Alessandro Francesco Tommaso Antonio

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Alessandro Manzoni

La scheda: Alessandro Manzoni

Alessandro Manzoni, nome completo Alessandro Francesco Tommaso Antonio Manzoni (Milano, 7 marzo 1785 – Milano, 22 maggio 1873), è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo italiano. Considerato uno dei maggiori romanzieri italiani di tutti i tempi per il suo celebre romanzo I promessi sposi, caposaldo della letteratura italiana, Manzoni ebbe il merito principale di aver gettato le basi per il romanzo moderno e di aver così patrocinato l'unità linguistica italiana, sulla scia di quella letteratura moralmente e civilmente impegnata propria dell'Illuminismo italiano.
Passato dalla temperie neoclassica a quella romantica, il Manzoni, divenuto fervente cattolico dalle tendenze liberali, lasciò un segno indelebile anche nella storia del teatro italiano (per aver rotto le tre unità aristoteliche) e in quella poetica (nascita del pluralismo vocale con gli Inni Sacri e della poesia civile).
Il successo e i numerosi riconoscimenti pubblici e accademici (fu senatore del Regno d'Italia) si affiancarono a una serie di problemi di salute (nevrosi, agorafobia) e famigliari (i numerosi lutti che afflissero la vita domestica dello scrittore) che lo ridussero in un progressivo isolamento esistenziale. Nonostante quest'isolamento, Manzoni fu in contatto epistolare con la migliore cultura intellettuale francese, con Goethe, con intellettuali di primo ordine come Antonio Rosmini e, seppur indirettamente, con le novità estetiche romantiche britanniche (influsso di Walter Scott per il genere del romanzo).


Teatro 2019, una stagione di best seller

Teatro 2019, una stagione di best seller

(ANSA) – ROMA, 4 GEN – L’amore ai tempi di Ariosto per Stefano Accorsi e Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte dal best-seller di Mark Haddon per Bruni-De Capitani. Se questo è un uomo nel centenario di Primo Levi per Valter Malosti e i rallestramenti delle SS per Maddalena Crippa in Matilde e il tram per San Vittore da Giuseppe Valota. E ancora, Alessio Boni e Don Chisciotte, Il milione per Maurizio Scaparro e Pino Micol, Manzoni riletto da Testori [...]

VINCENT VAN GOGH  L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO AL   MANZONI di Milano

VINCENT VAN GOGH L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO AL MANZONI di Milano

Al  Teatro  Manzoni  di  Milano  Dal 15 novembre al 2 dicembre 2018 Khora.Teatro e TSA Teatro Stabile d’Abruzzo  presentano    Alessandro Preziosi                             VINCENT VAN GOGH L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO   di Stefano Massini  con Francesco Biscione e con Massimo Nicolini, Roberto Manzi  ,Alessio Genchi, Vincenzo Zampa scene e costumi Marta Crisolini Malatesta disegno luci Valerio Tiberi e Andrea [...]

EVENTI: Alessandro Manzoni

Il 13 ottobre 1791 fu accompagnato dalla madre a Merate al collegio San Bartolomeo dei Somaschi, dove rimase cinque anni: furono anni duri, in quanto il piccolo Alessandro risentiva della mancanza della madre[N 5] e perché soffriva del difficile rapporto con i suoi compagni di scuola, violenti[N 6] tanto quanto gli insegnanti che lo punivano di frequente.

Il 13 ottobre 1791 fu accompagnato dalla madre a Merate al collegio San Bartolomeo dei Somaschi, dove rimase cinque anni: furono anni duri, in quanto il piccolo Alessandro risentiva della mancanza della madre[N 5] e perché soffriva del difficile rapporto con i suoi compagni di scuola, violenti[N 6] tanto quanto gli insegnanti che lo punivano di frequente.

Il 13 ottobre 1791 fu accompagnato dalla madre a Merate al collegio San Bartolomeo dei Somaschi, dove rimase cinque anni: furono anni duri, in quanto il piccolo Alessandro risentiva della mancanza della madre[N 5] e perché soffriva del difficile rapporto con i suoi compagni di scuola, violenti[N 6] tanto quanto gli insegnanti che lo punivano di frequente.

Nel 1812 cominciò la stesura degli Inni sacri: l'autore voleva scrivere nell'ordine Il Natale, L'Epifania, La Passione, La Risurrezione, L'Ascensione, La Pentecoste, Il Corpo del Signore, La Cattedra di San Pietro, L'Assunzione, Il Nome di Maria, Ognissanti e I Morti, ma ne portò a termine solo cinque: La Risurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione e La Pentecoste.

