Antonio abate

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Max Biaggi
In rilievo

Max Biaggi

Arte visuale

La scheda: Arte visuale

L'area delle arti visive (o arti visuali) è estremamente ampia essendo definibile in tal modo qualunque forma artistica che abbia come risultato un oggetto visibile. Altre arti quali il teatro, la musica o l'opera, costituiscono invece categorie a sé stanti di tipo figurativo, pur con confini non sempre ben definiti, vedi ad esempio la body art o l'arte interattiva, o anche il cinema, che può incorporare differenti forme artistiche e performative.
Nella società contemporanea la cultura visiva ha assunto un'enorme importanza, più recentemente l’arte digitale e la new media art hanno guadagnato un ruolo non trascurabile in una cultura sempre più dominata dal visuale. Nel multiforme scenario delle arti contemporanee le ultime tendenze digitali si stanno addentrando in un nuovo territorio dell'arte, che si pone oggi una sfida sempre più importante: quella di confermarsi uno specifico valore di mercato, aprendo nuove opportunità di fruizione e di consumo (dalle arti digitali alla fotografia digitale, dalla musica agli audiovisivi) "in un continuo confronto e in un continuo tentativo di superamento dell’arte contemporanea".
Dalla seconda metà del XX secolo, critici e storici dell'arte hanno preferito allargare la più generica espressione "arte figurativa" a quella più specifica di "arte visiva", riferita alla molteplicità di attività creative che non comprendono soltanto le tradizionali discipline come la pittura e la scultura. Il panorama dell'arte è dunque fortemente cambiato, pertanto rientrano nel campo delle arti visive anche la fotografia, la performance, la body-art, l’assemblage, la video art, l’happening, la land art.


Mons. Gaetano Tulipano, si insedia parroco di San Antonio Abate a Palermo

Mons. Gaetano Tulipano, si insedia parroco di San Antonio Abate a Palermo

In qualità di delegato del Gran Maestro dell'Ordine Teutonico, l'Abate Mitrato P. Frank Bayard, insieme al confratello teutonico Giovanni Condello ho partecipato all'insediamento come parroco della prestigiosa Chiesa di San Antonio Abate di Palermo, tradizionalmente quella del Senato della città, dell'assistente spirituale vicario del nostro antico Ordine e codelegato Mons. Gaetano Tulipano alla presenza di S. E. l'arcivescovo metropolita di Palermo Mons. Corrado [...]

Scanno, festa di San Antonio Abate. Si rinnova la tradizione

Scanno, festa di San Antonio Abate. Si rinnova la tradizione

Scanno, anche quest’anno si e’ rinnovata la tradizionale distribuzione  delle sagne con la ricotta per festeggiare Sant’Antonio Abate. Davanti alla cappella in pieno centro storico e’ stato acceso un fuoco per cuocere la pasta  condita con ricotta salata e benedetta  dal parroco.

EVENTI: Arte visuale

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 1088 i monaci benedettini dell'Abbazia di Montmajeur presso Arles (Provenza), vennero incaricati dell'assistenza religiosa dei pellegrini.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Nel 311, durante la persecuzione dell'imperatore Massimino Daia, Antonio tornò ad Alessandria per sostenere e confortare i cristiani perseguitati.

Un po' di storia: La chiesa di S. Antonio Abate

 Galleria fotografica  |  Informazioni utili  |  Luoghi da visitare  |  Appuntamenti  |  A Ortona si mangia così  |  Un po' di storia  |  Link ad altri siti    Un po' di storia - La chiesa di S. Antonio Abate -   A via S. Antonio, nella parte alta di Ortona, verso il lato Sud, c'è anche oggi una chiesa attaccata ai fabbricati privati, detta di S. Antonio abate. L'edificio attuale risale al '700; in una iscrizione, posta sulla parete destra della [...]

Prima Pagina: Diciassettesima Edizione - La festa di S. Antonio Abate

      LA FESTA DI S. ANTONIO ABATE Tanta devozione, tanta allegria in onore del Santo Protettore degli animali   Sabato 15 gennaio 2005 a Ortona si festeggia S. Antonio Abate. Questa è la prima festa dell’anno e, di solito, con essa, ogni Comitato inaugura l’inizio della sua attività. Il Comitato delle festività 2005 non si è ancora costituito, ma non è assolutamente possibile saltare la festa di S. Antonio. Così ci hanno pensato i ragazzi della [...]

La festa di S. Antonio Abate e il suo simbolismo

La festa di S. Antonio Abate e il suo simbolismo A riscaldare l'aria gelida di metà gennaio giunge a proposito la festa di S. Antonio Abate con il falò, la corsa, il Carnevale. "Nevicò ancor prima di sera - scrive con struggente nostalgia Gerardo Acierno - e prima ancor che cumbà Saverio suonasse le campane per la funzione, la fanoia ardeva incredibilmente alta: la festa di Sant'Antonio era iniziata"1. E sì, la festa di S. Antonio inizia a Pignola - e non solo [...]

