Antonio Montanari

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

La scheda: Antonio Montanari

Antonio Montanari

Ritrovo, sistemando gli archivi informatici, un vecchio testo («Virgolette sadiche», settembre 2007) in cui ricordo Silvano Cardellini, l’articolo a lui dedicato (orribilmente mutilato dal «Resto del Carlino» da dove, prima di pubblicarlo, mi telefonarono per chiedermi se io fossi un amico del povero Silvano), e certi modi classici del giornalismo di provincia. Riprendo qui soltanto il passo relativo al giornalismo di provincia, che ha pure un richiamo [...]

Antonio Montanari

Giugno 1992, puntata 444 di "Tam-Tama": «... proprio cinque minuti fa, dalla redazione m'hanno informato che l'ex senatore Alici ha comunicato, in modi per la verità un tantino bruschi, di volermi querelare per l'ultimo "Tama", dove riproponevo una sua intervista radiofonica di ben nove anni fa, citata nella mia rubrica del 3 aprile 1983 e nel recente "Tamario"». Apro una prima parentesi. L'ultimo "Tama" ovvero quello precedente riportava questo passo: «L'ex [...]

Antonio Montanari

Il caso di Pandolfo II Malatesti è illuminante. Lo fanno nascere molti anni dopo la sua vera venuta al mondo, cioè nel 1325 e poi quando ha sui dieci anni (1335) lo presentano miracolosamente al comando di armati vittoriosi che gli garantiscono la carica di podestà di Fano. Occorrerebbe un altro Freud per descrivere la psico-patologia degli storici che non hanno il buon senso normale in un lettore qualsiasi di libri. In mancanza di ciò, basterebbe a quegli [...]

Antonio Montanari

Il perfetto Erudito Riminese gentile, ossequiente, raffinato, nulla risparmia al suo essere cortese, mostrandosi dal sol tutto fasciato. Tratta dell'Urbe antica, e del Forese, del Mondo Vetusto, e dell'Evo rinato, del Conte, del Barone o d'un Marchese sifilitico, ebbro e squattrinato. Talora scende dal suo monumento, in cui si gloria e vanta con l'effetto di provocare risa a cento e cento. Scende, e non s'accorge, il poveretto, che pone i piedi sopra un escremento [...]

Antonio Montanari

Il modo migliore per non lasciarsi prendere dall'emozione, è parlare di professionalità. Oltretutto, nel dizionario dei sinonimi, alla voce emozione trovo indicato anche turbamento: ma turbare rimanda ad agitare, con stretta parentela con quell'agitarsi che spedisce a sua volta verso un arrabbiarsi che sarebbe qui fuori delle righe canoniche dello spartito, ovverosia della colonna giornalistica, con l'aggravante della ricerca semantica da parte di un professore [...]

Antonio Montanari

I bugiardini sono le istruzioni dei medicinali. I bugiardoni sono quei tipi che ti vogliono conoscere, con profondo ossequio al debutto, e poco elegante fregatura alla fine. Li smascheri con perfida eleganza, cuocendoli a fuoco lento. Proclamano inutilmente la loro correttezza. Che esiste solo nella cassa cranica che invano li accompagna nostro malgrado. Un tizio mi chiede un saggio per la rivista della societ&ave; di studi della sua valle. Gli invio una proposta, [...]

Antonio Montanari

«Quest'uomo lo hanno ucciso...». Un cardinale emiliano, Ersilio Tonini, dice ieri sera nella trasmissione televisiva di Michele Santoro queste parole, riferendosi all'«editto bulgaro» che nell'aprile del 2002 colpì Enzo Biagi: «Lo hanno ucciso. È stato un ostracismo. Enzo Biagi dava fastidio, non era utile ed è stato cacciato». Di un altro uomo di Chiesa, leggiamo su «Repubblica» di stamani. Monsignor Giancarlo Maria Bregantini, vescovo di Locri da 13 [...]

Antonio Montanari

Il 3 dicembre sul "Corriere Romagna" è apparsa una lettera, firmata da Alberto Cristofano: Una botta di conti, come dicevano i nostri vecchi, non fa mai male. Dunque, il fondo Augusto Campana presso la Biblioteca Gambalunga è costato 500 milioni di lire alla Fondazione Carim nel 1998, 170 mila euro al Comune di Rimini secondo il progetto 2004 di sistemazione (quale la spesa effettiva?), ed i volumi non sono ancora accessibili al pubblico. Saranno pubblicati in [...]

Antonio Montanari

Al "Giovane Pascoli" è stato dedicato da Rosita Boschetti un volume che è il catalogo della mostra tenutasi a San Mauro sul finire del 2006. Nel capitolo iniziale, molte notizie riguardano il soggiorno di Zvanì a Rimini (1871-72) per motivi di studio. A quel periodo risale una sua pagina, "Scartabelli di Nebulone scrittor di Romanzi". Rosita Boschetti precisa: in essa "Pascoli parla in tono piuttosto satirico di uno scrittore e giornalista dell'epoca, Giuseppe [...]

Antonio Montanari

Certe ronde ci sono sempre state. Un esempio. Controllori dell’ordine pubblico sotto la specie di quanto si scrive sui giornali. C’è sempre qualcuno che si ritiene un sapientone, mentre i fatti dimostrano che è un perfetto cretino. Perché soltanto un cretino può sostenere che non esiste una certa realtà, attestata da mezzo millennio di documenti, libri e studi. Soltanto un cretino prezzolato può avere accesso in un quotidiano dove altri suoi pari grado [...]

