Albrecht D rer

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Albrecht D rer. Cerca invece Albrecht Dürer.

Vedi anche

Salemi
In rilievo

Salemi

Albrecht Dürer

La scheda: Albrecht Dürer

Albrecht Dürer (Norimberga, 21 maggio 1471 – Norimberga, 6 aprile 1528) è stato un pittore, incisore, matematico e trattatista tedesco.
Figlio di un ungherese, viene considerato il massimo esponente della pittura tedesca rinascimentale. A Venezia l'artista entrò in contatto con ambienti neoplatonici. Si presume che tali ambienti abbiano sollevato il suo carattere verso l'aggregazione esoterica. Classico esempio è l'opera dal titolo Melencolia I, realizzata nel 1514, in cui sono presenti evidenti simbologie ermetiche.



Probabilmente a Basilea, nella cerchia degli umanisti e degli editori, il giovane Dürer, intelligente e avido d'imparare, aveva sentito parlare per la prima volta del mondo intellettuale italiano e di quel clima culturale su cui, già da quasi un secolo, la riscoperta del mondo dell'antichità aveva influito in modo determinante, sia nella letteratura che nell'arte. Molti anni più tardi, Dürer avrebbe tradotto col termine tedesco "Wiedererwachung" il concetto di "Rinascimento" coniato a suo tempo da Francesco Petrarca. Ciò conferma che egli era pienamente cosciente dell'importanza di questo processo storico.
Nella tarda estate del 1494, scoppiò a Norimberga una di quelle epidemie tanto comuni all'epoca, che generalmente venivano designate col nome di "peste". Il miglior sistema di difesa contro il contagio, il più sicuro tra quelli consigliati dai medici, era di abbandonare la regione colpita. Dürer colse l'occasione per andare a conoscere la "nuova arte" nella sua terra d'origine, non dandosi troppo peso di lasciare da sola la giovane moglie a casa. Partì così per Venezia, intraprendendo probabilmente il viaggio al seguito di un mercante di Norimberga.
Il cammino compiuto verso l'Italia settentrionale si può ripercorrere con una certa precisione seguendo i paesaggi ad acquerello che lo documentano. Attraversò il Tirolo e il Trentino. A Innsbruck, per esempio, realizzò un acquerello che raffigura il cortile del castello, la residenza preferita dell'imperatore Massimiliano I. Delle due vedute oggi conservate a Vienna, la più ragguardevole è quella con il cielo colorato che affascina per la precisa riproduzione dei dettagli delle costruzioni intorno alla corte, ma che presenta ancora errori prospettici.
Il primo viaggio in Italia è però avvolto in larga parte dal mistero. Si pensa che Dürer visitò anche Padova, Mantova e forse Pavia, in cui l'amico Pirckheimer frequentava l'università. All'inizio del XX secolo alcuni studiosi arrivarono anche a dubitare dell'eventualità che questo viaggio fosse mai avvenuto, un'ipotesi provocatoria che non ha avuto seguito.
A Venezia, Dürer avrebbe dovuto apprendere i principi dei metodi di costruzione prospettica. Ma sembra che ad attrarlo molto di più furono altre cose, come per esempio gli abiti delle donne veneziane, così insoliti per lui (mostrati dal disegno del 1495), oppure il soggetto per lui sconosciuto del Granchio di mare o l’Aragosta, ritratti in disegni oggi conservati rispettivamente a Rotterdam e a Berlino. In ambito artistico, l'attiravano le opere dei pittori contemporanei che raffiguravano temi mitologici, come il quadro perduto di Andrea Mantegna con la Morte di Orfeo (perduto), di cui Dürer disegnò con estrema cura una copia datata 1494 e siglata con le sue lettere "A" e "D". Copiò inoltre le stampe della Zuffa di dei marini e del Baccanale con sileno, ricalcati fedelmente sull'originale di Mantegna sostituendo però alle linee parallele del tratteggio un andamento incrociato, derivato dall'esempio di Martin Schongauer, e con linee curve e sinuose che imprimono ai soggetti una vibrazione assente negli originali.
Dovette rimanere inoltre affascinato dall'abbondanza di opere d'arte, dalla vivacità e il cosmopolitismo della città lagunare e probabilmente scoprì l'alta considerazione di cui godevano in Italia gli artisti. Assai improbabile è però che il giovane e sconosciuto Dürer, che campava vendendo stampe ai membri della comunità tedesca cittadina, fosse potuto entrare in contatto diretto con i grandi maestri allora presenti in città e nei territori limitrofi, come i Bellini (Jacopo, Gentile e Giovanni), Mantegna o Carpaccio.
Un altro tema che interessò il giovane artista fu la nuova concezione del corpo umano elaborata in Italia. Già nel 1493 l'artista aveva infatti prodotto un disegno di Bagnante (primo nudo preso dal vivo dell'arte tedesca) e a Venezia poté approfondire, grazie all'abbondanza di modelli disponibili, i rapporti tra figure, nude o vestite, con lo spazio in cui si muovono. Sicuramente dovette poi incuriosirlo la rappresentazione prospettica, ma un suo interesse diretto su tale argomento è documentato solo dal secondo viaggio.
Quanto il giovane pittore del nord fosse rimasto affascinato dalla pittura veneziana, in particolare da quella di Gentile e Giovanni Bellini, appare dai disegni di questo periodo e dai quadri dipinti dopo il ritorno in patria. Ma i primi riflessi di questo incontro si possono riconoscere già negli acquerelli che nacquero durante il viaggio di ritorno.

