Anestesiologia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Theresa May
In rilievo

Theresa May

La scheda: Anestesiologia

Anestesia indica genericamente l'abolizione della sensibilità, della coscienza e del dolore, associato a rilassamento muscolare. L'anestesiologia è quindi quella branca della medicina che si occupa di annullare la sensibilità dolorifica e la coscienza durante un intervento di chirurgia o durante una procedura invasiva. La parola fu inventata dal medico e poeta Oliver Wendell Holmes, che la mutuò dal greco ἀναισθησία ("mancanza della facoltà di sentire", per via dell'alfa privativo). Il termine può anche indicare un sintomo di molte malattie nervose (vedi Anestesia organica).
L'anestesia generale viene realizzata mediante farmaci "anestetici" e che inducono uno stato di narcosi, ovvero una condizione di perdita di coscienza in cui possono essere alterate in varia misura anche le funzioni vegetative. I farmaci che inducono la narcosi possono essere somministrati dall'anestesista principalmente per due vie: quella iniettiva (nello specifico quella endovenosa) e quella inalatoria.
Gli scopi dell'anestesia sono: la soppressione dello stato di coscienza (ipnosi), l'abolizione del dolore (analgesia), il rilassamento dei muscoli (miorisoluzione), l'abolizione del ricordo (amnesia) e la riduzione delle complicazioni legate allo stress chirurgico.
L'anestesia viene divisa in tre fasi: pre-operatoria (preparazione), intra-operatoria (somministrazione dei farmaci anestetici e monitoraggio) e post-operatoria (risveglio e recupero delle funzioni vitali).
È indispensabile in ogni tipo di chirurgia, in quanto consente ai pazienti di essere sottoposti ad interventi e ad altre procedure (TAC, endoscopia) senza dolore, ansia e proteggendo l'organismo dal trauma dell'intervento stesso. I progressi della chirurgia maggiore sono dovuti principalmente ai progressi della moderna anestesia. Infatti essa permette di poter anestetizzare, oggigiorno, praticamente qualsiasi tipo di paziente: qualunque sia la sua condizione di salute ed i rischi connessi.


1 CAP. La Chirurgia del cuore. 1.2 L'anestesia

1 CAP. La Chirurgia del cuore. 1.2 L'anestesia

La Chirurgia del cuore rappresenta per me un passaggio poetico fondamentale.  Chi ha paura di raggiungere se stessi fino nelle più strette e anguste vie dell'animo? Ognuno dovrebbe essere libero di scandagliare il fondo del proprio intimo e dei propri sentimenti senza il timore di essere giudicati. Ognuno fa i conti con se stesso. Ed io ne prendo atto. L’anestetico entra piano e fluido nelle vene: si rimane immobile contro il tempo, senza volontà a bere [...]

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

deleted

HAARP e MUOS producono Anestesia Elettromagnetica

HAARP e MUOS producono Anestesia Elettromagnetica

Lo sapevate che, da quando è stato creato l’HAARP, l’umanità è sotto ipnosi? Lo sapevate che l’HAARP produce nel nostro cervello, quella che viene chiamata “Anestesia Elettromagnetica”? E la stragrande maggioranza delle persone non ne sa assolutamente niente.   E’ un fatto che porzioni o segmenti del cervello dell’essere umano, in particolare l’emisfero destro, l’ipotalamo e i lobi prefrontali, sono letteralmente anestetizzati o manipolati [...]

Come funziona il laser per togliere I tatuaggi?

E' una pratica pericolosa? Bisogna fare l'anestesia? "Non è pericolosa e l'intervento agisce a livello locale, quindi niente anestesia. Il laser brucia e distrugge I pigmenti di colore nella pelle che vengono riassorbiti e scompaiono. Un'altra tecnica col laser è quella di distruggere le cellule cutanee dove si trova il tatuaggio."

Rispondi

prima della nascita eravamo in anestesia. la morte potrebbe essere la stessa cosa?

prima della nascita eravamo in anestesia. la morte potrebbe essere la stessa cosa? "cosa intendi per eravamo in anestesia, dormivamo, la morte, per quanto mi riguarda, credendo nella reincarnazione e' un passaggio da una vita ad un'altra. La morte pone un termine a quella vita, e contemporaneamente permette il passaggio in un altra. ciao"

Rispondi

il padre dell'anestesia?

Chi è considerato il padre dell'anestesia? "Paracelso, medico e filosofo svizzero..utilizzò pe rprimo durante un'operazione il laudano, un composto formato da oppio, zafferano, cannella e garofano, con effetti anestetici."

