è stata contestata l’appartenenza a un gruppo terroristico, National Action, sigla neonazi messa fuori legge nel Regno Unito nel 2016 per “terrorismo” ma poi rinata con altre denominazioni. [...]

FOTO: Cultura popolare

Adolf_Hitler

Adolf_Hitler

Hitler

Hitler

Il padre di Hitler, Alois (nato Aloys Schicklgruber)

Il padre di Hitler, Alois (nato Aloys Schicklgruber)

Il padre di Hitler, Alois (nato Aloys Schicklgruber)

Il padre di Hitler, Alois (nato Aloys Schicklgruber)

Il padre di Hitler, Alois (nato Aloys Schicklgruber)

Il padre di Hitler, Alois (nato Aloys Schicklgruber)

Wikileaks nega incontro Manafort-Assange

Wikileaks nega incontro Manafort-Assange

(ANSA) – LONDRA, 27 NOV – Questo sarà “ricordato come il giorno in cui il Guardian ha permesso a un falsificatore seriale di distruggere totalmente la reputazione del giornale”. Così Wikileaks in un tweet nel quale si dice pronto “a scommettere un milione di dollari e la testa del suo direttore” sul fatto che Paul Manafort “non abbia mai incontrato (Julian) Assange”. In un secondo tweet Wikileaks bolla il presunto scoop co-firmato dal reporter [...]

Contrari a Corteo no Cpr,invocano Hitler

Contrari a Corteo no Cpr,invocano Hitler

(ANSA) – MILANO, 25 NOV – “Sulla nostra pagina c’è chi invoca le camere a gas con una foto di Hitler, chi incita ad uccidere, chi spera nelle manganellate e chi, al solito, insulta”: lo segnalano gli organizzatori della manifestazione ‘Mai più lager – no ai Cpr’, organizzata per il primo dicembre a Milano contro l’apertura del CPR di via Corelli e contro il decreto Salvini. I commenti, per gli organizzatori, sono “segno che il corteo del 1 [...]

Gb: chiamano bebè Adolf Hitler, condanna

Gb: chiamano bebè Adolf Hitler, condanna

(ANSA) – LONDRA, 12 NOV – Sono stati condannati oggi per istigazione all’odio e diffusione di idee neonaziste, razziste o improntate al ‘suprematismo bianco’ di marca americana tre militanti britannici di estrema destra fra cui una coppia che ha dato al figlio neonato il nome ‘Adolf Hitler’. Il processo si è concluso oggi col verdetto di colpevolezza emesso da una giuria dinanzi alla Birmingham Crown Court, nella regione inglese delle Midlands in [...]

Fahrenheit 11/9, Trump quasi un Hitler

Fahrenheit 11/9, Trump quasi un Hitler

(ANSA) – ROMA, 20 OTT – Michael Moore non risparmia nessuno in ‘Fahrenheit 11/9′, il suo nuovo documentario politico che passa oggi alla Festa di Roma e andrà in sala con Lucky Red dal 22 al 24 ottobre e poi su La7. E se il nemico dichiarato di questa sua ultima fatica è Donald Trump paragonato alla fine addirittura a Hitler, ce ne ha anche per l’Italia, almeno nell”incontro ravvicinato’ che si è tenuto nel pomeriggio. Definisce così, in una [...]

Baviera, Gentiloni: dirigenti Afd vorrebbero esaltare Hitler

Baviera, Gentiloni: dirigenti Afd vorrebbero esaltare Hitler

Roma, (askanews) - "Purtroppo non dobbiamo farci illusioni, perché, il risultato che ha avuto ieri in Baviera la Afd, che è un partito che dire 'nazional-populista' è poco, un partito i cui dirigenti dicono che se altri grandi paesi europei esaltano Churchill e Napoleone, non si vede perché noi tedeschi non possiamo esaltare Hitlter! Questo dicono dirigenti importanti di un partito che è presente al Bundestag e che tra alcune settimane purtroppo in un [...]

'Non Hitler, ma Mussolini',  scontro Moscovici-Di Maio

'Non Hitler, ma Mussolini', scontro Moscovici-Di Maio

PARIGI – L’Italia è “un problema” nella zona euro: lo ha detto il commissario europeo agli Affari Economici, Pierrre Moscovici, in conferenza stampa a Parigi. “C’è un problema che è l’Italia”, ha dichiarato il responsabile Ue, aggiungendo: “E’ proprio l’Italia il tema su cui mi voglio concentrare prima di tutto”. Il commissario Ue agli affari economici ha avvertito l’Italia che ridurre il debito pubblico è nel suo stesso interesse. [...]

Esce 11/9, Moore accosta Trump a Hitler

Esce 11/9, Moore accosta Trump a Hitler

(ANSA) – WASHINGTON, 7 SET – Donald Trump paragonato a Hitler ma anche Barack Obama non viene risparmiato dalle critiche, per avergli “spianato la strada”, nell’ultimo film-documentario di Michael Moore, Fahrenheit 11/9 (la data dell’elezione del tycoon) in uscita il 21 settembre. Quasi un ‘follow-up’ spirituale di “Fahrenheit 9/11”, la pellicola esplosiva girata nel 2004 contro George W. Bush, scrive il Wp in una intervista al regista dopo la [...]

Romy Schneider era certa che la madre avesse fatto sesso con Hitler: rivelazione in un docufilm

Romy Schneider era certa che la madre avesse fatto sesso con Hitler: rivelazione in un docufilm

Un colloquio riportato dall'emittente «Arte» nel documentario «Una sera con Romy» fornisce una rivelazione incredibile su Romy Schneider. La grande attrice tedesca, morta nel 1982. sarebbe stata convinta che sua madre, la celebra Magda Schneider, fosse andata a letto con Hitler. Lo scrive oggi la Bild, citando un'intervista rilasciata dall'attrice ad Alice Schwarzer, per il magazine «Emma», pochi anni prima di morire. È la stessa Schwarzer ad affermare: [...]

Schneider,"Mia madre a letto con Hitler"

Schneider,"Mia madre a letto con Hitler"

(ANSA) – BERLINO, 26 AGO – Romy Schneider sarebbe stata convinta che sua madre, la celebra Magda Schneider, fosse andata a letto con Hitler. È quello che scrive la Bild, citando un’intervista rilasciata dall’attrice ad Alice Schwarzer, per il magazine “Emma”, pochi anni prima di morire. Del colloquio racconta l’emittente “Arte”, il prossimo 16 settembre, nel documentario “Una sera con Romy”. È la stessa Schwarzer ad affermare: “era [...]

India: deputato in Parlamento vestito come Adolf Hitler

India: deputato in Parlamento vestito come Adolf Hitler

Voleva inviare un messaggio al premier Modi

&id=HPN_Adolfo+Hitler_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Adolfo{{}}Hitler" alt="" style="display:none;"/> ?>