Alimentazione nel Medioevo

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

La scheda: Alimentazione nel Medioevo

Il Malvasia di Bosa DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Spumante e Passito. Il Malvasia di Bosa DOP Bianco (Amabile o Dolce) ha un colore giallo paglierino o dorato più o meno intenso, al naso si apre con profumi complessi che partono da note di frutta bianca matura e sensazioni floreali che si fondono con sfumature di legno antico, frutta secca e toni balsamici, in bocca è asciutto, morbido con sottofondo di mandorle e nocciole tostate. Può presentare la menzione Riserva se sottoposto a un periodo di invecchiamento di almeno due anni a decorrere dal primo novembre dell’anno di produzione delle uve, di cui almeno un anno in botti di legno. Il Malvasia di Bosa DOP Spumante è di colore giallo paglierino con un perlage fine e persistente, i profumi sono caratteristici delle uve, con note aromatiche e sentori di frutta bianca e fiori freschi, al palato è dolce con una notevole dose di freschezza e note gradevolmente aromatiche. Il Malvasia di Bosa DOP Passito ha un colore ambrato più o meno intenso, al naso è complesso, con sentori intensi di frutta matura e marmellata, con sensazioni di albicocche secche, al gusto è avvolgente e pastoso, con finale ammandorlato. Per la tipologia Malvasia di Bosa DOP Passito è consentito l’appassimento delle uve in locali idonei, è altresì ammessa la parziale disidratazione con ventilazione forzata o in appositi locali termocondizionati. I vini Malvasia di Bosa DOP nella tipologia Amabile o Dolce devono essere immessi al consumo a partire dal primo marzo successivo all’anno di produzione delle uve, la tipologia Malvasia di Bosa DOP Spumante deve essere immesso al consumo a partire dal primo novembre dell’anno di produzione delle uve, il Malvasia di Bosa DOP Passito deve essere immesso al consumo a partire dal primo aprile dell’anno successivo all’anno della vendemmia. Bianco (anche Riserva), Spumante, Passito: Malvasia di Sardegna minimo 95%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 5%. La denominazione Malvasia di Bosa DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

Salina, "Cin-Cin" con spumante il primo con uve di malvasia

Salina, "Cin-Cin" con spumante il primo con uve di malvasia

Salina - Alla produzione spumantiera siciliana si aggiunge un nuovo tassello: Salina. Adesso anche le isole Eolie potranno vantare il loro spumante, il "Ruffiano" dell’azienda "Virgona" di Malfa, prodotto in appena 5000 bottiglie. “È stata una vera scommessa - spiega la "patron" Daniela Virgona - la maggiorparte delle bottiglie viene venduto da enoteche e ristoranti del nord. Le uve utilizzate sono malvasia in purezza, raccolte a mano nella seconda decade [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

Latte di mandorla: la ricetta per prepararlo a casa

Latte di mandorla: la ricetta per prepararlo a casa

Ingredienti: 1 tazza di mandorle grezze 1 dattero medjoul denocciolato q.b sale rosa dell’Himalaya 1/8 cucchiaino di cannella 1/8 cucchiaino di vaniglia bourbon 1/8 cucchiaino di noce moscata Il latte di mandorle è una bevanda vegetale ricca di calcio, sali minerali, fibre e acidi grassi essenziali che contribuiscono al nostro benessere. Perfetto per una merenda sana e low cost, se tenuto in un contenitore chiuso come una bottiglia di vetro, si conserva in [...]

La neonata non cresce. Genitori vegani le davano solo latte di mandorla!

La neonata non cresce. Genitori vegani le davano solo latte di mandorla!

Treviso - Una bimba, nata da pochi mesi, non cresceva abbastanza, anzi non aumentava di peso e non si allungava in altezza, cosi' come dovrebbe accadere per ogni neonato. Quando il pediatra, allarmato, ha scoperto il perche' e' scoppiato il caso. Si e' scoperto che dietro alla mancata crescita della piccola c'era la decisione dei genitori di nutrire la figlia esclusivamente con latte di mandorla! I genitori hanno ammesso di essere vegani. La notizia ha fatto [...]

Solo latte di mandorla alla neonata Medico vegano: «Una scemenza»

Solo latte di mandorla alla neonata Medico vegano: «Una scemenza»

«Qui non si tratta di dieta vegana o altro, ma di scemenza». Da buon toscano Vasco Merciadri, medico e membro del comitato scientifico dell'associazione Vegani Italiani, non usa molti giri di parole. Ha letto della coppia di genitori denunciata dal pediatra perché alimentavano la loro bambina di pochi mesi solo con latte di mandorle e ci tiene a precisare che la dieta non c'entra niente. «Una dieta vegana può subentrare solo dopo lo svezzamento - continua - [...]

La neonata non cresce: genitori vegani le davano latte di mandorla

La neonata non cresce: genitori vegani le davano latte di mandorla

Quella bambina, nata da pochi mesi, non cresceva abbastanza. Anzi, non aumentava di peso e neppure si allungava così come dovrebbe accadere per ogni neonato nel primo anno di vita. Per il resto era tutto a posto. E quando il pediatra ha scoperto il perché, è scoppiato il caso: i due genitori hanno detto di essere vegani, quindi di non mangiare alcun alimento di derivazione animale e di nutrire la piccola solo ed esclusivamente latte di mandorla. Notizia che ha [...]

