Aldo Fabrizi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Emma Marrone
In rilievo

Emma Marrone

Aldo Fabrizi

La scheda: Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi (Roma, 1º novembre 1905 – Roma, 2 aprile 1990) è stato un attore, regista, sceneggiatore, produttore e poeta italiano.
Tra gli interpreti più popolari e apprezzati dello spettacolo italiano. Attore intenso e versatile, nel corso della sua carriera ha avuto modo di misurarsi sia in ruoli comici che drammatici. È stato inoltre, insieme ad Alberto Sordi e Anna Magnani, una personalità essenziale per quanto riguarda la rappresentazione della romanità nel cinema.



Avanti c'è posto..., regia di Mario Bonnard (anche soggetto e sceneggiatura) (1942)
Campo de' fiori, regia di Mario Bonnard (anche sceneggiatura) (1943)
L'ultima carrozzella, regia di Mario Mattoli (anche soggetto e sceneggiatura) (1943)
Circo equestre Za-bum (episodi Dalla finestra e Il postino), regia di Mario Mattoli (1944)
Roma città aperta, regia di Roberto Rossellini (1945)
Mio figlio professore, regia di Renato Castellani (anche sceneggiatura) (1946)
Il vento m'ha cantato una canzone, regia di Camillo Mastrocinque (1947)
Vivere in pace, regia di Luigi Zampa (anche sceneggiatura) (1947)
Il delitto di Giovanni Episcopo, regia di Alberto Lattuada (anche sceneggiatura) (1947)
Tombolo, paradiso nero, regia di Giorgio Ferroni (1947)
Natale al campo 119, regia di Pietro Francisci (anche sceneggiatura) (1948)
Emigrantes, regia di Aldo Fabrizi (anche soggetto e sceneggiatura) (1948)
Antonio di Padova, regia di Pietro Francisci (1949)
Vita da cani, regia di Steno e Monicelli (anche sceneggiatura) (1950)
Prima comunione, regia di Alessandro Blasetti (1950)
Benvenuto reverendo!, regia di Aldo Fabrizi (anche produzione e sceneggiatura) (1950)
Francesco, giullare di Dio, regia di Roberto Rossellini (1950)
La famiglia Passaguai, regia di Aldo Fabrizi (anche produzione e sceneggiatura) (1951)
Signori, in carrozza!, regia di Luigi Zampa (anche sceneggiatura) (1951)
Fiorenzo il terzo uomo, regia di Stefano Canzio (1951)
Tre passi a Nord (Three steps North), regia di William Lee Wilder (1951)
Cameriera bella presenza offresi..., regia di Giorgio Pàstina (1951)
Parigi è sempre Parigi, regia di Luciano Emmer (1951)
Guardie e ladri, regia di Steno e Monicelli (anche sceneggiatura) (1951)
La famiglia Passaguai fa fortuna, regia di Aldo Fabrizi (anche produzione, soggetto e sceneggiatura) (1952)
5 poveri in automobile, regia di Mario Mattoli (anche sceneggiatura) (1952)
Altri tempi - Zibaldone n. 1 (episodio Il carrettino dei libri vecchi), regia di Alessandro Blasetti (1952)
Papà diventa mamma, regia di Aldo Fabrizi (anche produzione e sceneggiatura) (1952)
William Tell (The Story of William Tell), regia di Jack Cardiff (1953)
Siamo tutti inquilini, regia di Mario Mattoli (1953)
Una di quelle, regia di Aldo Fabrizi (anche produzione e sceneggiatura) (1953)
La voce del silenzio, regia di Georg Wilhelm Pabst (1953)
L'età dell'amore, regia di Lionello De Felice (1953)
Il più comico spettacolo del mondo, regia di Mario Mattoli (non accreditato) (1953)
Cento anni d'amore (episodio Garibaldina), regia di Lionello De Felice (1954)
Hanno rubato un tram, regia di Aldo Fabrizi (anche sceneggiatura) (1954)
Questa è la vita, regia di Aldo Fabrizi (episodio Marsina stretta, anche sceneggiatura) (1954)
Cose da pazzi, regia di Georg Wilhelm Pabst (1954)
Io piaccio, regia di Giorgio Bianchi (1955)
I due compari, regia di Carlo Borghesio (anche soggetto e sceneggiatura) (1955)
Carosello di varietà, regia di Aldo Quinti e Aldo Bonaldi (1955)
Accadde al penitenziario, regia di Giorgio Bianchi (1955)
I pappagalli, regia di Bruno Paolinelli (anche sceneggiatura) (1955)
Un po' di cielo, regia di Giorgio Moser (1955)
Mi permette, babbo!, regia di Mario Bonnard (1956)
Donatella, regia di Mario Monicelli (1956)
Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo, regia di Mauro Bolognini (1956)
Il maestro... (El maestro), regia di Aldo Fabrizi (anche soggetto e sceneggiatura) (1957)
Festa di maggio (Premier mai), regia di Luis Saslavsky (1958)
I prepotenti, regia di Mario Amendola (anche soggetto) (1958)
Prepotenti più di prima, regia di Mario Mattoli (anche soggetto e sceneggiatura) (1959)
I tartassati, regia di Steno (anche soggetto e sceneggiatura) (1959)
Ferdinando I° re di Napoli, regia di Gianni Franciolini (1959)
Un militare e mezzo, regia di Steno (anche soggetto e sceneggiatura) (1960)
La sposa bella (The angel wore red), regia di Nunnally Johnson (1960)
Totò, Fabrizi e i giovani d'oggi, regia di Mario Mattoli (1960)
Gerarchi si muore, regia di Giorgio Simonelli (1961)
Fra' Manisco cerca guai, regia di Armando William Tamburella (1961)
Le meraviglie di Aladino, regia di Mario Bava (1961)
Twist, lolite e vitelloni, regia di Marino Girolami (1962)
I 4 monaci, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1962)
Gli italiani e le donne (episodio Chi la fa, l'aspetti), regia di Marino Girolami (1962)
I 4 tassisti (episodio L'uomo in bleu), regia di Giorgio Bianchi (1963)
I quattro moschettieri, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1963)
Il giorno più corto, regia di Sergio Corbucci (1963)
Das Feuerschiff, regia di Ladislao Vajda (1963)
Totò contro i quattro, regia di Steno (1963)
Made in Italy, regia di Nanni Loy (1965)
7 monaci d'oro, regia di Bernardo Rossi (1966)
Tre morsi nella mela (Three bites of the apple), regia di Alvin Ganzer (1967)
Cose di Cosa Nostra, regia di Steno (anche sceneggiatura) (1971)
La Tosca, regia di Luigi Magni (1973)
C'eravamo tanto amati, regia di Ettore Scola (1974)
I baroni, regia di Gian Paolo Lomi (1975)
Il ginecologo della mutua, regia di Joe D'Amato (1977)
Nerone, regia di Castellacci e Pingitore (1977)
Giovanni Senzapensieri, regia di Marco Colli (1986)