Rispondi

Quando è stata introdotta l'anestesia?

Quando è stata introdotta l'anestesia in medicina? "Introdotta alla fine del XIX secolo, ha permesso di alleviare sofferenze..prima le operazioni venivano , quasi, fatte a mente lucida."

Rispondi

Come funziona l'anestesia?

Ciao, a breve dovrò subire un'operazione in anestesia generale...niente di complicato, ma vorrei capire come agisce questo tipo di anestesia sul fisico. Mi date qualche info? "Ciao! L’anestesia blocca il passaggio dell’impulso nervoso dalla periferia dell’organismo al cervello e viceversa. L’impulso viaggia nella membrana esterna dei nervi, ricca di grassi. Il meccanismo di azione degli anestetici non è molto ben conosciuto, ma si pensa che quelli [...]

Rispondi

L'amniocentesi si fa con l'anestesia?

Devo sottopormi all'amniocentesi, ma ho sentito che viene usato un ago piuttosto grosso... viene fatta l'anestesia? "Trattandosi di una semplice “puntura”, solitamente non viene fatta anestesia, a meno che la paziente non sia particolarmente ansiosa e si richieda allora anestesia locale o generale."

Rispondi

Quando è stata inventata l'anestesia?

L'anestesia è un'invenzione recente o ha una lunga storia? "Esistono vari tipi di anestesia, i più semplici sono davvero vecchi quanto l'uomo. Ad esempio, già i sumeri sapevano che comprimendo le carotidi si facevano perdere i sensi al paziente... Ma è solo nel Settecento che viene sviluppato un metodo che prevede l'utilizzo di sostanze anestetizzanti; in particolare, Faraday fu il primo a usare l'etere, che ha conosciuto largo impiego in medicina."

Rispondi

Tendine d'achille

quanto dura e con che tipo di anestesia viene eseguito un intervento chirurgico per la rottura del tendine di achille? e la convalescenza? "La durata dell'inetrvento è variabile. Solitamente si recupera perfettamente la funzionalità, ma per farlo è necessaria una riabilitazione ottimale che deve essere prescritta dallo specialista e seguita da un valido fisioterapista. Dopo aver tolto il gesso bisogna sottoporsi a visite di controllo per riprendere la forma [...]

Rispondi

Nelle braccia di Morfeo!

Si diceva una volta che l'anestesia totale sul tavolo operatorio è da evitare per motivi seri che io non conosco,tuttora i chirurghi preferiscono l'anestesia parziale per il paziente anche in necessità estreme,ma questo perchè?L'anestesia è la funzione più importante in un intervento chirurgico,però i medici optano per il fluido parziale.Voi sapete il motivo?Vi ringrazio se mi rispondete!Ciao. "È semplice: l'anestesia totale può dare problemi, alcuni più [...]

Rispondi

Ipnosi come anestesia?

L’ipnosi come anestesia, ci sono ospedali che la praticano? Mi sembra una cosa così poco scientifica! "Nessun ospedale pratica l’ipnosi al posto dell’anestesia. Però, ci sono delle ricerche e degli studi, in materia. Pare che l’ipnosi innalzi la soglia del dolore di un bel po’, leggi questo articolo."

Rispondi

Paura dell' Anestesia

Quali rischi si possono incontrare nel dover sottoporsi ad un anestesia generale? "I normali rischi derivanti dall'azione di un farmaco somministrato dapprima per via endovenosa, secondariamente per via respiratoria. Da dire che reazioni allergiche potrebbero pure manifestarsi con l'anestesia locale, o loco-regionale. Tuttavia la pratica anestesiologica avviene sempre in ambienti controllati (ospedali, cliniche, ambulatori medico-chirurgici) nei quali si prendono [...]

Rispondi

16 ottobre 1846 - Primo uso come anestetico dell'etere da parte del medico statunitense William Morton, padre della chirurgia indolore

16 ottobre 1846 - Primo uso come anestetico dell'etere da parte del medico statunitense William Morton, padre della chirurgia indolore

William Green Morton Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. William Thomas Green. William Thomas Green Morton (Massachusetts, 9 agosto 1819 – Boston, 15 luglio 1868) è stato un medico dentista statunitense. Malgrado non avesse mai esercitato la professione medica, ma solo quella di dentista, svolse studi fondamentali alla base dell'anestesiologia moderna. Scoperte scientifiche È considerato lo scopritore dell'azione anestetica dell'etere dietilico. In realtà fu [...]

&id=HPN_Anestesiologia_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Anestesia" alt="" style="display:none;"/> ?>