Biscotti croccanti di quinoa al miele e latte di mandorle

Biscotti croccanti di quinoa al miele e latte di mandorle

. Facili da preparare, senza burro nè uova e con la quinoa che ha poche calorie, questi biscotti vanno bene a colazione e a merenda, ma anche da sgranocchiare durante tutta la giornata. Uno degli ingredienti è la quinoa, ma cos'è? È una pianta dalle anitichissime origini sudamericane (era venerata dagli Incas) ed è tuttora coltivata negli altipiani delle Ande. La pianta produce spighe con chicchi simili al miglio, che possono essere ridotti a farina che non [...]

deleted

deleted

LATTE DI MANDORLE

LATTE DI MANDORLE

Ingredienti: 250 gr. di mandorle senza buccia o sbollentate 1 lt di acqua 1 kg. di zucchero 1 bustina di vanillina la buccia di un limone 1 garza o un tovagliolo a trama fine per filtrare Procedimento: tritare finemente le mandorle versare l'acqua in una ciotola mettere le mandorle tritate in piccole quantita' nella garza immergerle nell'acqua e strizzarle ripetendo piu' volte l'operazione mettere da parte le mandorle strizzate procedere cosi' con il resto delle [...]

deleted

deleted

GARUM, PASSIONE DEI ROMANI

Venendo a contatto con culture più raffinate, i romani si trasformarono, da popolo frugale e parsimonioso, in cultori della bella vita, con tutti i suoi piaceri non ultimo quello della gola. I cuochi di quel tempo si danno da fare per soddisfare il palato dei padroni, inventando nuove raffinatezze. Scoppia la moda per una specie di salsa di pesce, usata un po’ dappertutto: il garum. Il prodotto andava a ruba e si vendeva a prezzi altissimi. Per ottenerlo [...]

Salina&Malvasia su "La Stampa.it"

Salina&Malvasia su "La Stampa.it"

di Eleonora Autilio Il legame della Malvasia delle Lipari con il suo territorio d'origine è incredibilmente profondo. Basti pensare che il vitigno con cui è prodotta è stato introdotto dai Greci sulle Isole Eolie addirittura nel 588 a.C. L'INGREDIENTE. Nel corso dei secoli l'inebriante bevanda conobbe una sempre maggiore diffusione sino a raggiungere il suo culmine nel XIX secolo prima che la fillossera distruggesse buona parte dei vigneti. Si dovette attendere [...]

Salina, terza edizione del Malvasia Day

Salina, terza edizione del Malvasia Day

Salina - Terza edizione del Malvasia Day, la giornata dedicata al vitigno più celebre delle isole Eolie ed ai suoi produttori, che faranno assaggiare i propri vini agli appassionati e agli esperti intenditori il prossimo Sabato 20 luglio, a Capofaro Malvasia & Resort: un’occasione per scoprire le storie di questo straordinario vitigno, dei suoi uomini e delle Eolie patrimonio Unesco. In questa edizione, quindici produttori di Malvasia si incontreranno per un [...]

Salina. Francesco Fenech, un "eoliano Doc" che sussurra alla Malvasia. Il video-intervista

Salina. Francesco Fenech, un "eoliano Doc" che sussurra alla Malvasia. Il video-intervista

di Umberto GambinoTerra, aria, acqua, fuoco. Siamo al centro del mitico arcipelago eoliano. Eolo era per gli antichi greci il dio dei venti. E da queste parti, non solo i venti, ma tutti gli elementi della natura è come se si dessero continuamente appuntamento. Fino agli estremi: mare piatto e limpidissimo, sole che brucia, aria pulita. Ma anche onde alte e burrasca, tempeste di vento e ... non di rado qualche eruzione dal vicino Stromboli. Visitare le isole Eolie [...]

MOUSSAKA GRECA

MOUSSAKA GRECA

Ingredienti: 500 mL besciamella1 pizzico di noce moscata1 pizzico di pepe500 grammi carne macinata di vitello500 grammi polpa di pomodoro2 cucchiaino di spezie varie a piacere1 pizzico di sale 1 cipolla1 kilo di melanzane100 grammi mozzarella Preparare come prima cosa le melanzane grigliate così da averle prontepreparare il ragù:soffriggere la cipolla con un goccio di acqua e un pizzico di sale in una pentola capiente (si può aggiungere anche sedano e carota [...]

CALAMARI E FINOCCHI ALLA MALVASIA

Un incredibile matrimonio tra pesce, verdure e vino, in questo piatto di facile esecuzione e dai risultati veramente buoni. Piace a chi non ama il pesce con le spine e ai ragazzi . Si può offrire in un pranzo a base di pesce in quanto non mette in difficoltà con l'uso delle posate, è leggero anche per una cena.   Calamari tagliati   4 medio-grandi Finocchi  1 grande o 2 piccoli ( meglio le femmine) Aglio 1 Cipolla 1 media olio 3 cucchiai Vino Malvasia qb sale [...]

&id=HPN_Alimentazione+nel+Medioevo_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Category:Medieval{{}}cuisine" alt="" style="display:none;"/> ?>