Emigrantes (anche soggetto e sceneggiatura) (1948)
Benvenuto, reverendo! (anche produzione e sceneggiatura) (1950)
La famiglia Passaguai (anche produzione e sceneggiatura) (1951)
La famiglia Passaguai fa fortuna (anche produzione, soggetto e sceneggiatura) (1952)
Papà diventa mamma (anche produzione e sceneggiatura) (1952)
Una di quelle (anche produzione e sceneggiatura) (1953)
Questa è la vita (episodio Marsina stretta, anche sceneggiatura) (1954)
Hanno rubato un tram (anche sceneggiatura) (1954)
Il maestro... (El maestro) (anche soggetto e sceneggiatura) (1957)

deleted

deleted

La Gricia, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

La Gricia, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

. SPAGHETTINI ALLA SCAPOLA Tu moje, doppo er solito trasloco, se gode co' li pupi sole e bagni, e tu, rimasto solo, che te magni, si nun sei bono manco a accenne er foco? Un pasto in una bettola, a dì poco, te costa un occhio appena che scastagni; si te cucini invece ce guadagni e te diverti come fusse un gioco. Mo te consijo 'na cosetta cicia ma bona, pepe e cacio¹ solamente, che cor guanciale poi se chiama Gricia.² E m'hai da crede, dentro a quattro mura [...]

