Ala Italia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Ala (Italia)

La scheda: Ala (Italia)

Ala (Ala in dialetto trentino) è un comune italiano di 8.902 abitanti della provincia di Trento, situato allo sbocco della Valbona e della Val di Ronchi, quest'ultima è percorsa da un torrente anch'esso chiamato Ala. Il capoluogo comunale, che comprende la Vallagarina orientale, si trova a poco più di 15 chilometri dal passo delle Fittanze della Sega, valico alpino sito a 1399 m s.l.m., che lo mette in comunicazione con il Veneto (provincia di Verona, comune di Erbezzo). Fino alla prima guerra mondiale, la cittadina fu un'importante stazione di confine fra l'Italia e l'Impero austro-ungarico. Anche Napoleone Bonaparte, Benito Mussolini, Wolfgang Amadeus Mozart e Andreas Hofer sostarono ad Ala.



Ala comune:
Localizzazione:
Stato:  Italia
Regione: Trentino-Alto Adige
Provincia: Trento
Amministrazione:
Sindaco: Claudio Soini (PD Unione per il Trentino Patt) dal 24/05/2015
Territorio:
Coordinate: 45°45?N 11°00?E? / ?45.75°N 11°E45.75, 11? (Ala)Coordinate: 45°45?N 11°00?E? / ?45.75°N 11°E45.75, 11? (Ala)
Altitudine: 180 m s.l.m.
Superficie: 119,87 km²
Abitanti: 8 902[2] (28-4-2015)
Densità: 74,26 ab./km²
Frazioni: Chizzola (la Chizzóla[1]), Marani, Pilcante (Pilcànt), Ronchi (Rónchi), Santa Margherita (Santa Margarita), Sdruzzinà, Sega di Ala, Serravalle (Seravàl)
Comuni confinanti: Avio, Bosco Chiesanuova (VR), Brentonico, Crespadoro (VI), Erbezzo (VR), Mori, Recoaro Terme (VI), Rovereto, Sant'Anna d'Alfaedo (VR), Selva di Progno (VR), Vallarsa
Altre informazioni:
Cod. postale: 38061
Prefisso: 0464
Fuso orario: UTC+1
Codice ISTAT: 022001
Cod. catastale: A116
Targa: TN
Cl. sismica: zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica: zona E, 2 672 GG[3]
Nome abitanti: alensi
Patrono: San Valentino e santa Maria Assunta
Giorno festivo: 14 febbraio
Cartografia:
Ala
Posizione del comune di Ala nella provincia autonoma di Trento
Modifica dati su Wikidata · Manuale

Ala comune:
Localizzazione:
Stato:  Italia
Regione: Trentino-Alto Adige
Provincia: Trento
Amministrazione:
Sindaco: Claudio Soini (PD Unione per il Trentino Patt) dal 24/05/2015
Territorio:
Coordinate: 45°45?N 11°00?E? / ?45.75°N 11°E45.75, 11? (Ala)Coordinate: 45°45?N 11°00?E? / ?45.75°N 11°E45.75, 11? (Ala)
Altitudine: 180 m s.l.m.
Superficie: 119,87 km²
Abitanti: 8 902[2] (28-4-2015)
Densità: 74,26 ab./km²
Frazioni: Chizzola (la Chizzóla[1]), Marani, Pilcante (Pilcànt), Ronchi (Rónchi), Santa Margherita (Santa Margarita), Sdruzzinà, Sega di Ala, Serravalle (Seravàl)
Comuni confinanti: Avio, Bosco Chiesanuova (VR), Brentonico, Crespadoro (VI), Erbezzo (VR), Mori, Recoaro Terme (VI), Rovereto, Sant'Anna d'Alfaedo (VR), Selva di Progno (VR), Vallarsa
Altre informazioni:
Cod. postale: 38061
Prefisso: 0464
Fuso orario: UTC+1
Codice ISTAT: 022001
Cod. catastale: A116
Targa: TN
Cl. sismica: zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica: zona E, 2 672 GG[3]
Nome abitanti: alensi
Patrono: San Valentino e santa Maria Assunta
Giorno festivo: 14 febbraio
Cartografia:
Ala
Posizione del comune di Ala nella provincia autonoma di Trento
Modifica dati su Wikidata · Manuale
1 Storia
1.1 Etimologia
2 Monumenti e luoghi d'interesse
2.1 Architetture religiose
2.1.1 Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta
2.1.2 La chiesa di San Giovanni Evangelista
2.1.3 La chiesa dei Frati Cappuccini
2.1.4 L'oratorio parrocchiale
2.2 Architetture civili
3 Società
3.1 Evoluzione demografica
3.2 Etnie e minoranze straniere
3.3 Variazioni
4 Cultura
4.1 Istruzione
4.1.1 Musei
4.2 Eventi
5 Persone legate ad Ala
6 Infrastrutture e trasporti
6.1 Strade
6.2 Ferrovie
7 Amministrazione
8 Note
9 Bibliografia
10 Voci correlate
11 Altri progetti