Antonio Montanari

Caro Tiziano Arlotti. Mi ha molto interessata la tua lettera apparsa nel «Ponte» del 20 gennaio, per un motivo diverso da quello che ti ha spinto a scriverla nella tua veste di Assessore ai lavori pubblici. Tu parli soprattutto di due problemi. L'«invasività» dei rappresentanti di categoria che siedono nei Consigli d'amministrazione, e la necessità di far comprendere a parecchie persone che una Giunta fresca (non arrivata neppure all'anno di vita), ha un suo [...]

Antonio Montanari

Trecento anni fa, il 3 gennaio 1693 nasceva a Rimini un personaggio che avrebbe caratterizzato la vita culturale della città e dell'Italia. Si chiamava Giovanni Bianchi. Per diventare famoso si fece ribattezzare Ianus Plancus. Grazie all'esaltazione che ne fece lo storico Carlo Tonini, tutti ancor oggi ne parlano ricordandone soltanto i pregi. È vero che lo stesso Tonini ammise a mezza voce che Planco ebbe un'"indole sarcastica e battagliera", ma questo giudizio [...]

Antonio Montanari

Ringrazio don Giovanni Tonelli della paginata piena di amicizia che ha voluto dedicare ai mille numeri del mio Tama, partito inavvertitamente nel settembre 1982. Come ho spiegato allo stesso don Giovanni, attuale direttore ed allora redattore capo del settimanale riminese, le cose andarono in questo modo. Frequentavo la libreria Ugolini dove lavorava Cesare Giorgetti, allora redattore del Ponte. Ridendo e scherzando come al solito, un bel giorno venne fuori il [...]

Antonio Montanari

A proposito dell'Umanesimo tragico di cui ha trattato a Rimini il prof. Massimo Cacciari, riferendosi alla "Resurrezione di Cristo" di Piero della Francesca, una piccola ricerca su Internet permette di ricostruire la fortuna della formula. Nel 1994 appare nell'annuario del Centro mondiale di Studi umanisti, che ha un vago sapore esoterico più che di analisi della cultura dell'Umanesimo in senso stretto. Nel 2004, a proposto del proprio libro "Della cosa ultima", [...]

Antonio Montanari

9 maggio 2010. Scrivo un post nel blog di “Appestato”, intitolato “Rimini strana”. Questo il testo. «Un gruppo culturale cattolico ti vieta di parlare della storia degli Ebrei nella città, dopo averti incaricato di studiarla, ma poi invita a conferenziare dei massoni che pagano loro per essere presenti dappertutto, tanto poi detraggono dalle spese della ditta. Città non molto strana, Rimini. In quest'Italia per nulla divertente». Oggi 4 novembre 2010, [...]

Antonio Montanari

Promessa dagli amici (non dal Comune) e svanita nel nulla. Torna alla ribalta una ribalda storia del 1983... Quella della casina sul porto donata a Federico Fellini, non dalle pubbliche autorità, come si sostiene oggi senza conoscere le fonti, ma da un gruppo di amici. Begli amici, tutto sommato perché poi quella casina sul porto non fu mai regalata al regista riminese, svanendo nel nulla. Chissà come e perché, ma così è. Giorgio Tonelli ("il Ponte", [...]

Antonio Montanari

Antonio Montanari Giovanni Cristofano Amaduzzi, illuminista cristiano Quando nel maggio 1762 il savignanese Giovanni Cristofano Amaduzzi (1740-1792) giunge a Roma, vi incontra una nutrita colonia di religiosi conterranei: il cardinale Lorenzo Ganganelli (1705-1774), monsignor Giuseppe Garampi (1725-1792), l'abate Costantino Ruggeri (1714-1766), padre Agostino Giorgi (1711-1797) e l'abate Stefano Galli (1721-1788). Amaduzzi vanta una presentazione del proprio [...]

Antonio Montanari

Il 13 luglio 1789, nelle ore che precedono la presa della Bastiglia e l’inizio ‘ufficiale’ della Rivoluzione francese, il poeta Ippolito Pindemonte si trova a Parigi. Lo stesso giorno egli scrive una breve cronaca degli ultimi avvenimenti e le previsioni sulla "strage ch’è per accadere", all’abate Giovanni Cristofano Amaduzzi che vive a Roma. Quando nel 1788 Ippolito Pindemonte progetta di intraprendere un lungo viaggio in Europa, ad imitazione di quello [...]

Isabella Amaduzzi * Riministoria * Antonio Montanari

Corilla Olimpica ed il mio avo Giovanni Cristofano Amaduzzi di Isabella Amaduzzi L'intenzione di questo breve intervento è quella sottolineare come dal carteggio tra Corilla Olimpica e l'Amaduzzi, ma più in generale, dai loro percorsi artistici e intellettuali — ciascuno nella propria individualità e completa originalità - emergano con una certa nitidezza i caratteri di quel clima e dinamismo culturale che portò alla nascita dell'estetica nella sua accezione [...]

Google: Giovanni Cristofano Amaduzzi * Antonio Montanari

Cerca con Google le pagine su "Giovanni Cristofano Amaduzzi". Poi all'interno dei risultati cerca la voce che interessa (vedi nella parte inferiore della pagina di Google) Advanced Search - Language, Display, & Filtering Options ©2002 Google/Antonio Montanari Nozzoli/Riministoria 0306bis

&id=HPN_Antonio+Montanari_http{{{}}}dbpedia*org{}resource{}Antonio{{}}Montanari" alt="" style="display:none;"/> ?>