Alessandro Francesco Tommaso Antonio

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Alessandro Francesco Tommaso Antonio. Cerca invece Alessandro Francesco Tommaso.

Vedi anche

Katy Perry
In rilievo

Katy Perry

Alessandro Manzoni

La scheda: Alessandro Manzoni

Alessandro Manzoni, nome completo Alessandro Francesco Tommaso Antonio Manzoni (Milano, 7 marzo 1785 – Milano, 22 maggio 1873), è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo italiano. Considerato uno dei maggiori romanzieri italiani di tutti i tempi per il suo celebre romanzo I promessi sposi, caposaldo della letteratura italiana, Manzoni ebbe il merito principale di aver gettato le basi per il romanzo moderno e di aver così patrocinato l'unità linguistica italiana, sulla scia di quella letteratura moralmente e civilmente impegnata propria dell'Illuminismo italiano.
Passato dalla temperie neoclassica a quella romantica, il Manzoni, divenuto fervente cattolico dalle tendenze liberali, lasciò un segno indelebile anche nella storia del teatro italiano (per aver rotto le tre unità aristoteliche) e in quella poetica (nascita del pluralismo vocale con gli Inni Sacri e della poesia civile).
Il successo e i numerosi riconoscimenti pubblici e accademici (fu senatore del Regno d'Italia) si affiancarono a una serie di problemi di salute (nevrosi, agorafobia) e famigliari (i numerosi lutti che afflissero la vita domestica dello scrittore) che lo ridussero in un progressivo isolamento esistenziale. Nonostante quest'isolamento, Manzoni fu in contatto epistolare con la migliore cultura intellettuale francese, con Goethe, con intellettuali di primo ordine come Antonio Rosmini e, seppur indirettamente, con le novità estetiche romantiche britanniche (influsso di Walter Scott per il genere del romanzo).


VINCENT VAN GOGH  L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO AL   MANZONI di Milano

VINCENT VAN GOGH L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO AL MANZONI di Milano

Al  Teatro  Manzoni  di  Milano  Dal 15 novembre al 2 dicembre 2018 Khora.Teatro e TSA Teatro Stabile d’Abruzzo  presentano    Alessandro Preziosi                             VINCENT VAN GOGH L’ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO   di Stefano Massini  con Francesco Biscione e con Massimo Nicolini, Roberto Manzi  ,Alessio Genchi, Vincenzo Zampa scene e costumi Marta Crisolini Malatesta disegno luci Valerio Tiberi e Andrea [...]

deleted

deleted

EVENTI: Alessandro Manzoni

Il 13 ottobre 1791 fu accompagnato dalla madre a Merate al collegio San Bartolomeo dei Somaschi, dove rimase cinque anni: furono anni duri, in quanto il piccolo Alessandro risentiva della mancanza della madre[N 5] e perché soffriva del difficile rapporto con i suoi compagni di scuola, violenti[N 6] tanto quanto gli insegnanti che lo punivano di frequente.

Il 13 ottobre 1791 fu accompagnato dalla madre a Merate al collegio San Bartolomeo dei Somaschi, dove rimase cinque anni: furono anni duri, in quanto il piccolo Alessandro risentiva della mancanza della madre[N 5] e perché soffriva del difficile rapporto con i suoi compagni di scuola, violenti[N 6] tanto quanto gli insegnanti che lo punivano di frequente.

Il 13 ottobre 1791 fu accompagnato dalla madre a Merate al collegio San Bartolomeo dei Somaschi, dove rimase cinque anni: furono anni duri, in quanto il piccolo Alessandro risentiva della mancanza della madre[N 5] e perché soffriva del difficile rapporto con i suoi compagni di scuola, violenti[N 6] tanto quanto gli insegnanti che lo punivano di frequente.

Nel 1812 cominciò la stesura degli Inni sacri: l'autore voleva scrivere nell'ordine Il Natale, L'Epifania, La Passione, La Risurrezione, L'Ascensione, La Pentecoste, Il Corpo del Signore, La Cattedra di San Pietro, L'Assunzione, Il Nome di Maria, Ognissanti e I Morti, ma ne portò a termine solo cinque: La Risurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione e La Pentecoste.

Nel 1812 cominciò la stesura degli Inni sacri: l'autore voleva scrivere nell'ordine Il Natale, L'Epifania, La Passione, La Risurrezione, L'Ascensione, La Pentecoste, Il Corpo del Signore, La Cattedra di San Pietro, L'Assunzione, Il Nome di Maria, Ognissanti e I Morti, ma ne portò a termine solo cinque: La Risurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione e La Pentecoste.

Nel 1812 cominciò la stesura degli Inni sacri: l'autore voleva scrivere nell'ordine Il Natale, L'Epifania, La Passione, La Risurrezione, L'Ascensione, La Pentecoste, Il Corpo del Signore, La Cattedra di San Pietro, L'Assunzione, Il Nome di Maria, Ognissanti e I Morti, ma ne portò a termine solo cinque: La Risurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione e La Pentecoste.