Ala (Ala in dialetto trentino) è un comune italiano di 8.902 abitanti della provincia di Trento, situato allo sbocco della Valbona e della Val di Ronchi, quest'ultima è percorsa da un torrente anch'esso chiamato Ala. Il capoluogo comunale, che comprende la Vallagarina orientale, si trova a poco più di 15 chilometri dal passo delle Fittanze della Sega, valico alpino sito a 1399 m s.l.m., che lo mette in comunicazione con il Veneto (provincia di Verona, comune di Erbezzo). Fino alla prima guerra mondiale, la cittadina fu un'importante stazione di confine fra l'Italia e l'Impero austro-ungarico. Anche Napoleone Bonaparte, Benito Mussolini, Wolfgang Amadeus Mozart e Andreas Hofer sostarono ad Ala.


Il borgo è sicuramente antico e di origine romana, infatti si ha notizia che in epoca imperiale era già noto come crocevia di commerci, oltre che una stazione di sosta per il cambio dei cavalli.
In epoca medioevale, il centro era diviso sostanzialmente in due zone: l'una attorno al castello (andato distrutto nel corso del Medioevo dai Castelbarco) e l'altra più a valle. Successivamente e fino al Rinascimento, furono realizzati sistemi difensivi fra i quali le porte di ingresso al borgo e, a sud, alcune torri di legno dette bastie. Questo nome è rimasto tutt'oggi come toponimo della zona e così viene chiamata una vicina area gioco per bambini.
Nel Cinquecento si sviluppa significativamente il commercio, con la coltivazione del gelso e del baco da seta. Attività nata durante la dominazione veneta e un secolo più tardi integrata con la produzione del velluto di seta destinato al mercato europeo. Iniziò quindi un notevole periodo di ricchezza che durò fino al Settecento, ancora riscontrabile nel tessuto urbanistico realizzato fra il Seicento ed il Settecento.
All'inizio della seconda metà dell'Ottocento ha luogo la costruzione della ferrovia del Brennero ed Ala è comunque coinvolta con la nascita di attività commerciali legate alla strada ferrata ma, contestualmente, entra in crisi il settore della seta.
Ad Ala, a dimostrarne l'importanza nel periodo post-medievale, fu conferito sin dal XVI secolo il titolo di città e nel XIX secolo vi fu fondato un Imperial Regio Ginnasio, come a Trento e nella vicina Rovereto, a dimostrare l'importanza, anche culturale, nel periodo di dominazione asburgica di questa cittadina.
Il periodo prospero che segue alla realizzazione della galleria del Brennero termina con lo scoppio della Grande guerra e i successivi spostamenti dei confini, perdendosi tutto il profitto derivato dai commerci di confine.
In epoca medioevale il centro si divide sostanzialmente in due zone, una intorno al castello, andato distrutto nel corso della Prima Guerra Mondiale e l'altra più a valle, in questo periodo, fino al rinascimento, nascono nella zona sistemi difensivi tra cui porte di ingresso e a sud delle torri di legno dette bastite, nome rimasto tutt'oggi come toponimo della zona. È nel Cinquecento che si sviluppa significativamente il commercio ad Ala con la coltivazione del gelso e del baco da seta, attività arrivata in precedenza durante la dominazione veneta e successivamente (XVII sec.) integrata con la produzione del velluto di seta destinato al mercato europeo. Parte da qui un notevole periodo di ricchezza ancora oggi riscontrabili nel tessuto urbanistico risalente al XVII e XVIII secolo.
A partire dalla seconda metà del 1800 parte la costruzione della ferrovia del Brennero ed Ala è comunque coinvolta con la nascita di attività commerciali legate alla strada ferrata e contestualmente va in crisi il settore della seta. A cavallo tra ottocento e novecento Ala e frontiera italo-austriaca con presenza di case di spedizione, alberghi e guardie di finanza da entrambe le parti. Questo periodo comunque prospero finisce con lo scoppio della Grande guerra e i successivi spostamenti di confini.
Nel 1944, quando i nazisti erano in ritirata dall'Italia, decisero di costruire lo sbarramento di Ala come ultimo baluardo.