Nella primavera o ai primi di autunno del 1505, Dürer interruppe il lavoro e si mise nuovamente in viaggio verso l'Italia, probabilmente con l'occasione di sfuggire da un'epidemia che aveva colpito la sua città. Egli desiderava inoltre completare le proprie conoscenze sulla prospettiva e ritrovare un ambiente culturale ricco e stimolante ben più di Norimberga. Se per il primo viaggio le notizie sono piuttosto scarne, il secondo è invece ben documentato, grazie innanzitutto alle dieci lettere che indirizzò all'amico Willibald Pirckheimer, spesso ricche di gustosi particolari che descrivono le sue aspirazioni e i suoi stati d'animo, talvolta travagliati. Avrebbe voluto portare con sé il fratello Hans, ma la madre anziana e apprensiva non concesse il permesso.
Seguendo lo stesso tragitto dell'altra volta prese la via del sud, diretto a Venezia, facendo una prima sosta ad Augusta, patria della famiglia Fugger, che lo avrebbe ospitato nella città lagunare. Già in quell'occasione ricevette la proposta di dipingere una pala per la chiesa della comunità tedesca veneziana, San Bartolomeo, da terminare per la metà del maggio 1506. Passò poi per il Tirolo, i valichi alpini, e la valle dell'Adige.
Il Dürer che arrivava in Italia questa volta non era più il giovane artista sconosciuto di dieci anni prima, ma un artista conosciuto e apprezzato in tutta Europa, soprattutto grazie alle sue incisioni, così ammirate e copiate frequentemente. Per pagarsi il viaggio e provvedere ai bisogni si era portato dietro alcuni dipinti che contava di vendere, tra cui probabilmente la Madonna di Bagnacavallo. Inoltre contava di lavorare guadagnando con la propria arte.
Arrivato a Venezia si immerse nell'ambiente cosmopolita della città, comprò nuovi abiti eleganti, descritti nelle lettere, e frequentò personaggi colti, estimatori d'arte e musicisti, come un perfetto gentiluomo. Descrisse come talvolta era così ricercato dagli amici da doversi nascondere per trovare un po' di pace: sicuramente la sua figura slanciata e dal portamento elegante non doveva passare inosservata.
Suscitava anche antipatie, soprattutto dai colleghi italiani che, come egli stesso parlò nelle sue lettere, "imitano la mia opera nelle chiese dovunque sia loro possibile, poi la criticano e dicono che non è eseguita secondo la maniera antica, e per questo non andrebbe bene". Egli fa il nome di due soli artisti locali: Jacopo de' Barbari e Giovanni Bellini. Quest'ultimo, di età ormai avanzata, era ritenuto da Dürer ancora il migliore sulla piazza ed aveva ricevuto da lui benevolenza e stima, andando a trovarlo ed esprimendo addirittura il desiderio di acquistare qualche suo lavoro, disponibile anche a pagarlo bene, un'altra volta il Bellini aveva elogiato il tedesco pubblicamente.
Jacopo de' Barbari, detto "Meister Jakob", era il protetto del norimberghese presente a Venezia Anton Kolb, verso questo collega Dürer ebbe parole di lieve sarcasmo, quando scrisse che in Italia erano molti gli artisti più bravi di lui.