Nel 1805 Manzoni venne invitato dalla madre e da Carlo Imbonati a Parigi, a quanto pare dietro suggerimento del Monti.

Nel 1805 Manzoni venne invitato dalla madre e da Carlo Imbonati a Parigi, a quanto pare dietro suggerimento del Monti.

Nel 1805 Manzoni venne invitato dalla madre e da Carlo Imbonati a Parigi, a quanto pare dietro suggerimento del Monti.

Nel 1827 Manzoni si trasferì a Firenze per dare vita alla stesura finale del romanzo a livello formale e stilistico, in modo da entrare in contatto e "vivere" la lingua fiorentina delle persone colte, che rappresentava per l'autore l'unica lingua dell'Italia unita.

Nel 1827 Manzoni si trasferì a Firenze per dare vita alla stesura finale del romanzo a livello formale e stilistico, in modo da entrare in contatto e "vivere" la lingua fiorentina delle persone colte, che rappresentava per l'autore l'unica lingua dell'Italia unita.

Nel 1827 Manzoni si trasferì a Firenze per dare vita alla stesura finale del romanzo a livello formale e stilistico, in modo da entrare in contatto e "vivere" la lingua fiorentina delle persone colte, che rappresentava per l'autore l'unica lingua dell'Italia unita.

Nel 1818 il Carmagnola fu a sua volta sospeso, uscendo poi, per cura di E Visconti, all’inizio del 1820, mentre il M si trovava a Parigi.

Nel 1818 il Carmagnola fu a sua volta sospeso, uscendo poi, per cura di E Visconti, all’inizio del 1820, mentre il M si trovava a Parigi.

Nel 1818 il Carmagnola fu a sua volta sospeso, uscendo poi, per cura di E Visconti, all’inizio del 1820, mentre il M si trovava a Parigi.

Il 28 giugno 1872 fu nominato cittadino onorario di Roma.

Il 28 giugno 1872 fu nominato cittadino onorario di Roma.

Il 28 giugno 1872 fu nominato cittadino onorario di Roma.

Nel 1874, nel primo anniversario della morte, Giuseppe Verdi diresse personalmente nella chiesa di San Marco di Milano la Messa di requiem, composta per onorarne la memoria[N 19].

Nel 1874, nel primo anniversario della morte, Giuseppe Verdi diresse personalmente nella chiesa di San Marco di Milano la Messa di requiem, composta per onorarne la memoria[N 19].

Nel 1874, nel primo anniversario della morte, Giuseppe Verdi diresse personalmente nella chiesa di San Marco di Milano la Messa di requiem, composta per onorarne la memoria[N 19].

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

FOTO: Alessandro Manzoni

Manzoniano

Manzoniano

Alessandro_Manzoni

Alessandro_Manzoni

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

Pietro Manzoni, Casa Manzoni, Brusuglio[3].

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

"Sciacquare i panni in Arno"

Che cosa intendeva Alessandro Manzoni per "Sciacquare i panni in Arno"? "Manzoni si riferiva alla necessità - allora sentita - di adeguare l'italiano de "I promessi sposi" a uno standard nazionale, che veniva identificato nell'italiano dei fiorentini."

Rispondi

Cosa può insegnare Manzoni con i suoi "Promessi sposi",alla società odierna italiana,attraversando i suoi personaggi?

Cosa può insegnare Manzoni con i suoi "Promessi sposi",alla società odierna italiana,attraversando i suoi personaggi? "...ci insegna che i compiti li si fa a casa, non su internet..!"

Rispondi

Beccaria rispetto a Manzoni

In che modo Cesare Beccaria era parente di Manzoni? "Cesare Beccaria era il nonno di Manzoni. Infatti l'autore era il figlio di sua figlia, Giulia Beccaria."

Rispondi

Cosa significa ”aveva passata l’età sinodale dei quaranta”?

Ne I promessi sposi, Manzoni parlando di Perpetua usa l'espressione ”aveva passata l’età sinodale dei quaranta”. Cosa significa? "Dato che le donne non potevano servire un prete prima di essere invecchiate, e visto che 40 anni a quei tempi veniva considerata un'età avanzata, con questa espressione Manzoni vuole dire che la perpetua era in là con gli anni."

Rispondi

Silvio Gambino,Unità nazionale e Mezzogiorno d’Italia:

Silvio Gambino,Unità nazionale e Mezzogiorno d’Italia:

    Unità nazionale e Mezzogiorno d’Italia: Storia, questioni aperte e prospettive Un saggio molto attuale su Risorgimento, unificazione politica, sentimento di identità nazionale e modelli di governo locale di Silvio Gambino Sommario: 1. Premessa. – 2. Unificazione politica e identità nazionale: una questione aperta. – 3. Unità d’Italia e questione meridionale. – 4. Unità d’Italia e (incerte) prospettive federalistiche. – 5. Unificazione [...]

&id=HPN_Alessandro+Francesco+Tommaso_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Alessandro{{}}Manzoni" alt="" style="display:none;"/> ?>