Gianfrancesco Malfatti (1731 - 1807), matematico
Venere Pizzinato (1896 - 2011), supercentenaria italiana nata ad Ala il 23 novembre 1896 e morta a Verona il 2 agosto 2011 all'età di 114 anni e 252 giorni: l'italiana più longeva di sempre dopo aver superato i 114 anni e 4 giorni della ligure Virginia Dighero (1891-2005)
Antonio Bresciani (1798 - 1862), gesuita e letterato italiano

La zona era abitata, già nei primi secoli dopo Cristo, da una popolazione germanica, a cui si riferisce forse l'Itinerarium Antonini (III secolo d.C.) quando menziona un insediamento chiamato Ad Palatinum. Lo stesso nome "Ala" potrebbe derivare dal gotico (o longobardo) halla ("portico", "sala", o "palazzo"). Secondo altre ipotesi, il nome potrebbe trarre origine da un'ala dell'esercito romano, anticamente stanziata nella zona. Infine, secondo un'ultima ipotesi il nome potrebbe aver avuto origine semplicemente dalla forma (di ala, appunto) che aveva anticamente l'abitato.

Palazzi de' Pizzini dove furono ospiti lo Zar Nicola I di Russia, Heinrich Heine, Mozart, Napoleone Bonaparte e Eugenio Prati.
Palazzo Angelini che ospitò importanti personaggi in viaggio tra l'Italia e l'Europa: Carlo V (1541- 1543), Massimiliano II d'Asburgo (1548), Carlo VI d'Asburgo (1711), il generale Luigi Cadorna durante la prima guerra mondiale, risalente al periodo veneziano (XV Sec.).
Palazzo Taddei proprio tra queste mura, vi sostò il capo della rivolta sudtirolese Andreas Hofer prima dì essere giustiziato dai francesi a Mantova.
Palazzo Zanderighi, ora sede della biblioteca comunale, che ospitò nel 1565 San Carlo Borromeo.
Palazzo de' Gresti sede nel Seicento e nel Settecento della giurisdizione civile del Vicariato e residenza del Capitano di Giustizia, era collegato alle prigioni attraverso un passaggio che attraversava via Carrera.

Abitanti censiti


Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 1.318 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:
Romania 321 3,55%
Serbia 164 1,82%
Albania 162 1,79%
Tunisia 130 1,44%
Marocco 125 1,38%

La circoscrizione territoriale ha subito le seguenti modifiche: nel 1928 aggregazione di territori dei soppressi comuni di Chizzola, Pilcante, Santa Margherita e Serravalle all'Adige.

Ogni anno, in luglio, ha luogo la manifestazione Città di Velluto, una rievocazione di Ala nel Settecento. Le vie cittadine si animano con l'apertura dei cortili, e compagnie teatrali in costumi d'epoca fanno rivivere l'atmosfera di anni passati. Inoltre un percorso enogastronomico completa le serate. Altro appuntamento è lo storico carnevale di Villalta, antico borgo dove ha avuto origine il mercato del centro Lagarino.

Ala è raggiungibile grazie al casello di Ala-Avio posto sull'Autostrada A22.

Ala è dotata di una stazione lungo la ferrovia del Brennero nel tratto compreso tra Verona e Trento.

A2 OVEST- GIVOVA SCAFATI, TORNA L'ALA LUPUSOR

La Givova Scafati, come avevamo gia' anticipato, ha ufficializzato ieri il ritorno in maglia gialloblù dell’ala grande italiana, di origini moldave, Ion Lupusor, che ha sottoscritto un contratto che lo lega al club di Viale della Gloria per la prossima stagione agonistica. CURRICULUM-Alto 202 cm per 97 kg, il ventitreenne cestista che a Scafati ha già militato nella stagione 2017/2018 in serie A2 (14’ di media in 12 gare; 6,08 punti e 2,5 rimbalzi di [...]