Nel 1812 cominciò la stesura degli Inni sacri: l'autore voleva scrivere nell'ordine Il Natale, L'Epifania, La Passione, La Risurrezione, L'Ascensione, La Pentecoste, Il Corpo del Signore, La Cattedra di San Pietro, L'Assunzione, Il Nome di Maria, Ognissanti e I Morti, ma ne portò a termine solo cinque: La Risurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione e La Pentecoste.

Nel 1812 cominciò la stesura degli Inni sacri: l'autore voleva scrivere nell'ordine Il Natale, L'Epifania, La Passione, La Risurrezione, L'Ascensione, La Pentecoste, Il Corpo del Signore, La Cattedra di San Pietro, L'Assunzione, Il Nome di Maria, Ognissanti e I Morti, ma ne portò a termine solo cinque: La Risurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione e La Pentecoste.

Nel 1805 Manzoni venne invitato dalla madre e da Carlo Imbonati a Parigi, a quanto pare dietro suggerimento del Monti.

Nel 1805 Manzoni venne invitato dalla madre e da Carlo Imbonati a Parigi, a quanto pare dietro suggerimento del Monti.

Nel 1805 Manzoni venne invitato dalla madre e da Carlo Imbonati a Parigi, a quanto pare dietro suggerimento del Monti.

Nel 1827 Manzoni si trasferì a Firenze per dare vita alla stesura finale del romanzo a livello formale e stilistico, in modo da entrare in contatto e "vivere" la lingua fiorentina delle persone colte, che rappresentava per l'autore l'unica lingua dell'Italia unita.

Nel 1827 Manzoni si trasferì a Firenze per dare vita alla stesura finale del romanzo a livello formale e stilistico, in modo da entrare in contatto e "vivere" la lingua fiorentina delle persone colte, che rappresentava per l'autore l'unica lingua dell'Italia unita.

Nel 1827 Manzoni si trasferì a Firenze per dare vita alla stesura finale del romanzo a livello formale e stilistico, in modo da entrare in contatto e "vivere" la lingua fiorentina delle persone colte, che rappresentava per l'autore l'unica lingua dell'Italia unita.

Nel 1818 il Carmagnola fu a sua volta sospeso, uscendo poi, per cura di E Visconti, all’inizio del 1820, mentre il M si trovava a Parigi.

Nel 1818 il Carmagnola fu a sua volta sospeso, uscendo poi, per cura di E Visconti, all’inizio del 1820, mentre il M si trovava a Parigi.

Nel 1818 il Carmagnola fu a sua volta sospeso, uscendo poi, per cura di E Visconti, all’inizio del 1820, mentre il M si trovava a Parigi.

Il 28 giugno 1872 fu nominato cittadino onorario di Roma.

Il 28 giugno 1872 fu nominato cittadino onorario di Roma.

Il 28 giugno 1872 fu nominato cittadino onorario di Roma.

Nel 1874, nel primo anniversario della morte, Giuseppe Verdi diresse personalmente nella chiesa di San Marco di Milano la Messa di requiem, composta per onorarne la memoria[N 19].

Nel 1874, nel primo anniversario della morte, Giuseppe Verdi diresse personalmente nella chiesa di San Marco di Milano la Messa di requiem, composta per onorarne la memoria[N 19].

Nel 1874, nel primo anniversario della morte, Giuseppe Verdi diresse personalmente nella chiesa di San Marco di Milano la Messa di requiem, composta per onorarne la memoria[N 19].

I concetti-oggetti di Piero Manzoni, una mostra a Firenze

I concetti-oggetti di Piero Manzoni, una mostra a Firenze

Firenze (askanews) - Sull'arte di Piero Manzoni, il creatore della ormai leggendaria "Merda d'artista", si è scritto e visto molto. Ma, come capita guardando con maggiore attenzione ciò che a volte diamo per scontato, avvicinandosi di più si ha ancora oggi, a 55 anni dalla morte dell'artista, la possibilità di trovare nuove letture. Soprattutto se ci si affida, come ha fatto il Museo Novecento di Firenze, allo sguardo curatoriale di Gaspare Luigi Marcone, [...]

Manzoni, Fontana e una missione: l'arte italiana di Christie's

Manzoni, Fontana e una missione: l'arte italiana di Christie's

Milano (askanews) - La sensazione, entrando negli spazi di Palazzo Clerici a Milano, è quella di avventurarsi in un museo, inedito, dedicato all'arte italiana. Ma l'esposizione, magnificamente allestita soprattutto per quanto riguarda l'illuminazione delle opere, non è una nuova collezione, bensì la somma di molte collezione, i cui pezzi, alcuni dei quali incredibili, vanno all'asta per Christie's nel capoluogo lombardo l'11 aprile, in una nuova vendita [...]