Storie della Bibbia: Abramo offre Isacco

Storie della Bibbia: Abramo offre Isacco

Storie della Bibbia: Abramo offre Isacco Dopo queste cose, avvenne che Iddio provò Abrahamo, e gli disse: ‘Abrahamo!’ Ed egli rispose: ‘Eccomi’. E Dio disse: ‘Prendi ora il tuo figliuolo, il tuo unico, colui che ami, Isacco, e vattene nel paese di Moriah, e offrilo quivi in olocausto sopra uno dei monti che ti dirò’. E Abrahamo levatosi la mattina di buon’ora, mise il basto al suo asino, prese con sé due de’ suoi servitori e Isacco suo [...]

IL LAVORO & L'ANGELO CUSTODE

IL LAVORO & L'ANGELO CUSTODE

  TUTTI DICONO ... ABBIAMO UN ANGELO CHE VEGLIA SU DI NOIE SICCOME IO ESAGERO SEMPRE ... NE HO DUE... MI HANNO PROMESSO CHE IN QUESTO MOMENTOSARANNO DISATTENTI ... E ... GUARDERANNO ALTROVE LAVORO ? SPIACENTE SONO DISOCCUAPATOSE AVETE UN POSTO ... ANCHE UMILEPULIZIE ; LAVAPIATTI ... INSOMMAQUALSIASI LAVORO ONESTO ... PER ME .. VA BENE ringrazio in anticipo  __________________________________________ ... con quello che " e' stato fatto sino ad ora " [...]

EVENTI: Albrecht Dürer

Il 12 gennaio 1519 la morte dell'imperatore colse l'artista di sorpresa, acuendo il dolore in un momento di crisi personale.

Nel 1519 un artista olandese, Jan van Scorel, incontrò a Norimberga Dürer, dopo essersi appositamente recato in viaggio, ma lo trovò così preso dalle questioni religiose che preferì rinunciare alle richieste di insegnamenti e se ne ripartì.

Nel 1498, stesso anno in cui fu pubblicata l'Apocalisse, Dürer realizzò il proprio Autoritratto con guanti, ora al Museo del Prado di Madrid.

Nel 1514 morì la madre, pochi mesi dopo che l'artista le aveva fatto un ritratto a carboncino di drammatico realismo, quando essa era già malata e presagiva la fine.

Nel 1515 disegnò una xilografia di un rinoceronte indiano di cui aveva sentito parlare, che divenne nota come Rinoceronte di Dürer.

Nel 1496 realizzò l'incisione del Bagno di uomini.

Il 12 luglio 1520 Dürer si accinse dunque a partire per l'ultimo dei suoi grandi viaggi, che lo tenne lontano da casa per un intero anno.

The Self-Portrait, from Schiele to Beckmann

The Self-Portrait, from Schiele to Beckmann

Georg Scholz, Self-Portrait in front of an Advertising Column, 1926 La mostra appena inaugurata alla Neue Galerie di New York esamina, attraverso una settantina di opere di circa trenta artisti, il genere dell'autoritratto dalle avanguardie del primo Novecento alla metà del secolo, attingendo soprattutto al panorama tedesco e austriaco. Käthe Kollwitz, Frontal Self-Portrait, 1910 L'antologica consente una fruizione più immediata della sfera emotiva degli [...]