B, LA PARTENOPE CONFERMA ANCHE L'ALA-PIVOT LUONGO

Terza conferma in casa Partenope. Dopo coach Enzo Patrizio e Luca Izzo è arrivata anche la firma di Peppe Luongo, tra i grandi protagonisti della promozione conquistata lo scorso 26 maggio. Per Luongo, ala-pivot di 198 cm classe 1991, si tratta di un ritorno in Serie B dopo le esperienze maturate a Bisceglie, Napoli e Maddaloni.  "Sono davvero felice - afferma Luongo - questa società mi ha sempre fatto sentire importante e coinvolto, anche nelle fasi [...]

Basket Serie C Gold/ Ecco l’ala forte per la prossima stagione – Giuseppe Ordine è un giocatore della Bisanum Viaggi Vieste

Basket Serie C Gold/ Ecco l’ala forte per la prossima stagione – Giuseppe Ordine è un giocatore della Bisanum Viaggi Vieste

Galleria di foto dei nostri viaggi ALI - ALE

torna indietro Home contatti torna indietro Home contatti

Cuore d'aquila e ali di passeroaquila

Cuore d'aquila e ali di passero. Essere cristiani è scegliere i poveriMaurizio Patriciello, Avvenire, domenica 16 giugno 2019Questo è il terribile e contraddittorio mistero dell’uomo: avere un cuore di aquila e ali di passero». E noi con questo mistero, così ben descritto da Ignacio Larranaga, dobbiamo fare i conti ogni giorno. Il cuore di aquila ci fa superare i confini dello spazio e del tempo, ci fa osare l’impensabile, ci proietta nel futuro. Le ali di [...]

Se avessi le ali

 Se avessi le ali Se avessi le ali vorrei volare soave sulle distese infinite del mare quando è sereno come il cuore di un bimbo ... vorrei entrare nella fitta foresta della vita innalzarmi sulle cime degli alberi quando sono più verdi ed allattando i loro frutti che generosi si aprono alla vita ed invitano farfalle ed api a succhiarne il nettare Vorrei volare con le mie ali in cima alle più alte vette  fino a toccare con le mani la luna e le stelle e ballare [...]

BALLA | BOCCIONI | DEPERO COSTRUIRE LO SPAZIO DEL FUTURO >

BALLA | BOCCIONI | DEPERO COSTRUIRE LO SPAZIO DEL FUTURO >

 BALLA | BOCCIONI | DEPERO COSTRUIRE LO SPAZIO DEL FUTURO > _22 giugno–3 novembre 2019 a cura di Antonio D’Amico Musei Civici di Palazzo San Francesco     Domodossola (VB) Via Rosmini, 20–2884Tel 0324/4921–Fax 0324/481402–email:cultura@comune.domodossola.vb.it I Musei Civici di Palazzo San Francesco riaprono i battenti con una grande mostra dedicata al Futurismo, per raccontare un’epoca d’oro della città di Domodossola, scaraventata nel [...]

SIDIGAS AVELLINO, ORA E' UFFICIALE L'ARRIVO ANCHE DELL'ALA-FORTE TREIER

Terzo innesto in casa Sidigas Avellino. Il club irpino ha annunciato oggi l'ingaggio per la stagione 2019/20 dell'atleta classe 1999, membro della nazionale estone, Kaspar Treier. Per l'ala forte di 203 cm per 100 kg con formazione italiana, negli ultimi due anni in forza alla Poderosa Montegranaro, si tratta della prima esperienza in Serie A.  Curriculum-Kaspar Treier. Nato il 19 settembre 1999 a Tartu (Estonia), Treier inizia a giocare a basket nella [...]

Per un riformismo con le ali.

Per un riformismo con le ali.

Occorre dare davvero corpo alla Costituente dei comitati delle idee, lanciata dal Pd. Il partito, così, non dovrebbe fungere da semplice ricettacolo, da contenitore passivo. Credo che i problemi odierni della sinistra affondino le radici nei decenni scorsi. A lungo si è pensato che il riformismo corrisponda solo al “problem solving”. Affrontare i problemi rappresenta per la politica un dovere e una sfida ineludibile, ma non basta. Negli anni del duello [...]