Nostalgia a teatro con lo Zecchino d'Oro

Nostalgia a teatro con lo Zecchino d'Oro

(ANSA) – MILANO, 16 MAR – Le canzoni dello Zecchino d’Oro prendono vita al Teatro Manzoni di Milano, dove sabato 24 e domenica 25 marzo andrà in scena ‘Il Magico Zecchino d’Oro’. Lo spettacolo coglie dieci brani dalla storia della manifestazione nata nel 1959, canzoni celebri come ‘Il caffè della Peppina’, ‘Volevo un gatto nero’ o ‘Quel bulletto del carciofo’, e legando il tutto con una trama che fonde fantasia e sogno. Racconta [...]

Appello a Fedeli, ritiri film su Manzoni

Appello a Fedeli, ritiri film su Manzoni

(ANSA) – MILANO, 5 OTT – “Riteniamo che a dispetto degli ampi consensi di cui gode, il docu-film ‘Alessandro Manzoni, milanese d’Europa’ del Cnsm non sia adeguato sotto il profilo didattico e quindi sarebbe opportuno non sia distribuito nelle scuole medie di Milano”: inizia così la lettera che il Centro Studi Abate Stoppani ha inviato al ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, chiedendole di valutare “l’adeguatezza didattica” del film [...]

Teatro Manzoni, riapre la stagione: sul palco tante stelle

Teatro Manzoni, riapre la stagione: sul palco tante stelle

Milano (askanews) - Una stagione ricca di novità, di grandi ritorni e di conferme molto attese. Il Teatro Manzoni di Milano ha lanciato la programmazione per il 2017 - 2018 con 238 aperture di sipario articolata su più cartelloni: Prosa, Cabaret, Manzoni Family, Manzoni Cultura e Manzoni Extra come racconta il direttore generale del teatro Alessandro Arnone. "Per la prosa sarà una stagione incentrata soprattutto sulla prosa contemporanea con tanti titoli che [...]

Terremoto Ischia: inagibile scuola Manzoni appena ristrutturata

Terremoto Ischia: inagibile scuola Manzoni appena ristrutturata

Ischia (askanews) - Crepe, intonaco staccato e calcinacci. Il plesso scolastico Manzoni di Ischia a Casamicciola, località Paradisiello, è stata dichiarata inagibile dopo il terremoto che ha colpito l'isola. La scuola per il momento non riaprirà i battenti nonostante i lavori per l'adeguamento antisismico e risparmio energetico, terminati 11 mesi fa, ristrutturazione che è costata un milione e mezzo di euro. L'edificio, anche se danneggiato, [...]

L'infinito di Piero Manzoni e la prima di Mazzoleni ad Art Basel

L'infinito di Piero Manzoni e la prima di Mazzoleni ad Art Basel

Basilea (askanews) - Un debutto all'insegna dell'infinito. La galleria Mazzoleni ha scelto, per la sua prima partecipazione ad Art Basel, di presentarsi con un progetto interamente dedicato a Piero Manzoni e, in particolare, agli Achrome e alle Linee, tra i molti filoni di ricerca intrapresi nella sua breve, ma intensa, vita d'artista quelli che più lo hanno portato a ragionare sulla questione dell'infinito. Una scelta interessante, capace di unire il nome di un [...]

"Sciacquare i panni in Arno"

Che cosa intendeva Alessandro Manzoni per "Sciacquare i panni in Arno"? "Manzoni si riferiva alla necessità - allora sentita - di adeguare l'italiano de "I promessi sposi" a uno standard nazionale, che veniva identificato nell'italiano dei fiorentini."

Rispondi

FOTO: Alessandro Manzoni

Manzoniano

Manzoniano

Alessandro_Manzoni

Alessandro_Manzoni

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Apre il parco lettarario dedicato al Manzoni

Apre il parco lettarario dedicato al Manzoni

Un parco letterario completamente dedicato ad Alessandro Manzoni è nato a Trezzo sull’Adda, in Brianza, a Nord Est di Milano , dove già dai primi giorni ha accolto curiosi e molti amanti della letteratura italiana. Il progetto è stato realizzato per valorizzare la cultura letteraria legata al poeta e romanziere italiano, che ha conosciuto molto bene [...]

Cosa può insegnare Manzoni con i suoi "Promessi sposi",alla società odierna italiana,attraversando i suoi personaggi?

Cosa può insegnare Manzoni con i suoi "Promessi sposi",alla società odierna italiana,attraversando i suoi personaggi? "...ci insegna che i compiti li si fa a casa, non su internet..!"