Sant'Antonio Abate

Sant'Antonio Abate...protettore degli animali ... 

Chiesa di S. Antonio Abate.

Home page                   Chiese     ■    Chiesa di S. Antonio Abate.   La chiesa di S. Antonio Abate è situata presso la Stazione ferroviaria. Esisteva già nel XIII secolo ed era commenda del guerriero Ordine Teutonico. Nel 1756 fu affidata ad un eremita. Nel 1952 era completamente rovinata e fu ricostruita più piccola, a causa della nuova strada. In questa chiesa si praticava la benedizione degli animali, il 17 gennaio. Ora è in [...]

Prima Pagina: Quattordicesima Edizione - S. Antonio Abate

Prima Pagina: Quattordicesima Edizione - S. Antonio Abate

      S. ANTONIO ABATE Nonostante il brutto tempo S. Antonio è sempre S. Antonio   17 gennaio 2004 - Una giornata non del tutto speciale…cielo coperto…vento e qualche goccia ma…fa niente! A S. Antonio, qualsiasi inconveniente dovesse presentarsi, chiunque risponderebbe: “n fa nend, basta c s fa!!” (non fa niente basta che si fa). E già, è proprio cosi! Non tanto la grandezza della festa quanto l’entusiasmo di festeggiarla è vivo nel cuore di [...]

Prima Pagina: Undicesima Edizione - S. Antonio Abate

Prima Pagina: Undicesima Edizione - S. Antonio Abate

      S. ANTONIO ABATE Una simpatica esibizione della Corale Folkloristica ha dato un tocco di colore in più alla festa di S. Antonio Abate   Come vuole la tradizione,anche quest’anno si è tenuta la festa di S. Antonio. Penso sia una delle feste più sentite dagli Ortonesi, che in questa occasione manifestano la loro ospitalità e generosità accogliendo le persone nelle proprie case. Tra un bicchiere di vino e un panino con la salsiccia, fisico [...]

Scanno, 17 gennaio si festeggia San Antonio Abate (Barone). Dopo la messa vengono benedette le Sagne con la ricotta

Scanno, 17 gennaio si festeggia San Antonio Abate (Barone). Dopo la messa vengono benedette le Sagne con la ricotta

San Antonio Abate (Barone) Scanno, le "Sagne" di S. Antonio Scritto da Antonio Buzzelli Siamo stati, il 17 gennaio, io,Alfonso ,Terigio e l’amico Raffaele a Scanno in occasione della ricorrenza della festa di S. Antonio Abate. Andare a Scanno per noi fotoamatori è sempre un’emozione, perché questo bellissimo borgo affascina, coinvolge e rapisce con le sue caratteristiche viuzze, con i costumi delle donne scannesi ormai “octuagenarie” che si muovono con [...]

FOTO: Arte visuale

S._Antonio_Abate

S._Antonio_Abate

Antonio_il_Grande

Antonio_il_Grande

Sant'Antonio_da_Tebe

Sant'Antonio_da_Tebe

Sant'Antonio_abate

Sant'Antonio_abate

Sant'Antonio_il_Grande

Sant'Antonio_il_Grande

Antonio_Abate

Antonio_Abate

Sant'Antonio_d'Egitto

Sant'Antonio_d'Egitto

Scanno, comunicato del presidente del circolo delle Acli Scanno - Villalago. La Festa di San Antonio Abate su Tele 9. Buona visione!!

Scanno, comunicato del presidente del circolo delle Acli Scanno - Villalago. La Festa di San Antonio Abate su Tele 9. Buona visione!!

Il presidente del circolo locale delle Acli Mario Paletta comunica

Nella vita di Gesù e in quella di Sant’Antonio Abate ci sono compagni di viaggio speciali da amare e proteggere: gli animali.

Nella vita di Gesù e in quella di Sant’Antonio Abate ci sono compagni di viaggio speciali da amare e proteggere: gli animali.

Nella vita di Gesù e in quella di Sant’Antonio Abate ci sono compagni di viaggio speciali da amare e proteggere: gli animali. StampaEmail  La Festa di Sant'Antonio Abate, protettore degli animali a Rodi Garganico nella Parrocchia Chiesa Madre San Nicola di Mira il 17 gennaio 2017. Cani, gatti, cavalli e conigli ma anche pesci rossi, tartarughe, canarini e galline riempiranno il cortile della Chiesa Madre di San Nicola di Mira a Rodi Garganico in occasione dei [...]