Apparat - "LP5" (Mute Records, 2019).

Apparat - "LP5" (Mute Records, 2019).

"LP5" è il nuovo album di Apparat, in uscita il 22 marzo 2019 via Mute. A proposito del disco, a cui ha collaborato anche il violoncellista Philipp Thimm e che incorpora una sezione fiati, archi, contrabbasso ed altri strumenti, il musicista ha dichiarato: «Non devo scrivere inni pop, qui. Posso semplicemente immergere me stesso nei dettagli e nella struttura». Il primo singolo estratto dal disco è "Dawan". Apparat sarà in tour in Italia ad aprile [...]

Meghan Markle spunta una sua sosia quanto guadagna per ogni apparizione

Meghan Markle spunta una sua sosia quanto guadagna per ogni apparizione

La moglie del principe Harry, Meghan Markle è tra delle donne più invidiate e copiate degli ultimi tempi ma è solo quando è entrata di diritto nella Royal Family che Olivia Marsden, una ragazza di Greenwich, a sud-est di Londra, ha pensato bene di diventare la sua sosia ufficiale. La vera svolta è arrivata nel 2017, anno del fidanzamento ufficiale con il Principe Harry: da quel momento se Olivia usciva per una passeggiata al parco o per fare spesa, veniva [...]

Carlo Magno, Santo o Beato?

Carlo Magno, Santo o Beato?

La canonizzazione di Carlomagno nel 1165 da parte dell'antipapa Pasquale III non è che un momento dello straordinario destino postumo dell'imperatore d'Occidente. Qui si ricorderà brevemente ciò che, nella sua vita e nella sua opera, ha fornito occasione a un culto in alcune regioni cristiane. Nato nel 742, primogenito di Pipino il Breve, gli succedette il 24 settembre 768 come sovrano d'una parte del regno dei Franchi, divenendo unico re alla morte (771) [...]

MESSAGGIO DI SAN MICHELE ARCANGELO A LUZ DE MARIA VENERDÌ SANTO

MESSAGGIO DI SAN MICHELE ARCANGELO A LUZ DE MARIA VENERDÌ SANTO

MESSAGGIO DI SAN MICHELE ARCANGELO A LUZ DE MARIA VENERDÌ SANTO 19 APRILE 2019  POPOLO DI DIO CHE RIMANETE NEL FLUSSO DI SANGUE ED ACQUA CHE EMANA IL COSTATO DEL NOSTRO RE E SIGNORE GESÙ CRISTO. (Cfr. Gv. 19,34)   Quante ferite sul Corpo Santissimo di Cristo, Re dell’Universo! Quanto Amore per l’essere umano!   Quanta sofferenza nel continuare ad essere incompreso da questa generazione! Quante ferite subisce costantemente il Nostro Re e Signore, [...]

Wind of change (sarcasmo).

"Sanjuán, mio fedele Sanjuán, da alcuni giorni sento una tal negatività dentro, un dolore che non riesco ad estirpare..." "Soffia il Lezzo di Porres...", bofonchia il desso senza alzare lo sguardo. Che vi dicevo? Rasenta la perfezione. E, per la satira, c'è sempre posto. Ovvio, non esiste un vento con questo nome. E neppure un profumo, benché mi diverta ad immaginare il flacone; con un briciolo di fantasia in più di quel chiringuito rustico vicino a [...]

Musica di Nietzsche e in Nietzsche. E' Primavera? "En saignant on devient enseignant...

Post 925Sono a buon punto nella revisione del blog in vista di una sua eventuale pubblicazione in versione cartacea e/o in ebook. Circa i tre quarti della lunga operazione è ormai compiuta, ma sono molti i dubbi che mi porto dietro: limitarmi alla correzione dei refusi ortografici o lasciare il diario alla sua spontaneità senza  intervenire sulle esuberanze, le ripetizioni, le sciattezze, o le ricercatezze, stilistiche, l’abuso delle citazioni ecc? Decido per [...]

