Alda Merini

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Christina (given name)
In rilievo

Christina (given name)

Alda Merini

La scheda: Alda Merini

Alda Giuseppina Angela Merini (Milano, 21 marzo 1931 – Milano, 1º novembre 2009) è stata una poetessa, aforista e scrittrice italiana.


Buon compleanno Alda - Oggi 21 marzo nasceva Alda Merini, poetessa d’amore e di follia, i veri ingredienti della vita.

Buon compleanno Alda - Oggi 21 marzo nasceva Alda Merini, poetessa d’amore e di follia, i veri ingredienti della vita.

      . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . .   Buon compleanno Alda - Oggi 21 marzo nasceva Alda Merini, poetessa d’amore e di follia, i veri ingredienti della vita. Alda Merini è stata una delle più importanti scrittrici italiane del Novecento. Nasce il 21 marzo 1931 a Milano, città che l’ha ospitata sino alla morte, avvenuta il 1° novembre 2009. Alda Giuseppina Angela Merini passa l’infanzia in viale Papiniano, dove si [...]

Nasce a Milano Associazione Alda Merini

Nasce a Milano Associazione Alda Merini

(ANSA) – ROMA, 20 MAR – Nasce a Milano l’Associazione Culturale Alda Merini, per iniziativa delle figlie della poetessa Emanuela, Flavia e Simona. L’Associazione, senza scopo di lucro, vuole “promuovere, tutelare, approfondire e diffondere la figura e l’opera” della Merini, di cui ricorrono nel 2019 i dieci anni dalla morte, avvenuta il 1 novembre 2009. Nel Consiglio Direttivo, oltre alle eredi, socie fondatrici, la presidente Marina Bignotti, per [...]

EVENTI: Alda Merini

Nel 2000 esce nell'edizione Einaudi, Superba è la notte, un volume risultato di un lavoro minuzioso compiuto su numerose poesie inviate all'editore Einaudi e ad Ambrogio Borsani.

Nel 1955 esce la seconda raccolta di versi, intitolata Paura di Dio, con le poesie scritte dal 1947 al '53, alla quale fa seguito Nozze romane.

Nel 1999 le edizioni Pulcinoelefante pubblicano 21 febbraio contenente una sua poesia e un'incisione di Bonaldi con intervento tattile.

Nel 1999 in Aforismi e magie, pubblicato da Rizzoli, viene raccolto per la prima volta il meglio di quel genere.

Nel 2009 esce il documentario, Alda Merini, una donna sul palcoscenico, del regista Cosimo Damiano Damato, presentato alle Giornate degli Autori della 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Nel 1979 riprende a scrivere, dando il via ai suoi testi più intensi sulla drammatica e sconvolgente esperienza dell'ospedale psichiatrico, testi contenuti in quello che può essere inteso, come scrive Maria Corti "il suo capolavoro": La Terra Santa con la quale vincerà nel 1993 il Premio Librex Montale.

Nel 1991 escono Le parole di Alda Merini e Vuoto d'amore a cui fa seguito nel 1992 Ipotenusa d'amore, nel 1993 viene dato alle stampe La palude di Manganelli o il monarca del re, il volumetto Aforismi, con fotografie di Giuliano Grittini e Titano amori intorno .

Nel 2002 viene stampato dall'editore Salani un volumetto dal titolo Folle, folle, folle d'amore per te, con un pensiero di Roberto Vecchioni e nel 2003 la Einaudi Stile Libero pubblica un cofanetto con videocassetta e testo dal titolo Più bella della poesia è stata la mia vita.

Nel 2002 viene pubblicato Magnificat, un incontro con Maria, corredato da disegni di Ugo Nespolo e rappresentato nel 2006 con Valentina Cortese al Teatro Lauri Rossi di Macerata per lo Sferisterio Opera Festival, nel 2003 La carne degli Angeli, con venti opere inedite di Domenico Paladino, poi Corpo d'amore (2004) con le opere di Luca Pignatelli, Poema della Croce(2005), Cantico dei Vangeli (2006), Francesco, canto di una creatura (2007), Mistica d'amore (2008), Padre mio (2009).

Il 18 marzo 2002 è stata insignita del Sigillo longobardo, onorificenza assegnata ogni anno dal Consiglio regionale della Lombardia nell'ambito della tradizionale Festa dello Statuto.