Negramaro - "La Finestra" (Sugar Music, 2007).

Negramaro - "La Finestra" (Sugar Music, 2007).

Nel 2007 usciva "La Finestra", quarto album registrato in studio dei Negramaro. Il progetto discografico è composto da 14 tracce - tra cui i singoli "Parlami d'amore", "L'immenso", "Cade la pioggia", "Via le mani dagli occhi", "Un passo indietro" - che scorrono per circa un'ora in maniera intensa e lineare, tanto da confermare il gruppo salentino come una delle migliori band pop-rock italiane. Il disco inoltre ha riscosso un grande successo nelle classifiche [...]

FOTO: Ala (Italia)

Ala attorno al 1910

Ala attorno al 1910

Il palazzo del municipio

Il palazzo del municipio

Cecilia Rodriguez, fondoschiena da Trento... e lode

Cecilia Rodriguez, fondoschiena da Trento... e lode

"In quanti hanno zoomato?" chiede un follower dopo aver visto il post di Cecilia Rodriguez che ha pubblicato un'immagine che la ritrae in bikini con il suo lato B in bella vista. Lei spiritosa replica lasciando intendere che c'è da zoomare anche sul décolleté. Tra i commenti ironici anche quelli che scrivono che un fondoschiena così in Trentino non s'è mai visto, ma c'è anche chi si sfoga insinuando chirurgia plastica. La sorella di Belen ha trascorso il [...]

Cecilia Rodriguez, fondoschiena da Trento... e lode

Cecilia Rodriguez, fondoschiena da Trento... e lode

"In quanti hanno zoomato?" chiede un follower dopo aver visto il post di Cecilia Rodriguez che ha pubblicato un'immagine che la ritrae in bikini con il suo lato B in bella vista. Lei spiritosa replica lasciando intendere che c'è da zoomare anche sul décolleté. Tra i commenti ironici anche quelli che scrivono che un fondoschiena così in Trentino non s'è mai visto, ma c'è anche chi si sfoga insinuando chirurgia plastica. La sorella di Belen ha trascorso il [...]

Giancarlo Magalli contro Adriana Volpe: «Nessuno ce l'ha con te, smetti di darmi colpe»

Giancarlo Magalli contro Adriana Volpe: «Nessuno ce l'ha con te, smetti di darmi colpe»

Giancarlo Magalli torna a parlare della polemica a distanza, che imperversa ormai da oltre un anno, con Adriana Volpe. Il popolare conduttore romano, per farlo, ha scelto un post su Facebook, allegando anche l'immagine di una volpe e una emoji a forma di cuore. «Rilassati, Adriana, nessuno vuole farti del male, soprattutto io che nella mia vita non ne ho mai fatto a nessuno», scrive Magalli. Nel messaggio social, Giancarlo Magalli si è rivolto così, [...]

Giancarlo Magalli contro Adriana Volpe: «Nessuno ce l'ha con te, smetti di darmi colpe»

Giancarlo Magalli contro Adriana Volpe: «Nessuno ce l'ha con te, smetti di darmi colpe»

Giancarlo Magalli torna a parlare della polemica a distanza, che imperversa ormai da oltre un anno, con Adriana Volpe. Il popolare conduttore romano, per farlo, ha scelto un post su Facebook, allegando anche l'immagine di una volpe e una emoji a forma di cuore. «Rilassati, Adriana, nessuno vuole farti del male, soprattutto io che nella mia vita non ne ho mai fatto a nessuno», scrive Magalli. Nel messaggio social, Giancarlo Magalli si è rivolto così, [...]

Montecarlo, Charlotte Casiraghi sposa a sorpresa il fidanzato Dimitri Rassam

Montecarlo, Charlotte Casiraghi sposa a sorpresa il fidanzato Dimitri Rassam

Charlotte Casiraghi e Dimitri Rassam si sono sposati a Montecarlo con rito civile nel salone di Palazzo Grimaldi. Una cerimonia semplice e un po' a sorpresa, alla presenza di parenti e amici. La figlia di Carolina di Monaco e del pilota di offshore Stefano Casiraghi, morto in un incidente nel 1990, ha indossato un abito corto grigio-beige con grandi fiocchi sul davanti e ricami vintage. Lo sposo, figlio di Carole Bouquet, era in completo blu, con cravatta [...]