Biglietti Concerti Wind Music Awards 2019

Biglietti Concerti Wind Music Awards 2019

FanticketStore Biglietti Concerti Wind Music Awards 2019 La kermesse canora premia le stelle del panorama musicale italiano che hanno raggiunto (nel periodo maggio 2018/maggio 2019) con i loro dischi itraguardi oro (oltre le 25mila copie), platino (oltre le 50mila copie), e multi platino (in particolare “doppio platino” oltre le 100mila copie. E ancora triplo platino oltre le 150mila, quadruplo platino oltre le 200mila, 5 volte platinooltre le [...]

FOTO: Albrecht Dürer

Autoritratto a tredici anni

Autoritratto a tredici anni

Ritratto di Albrecht Dürer il Vecchio (1490 circa)

Ritratto di Albrecht Dürer il Vecchio (1490 circa)

Frontespizio per le Lettere di san Girolamo, 1492

Frontespizio per le Lettere di san Girolamo, 1492

La casa di Dürer a Norimberga

La casa di Dürer a Norimberga

Il Mulino

Il Mulino

Cortile del castello di Innsbruck (1494), acquerello, Vienna, Albertina

Cortile del castello di Innsbruck (1494), acquerello, Vienna, Albertina

Morte di Orfeo, 1494, penna e argento su pergamena, Amburgo, Kunsthalle

Morte di Orfeo, 1494, penna e argento su pergamena, Amburgo, Kunsthalle

Benedetto XVI

Il mio lavoro è suddiviso in tre parti. In un primo punto tento molto breve­mente di delineare in generale il contesto sociale della questione, in mancanza del quale il problema risulta incomprensibile. Cerco di mostrare come negli anni ’60 si sia verificato un processo inaudito, di un ordine di grandezza che nella storia è quasi senza precedenti. Si può affermare che nel ventennio 1960-1980 i criteri validi sino a quel momento in tema di sessualità sono [...]

Arcangelo Gabriele

Arcangelo Gabriele attraverso Shelley Young, 13 aprile 2019 Traduzione: MarioAbbiamo parlato ieri del ruolo di molti esseri umani portatori di luce in cui si trovano, quello dello stabilizzatore energetico e del detentore dello spazio circostante. Ci rendiamo conto che molti di voi sono stanchi e ansiosi nell'andare avanti. Desideriamo rassicurarvi che questa non è una fase che dura per sempre. In realtà, è una fase piuttosto breve ma cruciale.Pensate ad un [...]

Madre Maria: ricostruzione.

Madre Maria: ricostruzione. By Linda Li, traduzione Ben Boux(Nt. Il Cristo è, in quest'epoca, femminile, ovvero la compagna di Gesù, Maria Maddalena)Madre Maria dice, carissimi, sono Madre Maria. Vengo oggi con notizie importanti. A causa del cambiamento del Piano Divino, il processo di ricostruzione di Madre Gaia è stato ritardato. Cosa succederà dopo, invece, è la liberazione. Ciò che intendo è che da quando è iniziata l'era di Cristo, il Divino e la [...]

POI NON C'E' BISOGNO DI DUE TRONI,DI TRE TRONI ECC...PERCHE' IL TRONO DI DIO E' MOLTO GRANDE PER FAR STARE SEDUTI MILIONI DI CREDENTI.

POI NON C'E' BISOGNO DI DUE TRONI,DI TRE TRONI ECC...PERCHE' IL TRONO DI DIO E' MOLTO GRANDE PER FAR STARE SEDUTI MILIONI DI CREDENTI.Apocalisse 3:21 Il vincitore lo farò sedere presso di me, sul mio trono, come io ho vinto e mi sono assiso presso il Padre mio sul suo trono. 22 Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese.E IN CIELO CI SONO ANCHE QUESTI TRONI: Apocalisse 20:4 Poi vidi dei troni; e a coloro che vi si sedettero fu dato il potere di [...]