Tra il 2001 e il 2002 viene pubblicato in quaranta esemplari, dalle edizioni Lo Sciamano, un ulteriore libro d'artista dal titolo Amore di carta che raccoglie cinque incisioni di Giovanni Bonaldi e nove poesie inedite della poetessa.

Nel 2001 posa seminuda (fotografia di Giuliano Grittini) per la copertina dell'album Canto di Spine - versi italiani del '900 in forma canzone degli Altera, nel quale sono messe in musica composizioni sue ("Il canto", da "Ballate non pagate") e di altri grandi poeti del Novecento.

Nel febbraio del 2004 viene ricoverata all'Ospedale San Paolo di Milano per problemi di salute.

Nel marzo del 2004 esce l'album, intitolato Milva canta Merini, che contiene undici motivi cantati da Milva tratti dalle sue poesie, più una traccia cd rom.

Nel 2003 e 2004 viene pubblicato da Einaudi Clinica dell'abbandono con l'introduzione di Ambrogio Borsani e con uno scritto di Vincenzo Mollica.

Nel 1951, su suggerimento di Eugenio Montale e di Maria Luisa Spaziani, l'editore Giovanni Scheiwiller pubblica due poesie inedite dell'autrice in Poetesse del Novecento.

Nel 1995 viene pubblicato da Bompiani il volume, La pazza della porta accanto e da Einaudi Ballate non pagate.

Il 13 ottobre 2006 l'opera viene rappresentata nel Duomo di Milano con Giovanni Nuti voce solista e Alda recitante nel ruolo di Maria.

Nel 2006 si avvicina al genere noir con La nera novella, edita da Rizzoli.

Dal 1950 al 1953 frequenta per lavoro e per amicizia Salvatore Quasimodo.

Nel 1994 vede la luce il volume Sogno e Poesia, da L'incisione di Corbetta, con venti incisioni di altrettanti artisti contemporanei.

Nel 2005 pubblica con Giovanni Nuti l'album Poema della croce, opera sacra tratta dall'omonimo testo religioso (Frassinelli 2004).

Nel 1997 viene pubblicata dall'editore Girardi la raccolta di poesie, La volpe e il sipario, con illustrazioni di Gianni Casari, dove è più che mai evidente la tecnica della poesia spontanea in forma orale e che altri trascrivono.

Dal 1997 al 1999 è ospite per tre edizioni consecutive al Premio Città di Recanati in occasione del quale legge alcuni versi di Giacomo Leopardi da L'infinito.

Nel 1996, con il volume La vita facile, le viene assegnato il Premio Viareggio e nel 1997 il Premio Procida - Elsa Morante.

Nel 2007 l'autrice, con Alda e Io, Favole, scritto a quattro mani con il favolista Sabatino Scia, vince il Premio Elsa Morante Ragazzi.

Il 17 ottobre 2007 ottiene la laurea honoris causa in "Teorie della comunicazione e dei linguaggi" presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Messina, tenendo una lectio magistralis sui meandri tortuosi del suo vissuto.

Nel 2007 esce l'album Rasoi di seta, che contiene ventuno poesie-canzoni musicate e interpretate da Nuti, tra cui nove poesie inedite e otto brani con la voce recitante della poetessa.

Nel 2010 esce postumo l'album Una piccola ape furibonda – Giovanni Nuti canta Alda Merini, contenente undici brani (otto poesie inedite) e una "traccia fantasma" con Alda Merini che canta con Giovanni Nuti Prima di venire.

Nel 1943, dopo un coprifuoco trascorso nel rifugio antiaereo, la famiglia trova la casa distrutta da un bombardamento.

Nel 1987 è finalista nel premio letterario Premio Bergamo.

Nel 1947, la Merini incontra "le prime ombre della sua mente" e viene internata per un mese nella clinica Villa Turro a Milano, dove le viene diagnosticato un disturbo bipolare.

Nel 2013 è omaggiata da Norman Zoia (con lei a Milano nel 1990 alla sesta rassegna internazionale di poesia) a pagina 19 di passi perversi: "Nobile grazia di Venere e coraggio di Madre / dolcezza dell'umano genere / diangelo di stile".