EVENTI: Aldo Fabrizi

Nel 1931, a 26 anni, esordì come macchiettista nei piccoli teatri della capitale e in giro per l'Italia, insieme con la compagna "Reginella", con il nome di "Fabrizio" comico grottesco romano, proponendo caricature dei tipi caratteristici romani: il vetturino, il conducente di tram e lo sciatore.

Nel 1942 fece il suo esordio sul grande schermo con un film diretto da Mario Bonnard, Avanti c'è posto.

Tra il 1948 e il 1957 diresse anche nove film, tutti dignitosi, a partire da quello d'esordio, girato in Argentina, Emigrantes (1948), alla trilogia sulle avventure della famiglia Passaguai, della quale fu anche produttore per la sua Alfa Film XXXVII, ad Hanno rubato un tram (1954), girato a Bologna con la fotografia del grande Mario Bava, pure questo riemerso nel 2005 in DVD, fino all'accorato e malinconico Il maestro (1957), la sua ultima regia.

Una fresca panzanella, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

Una fresca panzanella, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

. La Panzanella E che ce vo’ pe’ fa’ la Panzanella? Nun è ch’er condimento sia un segreto, oppure è stabbilito da un decreto, però la qualità dev’esse quella. In primise: acqua fresca de cannella, in secondise: ojo d’uliveto, e come terzo: quer di-vino aceto che fa’ venì la febbre magnarella. Pagnotta paesana un po’ intostata, cotta all’antica,co’ la crosta scura, bagnata fino a che nun s’è ammollata. In più, per un boccone da signori, [...]

Pasta all' acquamarina, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

Pasta all' acquamarina, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

  Tra tutte le ricette pe’ sughetti, questa de stamattina sôra sposa, cià ‘na composizione capricciosa pe’ fà in un lampo un piatto de spaghetti. Avete visto mai que li vasetti pieni de gamberetti tutti rosa? Benone: mò ve spiego co’ che cosa se ponno utilizzà ‘sti gamberetti. Soffritto d’ ajo e ojo e doppo: zacche! Buttate giù er vasetto¹ e l’ acqua sua, co’ mezzo bicchierino de cognacche. Nun ve scordate de la vitamina cioè er [...]

Zitoni alla papalina, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

Zitoni alla papalina, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

foto.ricetta.it "Alla Papalina" Agli inizi del '900 in un ristorante romano, dove preparavano i pasti per il Vaticano, il cardinale Pacelli (divenuto poi Papa Pio XII) chiese un piatto che rispettasse la tradizione romana ma che fosse leggero. Il cuoco preparò una variante raffinata della carbonara con il prosciutto invece del guanciale o la pancetta, il parmigiano al posto del pecorino e piselli.i - Zitoni ripieni, uno per uno, con pisellini ed infornati in una [...]

La Matriciana mia, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

La Matriciana mia, la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

Rigatoni all'Eterna Roma  LA MATRICIANA MIA Soffriggete in padella¹ staggionata, cipolla, ojo, zenzero infocato, mezz'etto de guanciale affumicato e mezzo de pancetta arotolata. Ar punto che 'sta robba è rosolata, schizzatela d'aceto profumato e a fiamma viva, quanno è svaporato, mettete la conserva concentrata. Appresso er dado che jè dà sapore, li pommidori freschi San Marzano,² co' un ciuffo de basilico pe' odore. E ammalappena er sugo fa l'occhietti, [...]