San Giovanni in Fiore – " Il Medioevo e Gioacchino da Fiore": STRAVOLTA LA STORIA!

San Giovanni in Fiore – " Il Medioevo e Gioacchino da Fiore": STRAVOLTA LA STORIA!

Vanno bene gli eventi, le manifestazioni, la promozione, la diffusione della cultura, della storia e delle tradizioni della comunità sangiovannese. Iniziative lodevoli, meritevoli e degne di apprezzamento. Ma, perdonate la nostra ignoranza, cosa c’entrerebbero (Di Pietro direbbe "che ci azzecca?") determinati costumi e parate varie con la storia, le tradizioni, la vita, il pensiero, i luoghi, i territori florensi, i borghi, la filosofia, le profezie e la [...]

Francesco Saverio

La morte improvvisa di Francesco Saverio Festa mi ha profondamente colpito.Non è che avessi con lui una frequentazione talmente assidua, né facevo parte della ristretta cerchia dei suoi amici più cari, ma lui rappresentava una di quelle figure che più di altre mostravano un legame intenso con Avellino.  Uno di quelli che ero abituato quotidianamente a vedere, e che, in un certo modo, restituivano gli umori della città. Uno di quelli che aveva deciso di [...]

Danza Tai Chi | Nuovo Cielo e Nuova Terra “Il Significato dell’Apparizione di Dio”

Danza Tai Chi | Nuovo Cielo e Nuova Terra “Il Significato dell’Apparizione di Dio”

https://www.youtube.com/watch?v=R9lhwOlN-mg Musica Cristiana - Danza Tai Chi | Nuovo Cielo e Nuova Terra “Il Significato dell’Apparizione di Dio” L’apparizione di Dio si riferisce al Suo arrivo sulla terra per fare la Sua opera. Con la Sua identità e disposizione e con il Suo metodo, Egli discende tra gli uomini per iniziare un’età e finirne un’altra. La Sua apparizione non è segno né immagine. Non è un tipo di cerimonia. Non è miracolo né gran [...]

Machine Learning nel doodle di oggi per festeggiare Johann Sebastian Bach

Machine Learning nel doodle di oggi per festeggiare Johann Sebastian Bach

TECNOLOGIA  21/03/2019 Machine Learning nel doodle di oggi per festeggiare Johann Sebastian Bach Oggi Google celebra Johann Sebastian Bach, compositore e musicista…

Carlo e Camilla, spunta il figlio segreto: ecco chi è

Carlo e Camilla, spunta il figlio segreto: ecco chi è

In Australia c’è un 53-enne che dichiara di essere il figlio segreto di Carlo e Camilla. L’uomo si chiama Simon Charles Dorante-Day e ha portato nel corso degli anni una serie di prove che dimostrerebbero le sue vere origini. Ora chiede a gran voce la prova del DNA, che potrebbe portare scompiglio a corte. Il figlio segreto di Carlo e Camilla sarebbe nato quando Camilla aveva 18 anni Simon ha 53 anni ed è nato a Gosport, vicino Portsmouth, nell’aprile [...]

Carlo e Camilla, spunta il figlio segreto: ecco chi è

Carlo e Camilla, spunta il figlio segreto: ecco chi è

In Australia c’è un 53-enne che dichiara di essere il figlio segreto di Carlo e Camilla. L’uomo si chiama Simon Charles Dorante-Day e ha portato nel corso degli anni una serie di prove che dimostrerebbero le sue vere origini. Ora chiede a gran voce la prova del DNA, che potrebbe portare scompiglio a corte. Il figlio segreto di Carlo e Camilla sarebbe nato quando Camilla aveva 18 anni Simon ha 53 anni ed è nato a Gosport, vicino Portsmouth, nell’aprile [...]

&id=HPN_Albrecht+Dürer_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Albrecht{{}}Dürer" alt="" style="display:none;"/> ?>