Nel luglio del 1986 fa ricorso al reparto neuro dell'Ospedale di Taranto, i cui medici ben la conoscono poiché il marito l'aveva fatta visitare in precedenza ottenendone un quadro ben soddisfacente.

Alda Merini, “Ho bisogno di sentimenti”

'Dio arriverà all'alba',omaggio a Merini

'Dio arriverà all'alba',omaggio a Merini

(ANSA) – GENOVA, 30 GEN – La poesia della quotidianità, quella di una grande figura del ‘900. Così Antonio Nobili, autore del testo dal quale è tratto l’omonimo spettacolo ‘Dio arriverà all’alba’ (Independently published, 51 pp) rende omaggio a Alda Merini con un’edizione limitata di un lavoro biografico originalissimo, concepito in occasione dei 40 anni dall’emanazione della Legge Basaglia e dei 10 anni dalla scomparsa della ‘poetessa [...]

Donna (Di Alda Merini)

Alda Merini

Alda Merini

      Si nasce non soltanto per morire, ma per camminare a lungo, con piedi che non conoscono dimora e vanno oltre ogni montagna… (Alda Merini) *

Il bacio di Alda Merini

Il bacio di Alda Merini

Piccoli pastelli per Alda Merini

Piccoli pastelli per Alda Merini

In seguito alla collaborazione con ‪‎Alda Merini‬, per la quale ho eseguito numerosi pastelli, la poetessa mi ha dedicato questa poesia pubblicata da Pulcinoelefante e poi accolta in due antologie: "Il maglio del poeta", Manni Editore e "Clinica dell'abbandono", Einaudi.      

Da Bassani alla Merini passando per Aldo Moro

Da Bassani alla Merini passando per Aldo Moro

Con la prova di italiano via all'esame di maturità per oltre 500 mila studenti

"Ho bisogno di poesia "Alda Merini

"Ho bisogno di poesia "Alda Merini

    Alda merini Alda Merini può essere considerata una delle più grandi poetesse e scrittrici del Novecento e la sua produzione si caratterizza per uno stile limpido e nello stesso tempo incisivo, con cui l’autrice descrive perfettamente il suo mondo interiore.  

FOTO: Alda Merini

Alda Merini con Aldo Busi

Alda Merini con Aldo Busi

Alda Merini con Vanni Scheiwiller, Enrico Baj e Alain Elkann.

Alda Merini con Vanni Scheiwiller, Enrico Baj e Alain Elkann.

Alda Merini con il trio comico Aldo, Giovanni & Giacomo

Alda Merini con il trio comico Aldo, Giovanni & Giacomo

Alda Merini mentre si reca al Caffè Chimera di Milano.

Alda Merini mentre si reca al Caffè Chimera di Milano.

Alda Merini e Milva durante la serata al Teatro Strehler di Milano del 2004.

Alda Merini e Milva durante la serata al Teatro Strehler di Milano del 2004.

Biglietti di saluto e cordoglio appesi dagli ammiratori al cancello dell'abitazione di Alda Merini dopo la sua scomparsa.

Biglietti di saluto e cordoglio appesi dagli ammiratori al cancello dell'abitazione di Alda Merini dopo la sua scomparsa.

Targa apposta sulla casa sui Navigli di Alda Merini

Targa apposta sulla casa sui Navigli di Alda Merini

Alda Merini --Una sua bellissima poesia

Alda Merini --Una sua bellissima poesia

Ho sentimento di una cosa strana che tutta mi colora e m'indurisce; e mi pare di essere sovrana di largo tempo e tutta mi smarrisce questa tua apparizione così bella che a me sembri non uomo ma una stella. Alda Merini  

(Alda Merini)

(Alda Merini)

E poi fate l’amore Niente sesso, solo amore. E con questo intendo i baci lenti sulla bocca, sul collo sulla pancia sulla schiena i morsi sulle labbra,le mani intrecciate e occhi dentro occhi Intendo abbracci talmente stretti da diventare una cosa sola,corpi incastrati e anime in collisione carezze sui graffi,vestiti tolti insieme alle paure baci sulle debolezze sui segni di una vita che fino a quel momento era stata un po’ sbiadita.Intendo dita sui corpi [...]