Aldo Fabrizi, Don Lurio e Paolo Panelli a Speciale per noi

Aldo Fabrizi, Don Lurio e Paolo Panelli a Speciale per noi del 1971...suonano "In the summertime" http://www.youtube.com/watch?v=91FRNgk5l04

Aldo Fabrizi - Il Tranviere

Tratto dal varietà...Speciale per Noi del 1971. Altro sketch mitico di Aldo Fabrizi. http://www.youtube.com/watch?v=5qAJOhVUnVU

Aldo Fabrizi - Lo scolaro

Uno degli sketch più brillanti del mitico Fabrizi! http://www.youtube.com/watch?v=V-a3jK0qZVU

Aldo Fabrizi - Mi’ padre me diceva

Aldo Fabrizi - Mi’ padre me diceva

  Sulla mia pagina Facebook La frase giusta per la tua dedica  Aldo Fabrizi - Mi’ padre me diceva Mi’ padre me diceva: fa’ attenzione a chi chiacchiera troppo; a chi promette; a chi, dop’èsse entrato, fa: “permette?”; a chi aribbarta spesso l’opignone. E a quello co la testa da cojone, che nu’ la cambia mai; a chi scommette; a chi le mano nu’ le strigne strette; a quello che pìa ar volo ‘gni occasione … … pe dì de sì e offrisse come [...]

FOTO: Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi nei panni di don Pietro nel capolavoro neorealista di Rossellini, Roma città aperta (1945)

Aldo Fabrizi nei panni di don Pietro nel capolavoro neorealista di Rossellini, Roma città aperta (1945)

Aldo Fabrizi in Prima comunione (1950), di Alessandro Blasetti

Aldo Fabrizi in Prima comunione (1950), di Alessandro Blasetti

Aldo Fabrizi con Totò in una scena di Guardie e ladri (1951), di Steno e Monicelli

Aldo Fabrizi con Totò in una scena di Guardie e ladri (1951), di Steno e Monicelli

Aldo Fabrizi nel film C'eravamo tanto amati (1974), di Ettore Scola

Aldo Fabrizi nel film C'eravamo tanto amati (1974), di Ettore Scola

La tomba di Aldo Fabrizi al Cimitero del Verano

La tomba di Aldo Fabrizi al Cimitero del Verano

Aldo Fabrizi (a destra) in Avanti c'è posto (1942)

Aldo Fabrizi (a destra) in Avanti c'è posto (1942)

Aldo Fabrizi con Anna Magnani nel film Campo de' fiori (1943)

Aldo Fabrizi con Anna Magnani nel film Campo de' fiori (1943)

Aldo Fabrizi - Mi’ padre me diceva

Aldo Fabrizi - Mi’ padre me diceva

 Sulla mia pagina FacebookLa frase giusta per la tua dedica Aldo Fabrizi - Mi’ padre me dicevaMi’ padre me diceva: fa’ attenzionea chi chiacchiera troppo; a chi promette;a chi, dop’èsse entrato, fa: “permette?”;a chi aribbarta spesso l’opignone.E a quello co la testa da cojone,che nu’ la cambia mai; a chi scommette;a chi le mano nu’ le strigne strette;a quello che pìa ar volo ‘gni occasione …… pe dì de sì e offrisse come amico;a chi te [...]

Aldo Fabrizi - Mi’ padre me diceva

Aldo Fabrizi - Mi’ padre me diceva

 Sulla mia pagina FacebookLa frase giusta per la tua dedica Aldo Fabrizi - Mi’ padre me dicevaMi’ padre me diceva: fa’ attenzionea chi chiacchiera troppo; a chi promette;a chi, dop’èsse entrato, fa: “permette?”;a chi aribbarta spesso l’opignone.E a quello co la testa da cojone,che nu’ la cambia mai; a chi scommette;a chi le mano nu’ le strigne strette;a quello che pìa ar volo ‘gni occasione …… pe dì de sì e offrisse come amico;a chi te [...]

La "Romanella", la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

La "Romanella", la ricetta-sonetto di Aldo Fabrizi

I Mì nonna, benedetta indó riposa, se comportava come 'na formica e puro si avanzava 'na mollica l'utilizzava per un'antra cosa. Perciò er dovere primo d'ogni sposa, pure che costa un'oncia de fatica, è d'esse sempre, a la maniera antica, risparmiatrice, pratica e ingegnosa. Si avanza un po' de pasta, mai buttalla: se sarta co' un po' d'acqua solamente, pe' falla abbruscolì senz'abbrucialla. E la riuscita de 'sta Romanella¹ che fa faville e che nun costa [...]