Rispondi

Lago Maggiore, isole borromee, ville e giardini

Lago Maggiore, isole borromee, ville e giardini

Se le celebrity internazionali lo hanno scelto come buen retiro un motivo ci sarà. Il Lago Maggiore è spesso più apprezzato dagli stranieri che non da noi italiani. Forse perché non tutti conoscono i tesori che le sponde lombarda e piemontese nascondono. Non tutti hanno avuto modo di visitare le isole borromee, l'Isola Bella, l'Isola Madre e l'Isola dei Pescatori. Non tutti conoscono le magnifiche ville che si affacciano sul lago, Villa Taranto, Villa Ducale e [...]

Stelle sul Lago di Como: i film più famosi

Stelle sul Lago di Como: i film più famosi

"Quel ramo del lago di Como", scriveva Manzoni nell'incipit dei "Promessi sposi". Uno dei laghi più belli d'italia che si è prestato a fare da panorama a uno dei più grandi romanzi storici italiani. Con il passare degli anni le cose non sono cambiate poi molto e il famoso lago lombardo si è adattato ai cambiamenti tecnologici e culturali, prestandosi come sfondo ad alcuni dei film più famosi di sempre. L'elenco, che comprende una rosa di 15 film, è raccolto [...]

Beccaria rispetto a Manzoni

In che modo Cesare Beccaria era parente di Manzoni? "Cesare Beccaria era il nonno di Manzoni. Infatti l'autore era il figlio di sua figlia, Giulia Beccaria."

Rispondi

Silvio Gambino,Unità nazionale e Mezzogiorno d’Italia:

Silvio Gambino,Unità nazionale e Mezzogiorno d’Italia:

    Unità nazionale e Mezzogiorno d’Italia: Storia, questioni aperte e prospettive Un saggio molto attuale su Risorgimento, unificazione politica, sentimento di identità nazionale e modelli di governo locale di Silvio Gambino Sommario: 1. Premessa. – 2. Unificazione politica e identità nazionale: una questione aperta. – 3. Unità d’Italia e questione meridionale. – 4. Unità d’Italia e (incerte) prospettive federalistiche. – 5. Unificazione [...]

JOHN Baetz, Umorismo e filosofi

JOHN Baetz, Umorismo e filosofi

UMORISMO SUI FILOSOFI  DI jOHN BAETZ da facebook, segnalazione di Luciana Mangano Kierkegaard entra dal gelataio. Commesso: “Buongiorno. Desidera?” Kierkegaard: “Vorrei un gelato. Alla fragola. No, aspetti. Al limone. No, scusi, menta. Oddio, c'è anche la stracciatella... Allora, no facciamo che fragola andava bene. Cono. No, scusi, coppetta. No cono. Al limone. Senta, decida lei. No, scusi, decido io. No, decida lei. (Comincia ad ansimare in preda ad una [...]

Capitolo 36 dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni

Renzo riprende lungo il lazzaretto la sua ricerca di Lucia: come cercare un ago nel pagliaio. Al centro, quasi punto di riferimento e di convergenza, la cappella a pianta centrale, con un portico che girando intorno lascia la vista dell’altare da qualunque posizione ci si volga verso di esso. Intanto la precessione dei guariti o avviati a guarigione comincia a riunirsi intorno, guidata dal padre Felice, che si volge ai malati e ai convalescenti e li saluta prima [...]

Capitolo 28 dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni

Il narratore si accinge a rievocare i grandi eventi storici che coinvolgeranno i personaggi del romanzo. Riprendiamo il racconto della storia milanese dal tumulto si San Martino, egli osserva che le disposizioni delle autorità che hanno stabilito il prezzo politico del pane e della farina conducono la popolazione ad un consumo senza risparmio che aggrava la condizione di scarsità delle scorte. Le leggi cercano di portare dei correttivi e minacciano gravi pene ai [...]

Capitolo 25 dei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni

Nel paesello di Renzo e Lucia giunge la notizia del rapimento e della successiva liberazione, da parte dell'Innominato, di Lucia. All'udire il racconto di quei fatti, la gente trova il coraggio per manifestare il suo odio verso don Rodrigo, il podestà, Azzecca-garbugli e tutti gli altri amici del signorotto. Quest'ultimo, infastidito da quelle chiacchiere e desideroso di non incontrare il cardinale Federigo, il quale ha annunciato una visita al paese, parte alla [...]

&id=HPN_Alessandro+Francesco+Tommaso+Antonio_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Manzoni" alt="" style="display:none;"/> ?>