Montecarlo, Charlotte Casiraghi sposa a sorpresa il fidanzato Dimitri Rassam

Montecarlo, Charlotte Casiraghi sposa a sorpresa il fidanzato Dimitri Rassam

Charlotte Casiraghi e Dimitri Rassam si sono sposati a Montecarlo con rito civile nel salone di Palazzo Grimaldi. Una cerimonia semplice e un po' a sorpresa, alla presenza di parenti e amici. La figlia di Carolina di Monaco e del pilota di offshore Stefano Casiraghi, morto in un incidente nel 1990, ha indossato un abito corto grigio-beige con grandi fiocchi sul davanti e ricami vintage. Lo sposo, figlio di Carole Bouquet, era in completo blu, con cravatta azzurra.

Alex e la chiarezza delle sue parole

Alex e la chiarezza delle sue parole

ROM: Segnali di Progrom di Alex Zanotelli (Missionario Comboniano) I Rom e i Sinti, in questo paese, sono sempre più nell’occhio del ciclone, perché sono l’anello debole della catena migratoria: gli ultimi della nostra società. I pregiudizi contro di loro sono molto pesanti e atavici. Lo abbiamo visto il 3 aprile a Torre Maura, periferia Est di Roma dove 77 rom, destinati a un centro di accoglienza, sono stati accolti da cittadini infuriati con calci, sputi, [...]

Migranti, non dimentichiamo lo sfogo di Papa Francesco: "Tenere ferme le navi è un’ingiustizia. Perché lo fanno? Per farli annegare?”... E torna in mente la domanda di Padre Alex Zanotelli: “Come può un cristiano votare Lega?”

Migranti, non dimentichiamo lo sfogo di Papa Francesco: "Tenere ferme le navi è un’ingiustizia. Perché lo fanno? Per farli annegare?”... E torna in mente la domanda di Padre Alex Zanotelli: “Come può un cristiano votare Lega?”

.   seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping   . Migranti, non dimentichiamo lo sfogo di Papa Francesco: "Tenere ferme le navi è un’ingiustizia. Perché lo fanno? Per farli annegare?”... E torna in mente la domanda di Padre Alex Zanotelli: “Come può un cristiano votare Lega?” Leggi anche: Padre Zanotelli: “Come può un cristiano votare Lega?” Durissima presa di posizione di Padre Alex Zanotelli: i Cristiani scelgano o il Vangelo o [...]

GF Francesca De Andrè confessione choc a Kikò Nalli

GF Francesca De Andrè confessione choc a Kikò Nalli

Francesca De Andrè ha raccontato a Kikò Nalli una questione molto personale, tanto che Kikò è rimasto di sasso davanti a questa confessione: «Dovevo fare una perizia psichiatrica. Voglio spegnermi». La scorsa notte, la De Andrè sarebbe stata protagonista di uno sfogo disperato. Durante il quale ha raccontato dettagli molto intimi della sua vita. Francesca De Andrè avrebbe raccontato a Kikò Nalli di avere una perizia psichiatrica da fare e che il suo ex [...]

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON PRESTIGIOSA NAZIONALE DI CORSA IN MONTAGNA IN RADUNO A PRIMIERO

PRIMIERO DOLOMITI MARATHON PRESTIGIOSA NAZIONALE DI CORSA IN MONTAGNA IN RADUNO A PRIMIERO

La nazionale di corsa in montagna e la Valle di Primiero in Trentino, una storia d’amore che prosegue anche nel 2019, con gli azzurri a scegliere la bella vallata di Primiero e i tracciati della Primiero Dolomiti Marathon del 6 luglio come preparazione in vista dell’appuntamento con i Campionati Europei del 7 luglio a Zermatt, in Svizzera, e con i Campionati Mondiali classic e long distance che quest’anno si svolgeranno a novembre in Argentina. Il team [...]

&id=HPN_Ala+(Italia)_http{{{}}}sws*geonames*org{}6540650{}" alt="" style="display:none;"/> ?>