Dedicato ad Aldo Fabrizi

Dedicato ad Aldo Fabrizi

Me lo ricordo bene Aldo Fabrizi; il suo nome è solitamente legato al film Roma città aperta (1945), tempi un pò lontani, ma io lo ricordo come Rugantino al teatro e in diversi programmi televisivi (1960-1970).  Il cibo era probabilmente l'attività preferita di Fabrizi (si dilettava tanto a preparare piatti quanto a... mangiarseli); ciò dava ragione della sua massicia corporatura, una caratteristica che sfruttava assai bene nell'interpretare i suoi personaggi. [...]

Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi         Ogni giorno vengono inseriti centinaia di nuovi testi, Iscriviti alla nostra newsletter, registrati alla newsletter ti manderemo i contenuti migliori. Testi, accordi, album, novità e Video COMPLETAMENTE GRATIS. Gli album , la discografia , i testi e gli accordi gratuitamente su wikitesti.com   Il nostro network: ForumKaraoke - Wikitesti - Divertirsi a roma - Testi tradotti - Ivan Tramontozzi - Blog di Wikitesti Aldo Fabrizi   Che cosa ? [...]

Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi         Ogni giorno vengono inseriti centinaia di nuovi testi, Iscriviti alla nostra newsletter, registrati alla newsletter ti manderemo i contenuti migliori. Testi, accordi, album, novità e Video COMPLETAMENTE GRATIS. Gli album , la discografia , i testi e gli accordi gratuitamente su wikitesti.com   Il nostro network: ForumKaraoke - Wikitesti - Divertirsi a roma - Testi tradotti - Ivan Tramontozzi - Blog di Wikitesti Aldo Fabrizi   Che cosa ? [...]

Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi

Aldo Fabrizi         Ogni giorno vengono inseriti centinaia di nuovi testi, Iscriviti alla nostra newsletter, registrati alla newsletter ti manderemo i contenuti migliori. Testi, accordi, album, novità e Video COMPLETAMENTE GRATIS. Gli album , la discografia , i testi e gli accordi gratuitamente su wikitesti.com   Il nostro network: ForumKaraoke - Wikitesti - Divertirsi a roma - Testi tradotti - Ivan Tramontozzi - Blog di Wikitesti Aldo Fabrizi   Che cosa ? [...]

sonetto di aldo fabrizi

sonetto di aldo fabrizi

Aldo Fabrizi denuncia il peggior sacrilegio del mondo moderno: la fretta nel mangiare     Molti di noi oggi mangeranno al volo: un panino, un primo o anche un pranzo abbastanza completo ma ingurgitato con la minaccia delle lancette che pendono sulla tavola come la spada di Damocle. Così, per non lasciarci vincere dallo sconforto e tentare di farci scappare anche una risata, l'oste vi offre questo splendido sonetto di Aldo Fabrizi (pubblicato qualche tempo fa dal [...]

Poesia di Aldo Fabrizi

Se la cipolla è la regina l'ajo è un re, sia cortivato che servatico, come medicinale è un antiasmatico, e cura mar de stommico e travajo. Si pe' li baci rippresenta un guaio, pe' li bacilli è un acido muriatico, e chi non l'usa spesso, fa' no sbajo. Mia madre me metteva, da pupetto, 'na collanina d'aji intorno ar collo e poi me ce mannava puro a letto. "Li vermini", diceva, "so' birboni, e l'ajo, fijo, è l'unico controllo che non li fa salì ne li pormoni". [...]

aldo fabrizi fa il cameriere

Il grande Aldo Fabrizi nei panni del cameriere  

&id=HPN_Aldo+Fabrizi_http{{{}}}cnt*virgilio*it{}VCINART{{}}39090" alt="" style="display:none;"/> ?>