PAVIA ... LA ZUCCA DI SANT'ANTONIO ABATE

PAVIA ... LA ZUCCA DI SANT'ANTONIO ABATE

PAVIA ... LA ZUCCA DI SANT'ANTONIO ABATE dinobarili il 17/01/16 alle 06:37 via WEB Pavia … e la zucca di Sant’Antonio Abate Oggi, 17 gennaio, è la Festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali e titolare di una lunghissima serie di tradizioni. Le tradizioni sono il nostro passato. Senza passato non vi è futuro. Tra le tradizioni di Sant’Antonio Abate vi è “la zucca di Sant’Antonio”. Mangiare la zucca, oggi, porta bene. Tiene lontano le [...]

PAVIA ... SANT'ANTONIO ABATE protettore degli animali

PAVIA ... SANT'ANTONIO ABATE protettore degli animali

PAVIA ... SANT'ANTONIO ABATE protettore degli animali dinobarili il 17/01/16 alle 06:36 via WEB Pavia … e Sant’Antonio Abate Oggi, 17 gennaio, è la festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali. Gli animali sono sempre stati la compagnia degli uomini. Indispensabile festeggiarne il Protettore e tutti gli animali che quotidianamente ci tengono compagnia. In particolar modo, cani e gatti … e tutti gli altri.(4) Dino (Rispondi)      

Scanno... si rinnova il tradizionale appuntamento con le sagne a San Antonio Abate!!

Scanno... si rinnova il tradizionale appuntamento con le sagne a San Antonio Abate!!

ECCO COME CI RACCONTANO Festa di Sant’Antonio Barone (Scanno) Di: massimostabile La leggenda dello beatissimo egregio Missere li barone Sancto Antonio, è uno dei più interessanti documenti della antica poesia volgare abruzzese. Opera di un chierico che dovette diffonderla, come mostrano chiare tracce della tradizione orale, in tutta l’area aquilana, il componimento è giunto fino a noi nel Codice Casanatense 1808, studiato da Vittorio Monaci che su esso [...]

17 gennaio. PRANZO di S. ANTONIO ABATE

17 gennaio. PRANZO di S. ANTONIO ABATE

S. Antonio Abate, motivo per coperta da buoi sec. XIX. Stampa a ruggine con matrice cm. 20x25. Stamperia Visini, Meldola Fo. È questa una delle numerose varianti dell'immagine del Santo protettore degli animali domestici e contadini, veneratissimo nelle campagne romagnole. La sua efficìge, presente in ogni stalla, appare tra i primi motivi ad essere riprodotti sulle tradizionali coperte da buoi. Questa tavola riproduce una versione già [...]

17 gennaio. CENA di S. ANTONIO ABATE

17 gennaio. CENA di S. ANTONIO ABATE

S. Antonio Abate, motivo per coperta da buoi sec. XIX. Stampa a ruggine con matrice cm. 20×25. Stamperia Visini, Meldola Fo. È questa una delle numerose varianti dell’immagine del Santo protettore degli animali domestici e contadini, veneratissimo nelle campagne romagnole. La sua efficìge, presente in ogni stalla, appare tra i primi motivi ad essere riprodotti sulle tradizionali coperte da buoi. Questa tavola riproduce una versione già [...]

Scanno... Si festeggia San Antonio Abate!!!

Scanno... Si festeggia San Antonio Abate!!!

Come ogni anno si rinnova la tradizione con le "sagne con la ricotta". La memoria storica del paese che trapassa le generazioni!!!

GIOVANNA ... E LE TRADIZIONI DI SANT'ANTONIO ABATE

GIOVANNA ... E LE TRADIZIONI DI SANT'ANTONIO ABATE

GIOVANNA ... E LE TRADIZIONI DI SANT'ANTONIO ABATE FIGURE DI OGGI di Pier Luigi Valli giocatta7 il 18/01/13 alle 19:01 via WEB Grazie per il consiglio. Lo faccio subito anch'io. Ciao. (Rispondi)   dinobarili il 19/01/13 alle 07:49 via WEB Ciao Giovanna - le tradizioni non sono mai da scartare... In esse c'è sempre un granello di saggezza antica. Dino (Rispondi)  

SANT' ANTONIO ABATE

SANT' ANTONIO ABATE

SANT'ANTONIO  ABATE OGGI, SANT' ANTONIO ABATE di Vice Miazza antocit il 17/01/13 alle 10:28 via WEB Grazie, Vice, del racconto di S. Antonio "del porcello", giorno in cui mia mamma preparava la casoela (non so come si scrive ma i lombardi conoscono il tradizionale piatto di verza e ritagli non conservabili del maiale) e il papà dei miei cognati organizzava il falò in campagna. (Rispondi)   vice450 il 17/01/13 alle 14:22 via WEB Ciao Antonietta, Sant'Antonio [...]

&id=HPN_Antonio+abate_http{{{}}}it*dbpedia*org{}resource{}Sant'Antonio{{}}del{{}}Deserto" alt="" style="display:none;"/> ?>