Jo Squillo: buon compleanno Alda Merini

Jo Squillo: buon compleanno Alda Merini

In occasione dell'anniversario della sua nascita, testimonianze al femminile sulla Poetessa alla Casa delle Arti

A Milano in mostra una Merini inedita

A Milano in mostra una Merini inedita

(ANSA) – MILANO, 17 MAR – C’è una Alda Merini inedita nella mostra ‘Letto divino. Alda Merini mai vista: foto, manoscritti e libri’ in programma alla libreria Pontremoli di Milano dal 21 marzo, giornata internazionale della Poesia e soprattutto compleanno della poetessa morta nove anni fa. Nell’esposizione, che fa parte del palinsesto che Milano quest’anno dedica al Novecento italiano, trovano spazio tutta la sua produzione editoriale, incluse le [...]

UN PENSIERO DI ALDA MERINI

Ci  sono  le donne e le donne...donne.Amale vestite e  senza  trucco, ché, aspogliarsi,  sono  brave  tutte.  Amale indifese e  senza  trucco,  perché nonsai  quanto  gli  occhi  di   una  donnapossano trovare  scudo dietro  un velodi mascara. Nota: Quest'anno, per l'8 Marzo, non si vedono in girole  mimose. Il  gelo le  ha  distrutte. Anche il  bel fioredelicato si rifiuta, così, di rappresentare lo scempio chesi fa  delle donne.  [...]

Alda Merini

Alda Merini Nata a Milano, il 21 marzo del 1931, morta il  1° novembre 2009. La Merini è stata una delle maggiori poetesse italiane contemporanee. Nata in una famiglia di condizioni modeste,padre dipendente di una compagnia assicurativa e madre casalinga, minore di tre fratelli, una sorella e un fratello, che la scrittrice fa comparire, sia pure con un certo distacco, nella sua poesia Esordisce come autrice giovanissima, a soli 15 anni, sotto la guida di [...]

Alda Merini

Alda Merini

Quando gli altri ti capiscono nel modo sbagliato, non perdere il tempo a giustificarti. Volta pagina e goditi la vita, perché chi ti conosce bene non ti fraintende mai.  

Il 1 novembre del 2009 ci lasciava Alda Merini. Ricordiamola con alcune delle sue più belle poesie d'amore.

Il 1 novembre del 2009 ci lasciava Alda Merini. Ricordiamola con alcune delle sue più belle poesie d'amore.

    . . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . .   Il 1 novembre del 2009 ci lasciava Alda Merini. Ricordiamola con alcune delle sue più belle poesie d'amore.   Vi dedichiamole più belle poesie sull'amore di Alda Merini. Da "Ho conosciuto in te le meraviglie" a "Canzone dell'uomo infedele", ecco i versi di una delle più grandi poetesse di tutti i tempi: Alda Merini. Di lei si ricorda spesso la vita difficile, la malattia psichiatrica e i [...]

Il 1 novembre del 2009 ci lasciava Alda Merini… Vogliamo ricordarla con una delle sue più belle poesie d’amore.

Il 1 novembre del 2009 ci lasciava Alda Merini… Vogliamo ricordarla con una delle sue più belle poesie d’amore.

    . . seguiteci sulla pagina Facebook Curiosity  . . Il 1 novembre del 2009 ci lasciava Alda Merini… Vogliamo ricordarla con una delle sue più belle poesie d’amore.   Nella giornata del ricordo di Alda Merini vi proponiamo “Lettere”, una delle sue poesie d’amore più belle … MILANO – L’1 novembre 2009 ci lasciava Alda Merini, una delle penne più belle e pungenti della letteratura e della poesia italiana. Un’assenza che [...]

Alda Merini: la malattia, le figlie, le sue frasi più belle

Alda Merini: la malattia, le figlie, le sue frasi più belle

Alda Merini nasceva a Milano il 21 marzo 1931. Si è spenta nella sua città il primo novembre 2009, per un tumore alle ossa. Aveva 78 anni. Raccontava così la sua esistenza: «Io la vita l’ho goduta perché mi piace anche l'inferno della vita e la vita è spesso un inferno. Per me la vita è stata bella perché l'ho pagata cara». Nata da una famiglia modesta, Alda è una ragazzina sensibile, malinconica e solitaria. Frequenta le scuole professionali e [...]

&id=HPN_Alda+Merini_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Alda{{}}Merini" alt="" style="display:none;"/> ?>